Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 833 - giovedì 30 novembre 2006

Sommario
- Riforme: Regioni ed enti locali per un nuovo accordo istituzionale
- Riforme: Città metropolitane e funzioni enti locali, le tappe di un percorso possibile
- Riforme: federalismo fiscale e rilancio sedi concertazione per chiudere fase transizione
- Riforme; Errani:accordo per dire stop a conflitti e sovrapposizioni
- Riforme; Documento unitario: per Domenici, Melilli e Borghi fatto importante
- Formigoni: avviato percorso attuazione Titolo V

+T -T
Riforme; Errani:accordo per dire stop a conflitti e sovrapposizioni

(regioni.it) Per le Regioni e le Autonomie locali si apre “una fase nuova: basta con i conflitti e le sovrapposizioni”. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ha aperto con queste parole la conferenza stampa (il file audio della conferenza stampa on line su www.regioni.it) durante la quale e' stato presentato il documento unitario, sul Titolo V della Costituzione, messo a punto da Regioni ed Enti locali.

 “Il 2007 - ha detto Errani - è l'ultimo anno di transizione. Si deve dare piena attuazione al Titolo V, alla costruzione di un assetto equilibrato tra i vari livelli del governo, al federalismo fiscale, al nuovo Codice delle autonomie, alla riforma delle Conferenze. Questo e' il percorso per il 2007”. Sul federalismo fiscale Errani ha detto che e' stato iniziato un percorso che proseguirà nel mese di gennaio, per quanto riguarda invece il Codice per le autonomie ha spiegato che oggi vi sarà un tavolo tecnico e la prossima settimana un tavolo politico. “Al governo - ha affermato Errani - abbiamo fatto una proposta: creare una cabina di regia con i diversi ministri per sovrintendere e seguire il percorso”. I ministri interessati sono Amato, Lanzillotta, Chiti e il ministro dell'Economia Padoa Schioppa.

Quindi “Basta conflitti e sovrapposizioni – ha ribadito Errani – e sulla base di questo documento Regioni ed Autonomie sono pronte a fare la loro parte”, ha sottolineato precisando che se verrà chiuso l'iter nel 2007 ''sul terreno dell'ordinamento istituzionale il paese avrà fatto un passo avanti”. Errani ha infine ribadito che nel corso del seminario sul Titolo V, svolto con il Governo a novembre, e' stata accolta la proposta di Regioni ed Enti locali di istituire una cabina di regia che segua l'intero percorso di attuazione della riforma costituzionale del 2001, che coinvolge diversi ministeri.

Le Conferenze Unificata e Stato-Regioni devono diventare ''luogo di governo della cooperazione istituzionale'', ha aggiunto il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Vasco Errani, spiegando oggi a Palazzo Chigi la proposta al Governo lanciata a Regioni, Comuni,  Province e Comunità montane sull'attuazione del Titolo V della

Costituzione. Proposta che prevede appunto un rafforzamento del sistema delle Conferenze nella prospettiva di un migliore raccordo tra Stato, Regioni e Autonomie locali.

“Va superata la dimensione di 'parerificio' delle Conferenza -  ha precisato Errani - per dare a questo organismo un ruolo fondamentale nei percorsi legislativi, affinché non ci siano invadenze dello Stato e su questi punti i pareri della Conferenza  devono essere decisivi”. ''La Conferenza - ha concluso Errani - deve  diventare luogo di condivisione di scelte fondamentali, un punto di riferimento”.

E “Chiediamo la piena applicazione del Titolo V della Costituzione che consente di realizzare anche forme di autonomia più avanzata”. Ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ha risposto alla domanda dei giornalisti sulla richiesta di federalismo differenziato avanzata dalla Lombardia. “Naturalmente - ha aggiunto Errani - noi siamo un sistema Paese e quindi dobbiamo garantire che la funzione pubblica sia esercitabile anche laddove il contributo fiscale e' minore”.  Per questo Errani ha ricordato la richiesta di attuare un fondo perequativo che assicuri ai cittadini la parità nell'esercizio delle funzioni.“Il federalismo - ha concluso - e' un grande percorso di innovazione che abbiamo disperso o interrotto in nome di un confronto ideologico. E' il momento di cambiare marcia e il fatto che siamo tutti uniti su questa linea e' molto significativo”.

(sm/30.11.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top