Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 853 - martedì 16 gennaio 2007

Sommario
- Loiero e Cuffaro: cordoglio su tragedia collisione
- Formigoni: trasporto e ambiente; missioni all' estero
- Rischio siccità: allarme
- Bresso e Bassolino su partito democratico
- Trentino su annessione Lamon
- Galan-Ferrero: mancato incontro su immigrati

+T -T
Rischio siccità: allarme

(regioni.it) Rischio siccità soprattutto al nord. E’ l'allarme lanciato dalla Col diretti attraverso un monitoraggio. Fiumi, laghi e bacini si trovano al di sotto delle medie storiche degli ultimi 50 anni, su livelli che fanno temere il rischio siccita' per la prossima stagione primaverile se non interverranno al piu' presto precipitazioni o nevicate abbondanti. Ad esempio, rispetto alla media storica, il livello idrometrico del Lago di Como a Malgrate si trova 10 centimetri al di sotto, quello di Garda a Peschiera 30 centimetri e ben 40 centimetri mancano al Lago di Iseo a Sarnico.

In Emilia-Romagna si prospetta una crisi idrica da emergenza. La Regione chiedera' al ministero un incontro per disciplinare le risorse e costituira' un coordinamento per valutare la disponibilita' dell'irrigazione e le priorita'.

Il coordinamento si riunira' venerdi' per valutare la situazione e chiedera' al ministro per le politiche agricole Paolo De Castro (previsto un incontro con la Regione per giovedi') di convocare una riunione per il riconoscimento dei fabbisogni agricoli minimi nella gestione delle risorse.

 ''La situazione meteorologica delle ultime settimane - dice l'assessore all'Agricoltura Tiberio Rabboni - ipoteca seriamente la prosecuzione della nuova annata agraria: da un lato, le colture in atto presentano rilevanti anticipi del ciclo vegetativo e, di conseguenza, risultano particolarmente esposte agli effetti dannosi di probabili gelate. Dall'altro lato, le gia' scarse riserve idriche del terreno, specie in alcune zone della Regione, e le altrettanto scarse portate dei fiumi regionali, Po compreso, prospettano per i prossimi mesi un divario senza precedenti tra disponibilita' e fabbisogno idrico. Bisogna dunque agire tempestivamente per minimizzare un danno che in ogni caso ci sara' e colpira' le nostre principali produzioni agricole''.

Sos anche in Molise, con un livello delle acque dell'invaso del Liscione arrivato a 111 metri rispetto ai 122 dello stesso periodo dello scorso anno, con una distanza di soli 18 metri dal livello dell'adduttore per l'acqua potabile e di 20 da quello per l'irrigazione, e con una riduzione di 70 milioni di metri cubi di acqua rispetto all'anno precedente.

Non piove e l'acqua anche negli invasi lucani diminuisce anche se resta a livelli piu' che sufficienti. E' calato di oltre 150 milioni di metri cubi la capacita' degli invasi in Basilicata rispetto allo stesso giorno dell'anno scorso. Come risulta dalle rilevazioni pubblicate nella banca dati dell'Autorita' di Bacino della Basilicata nelle dighe lucane oggi il livello complessivo di acqua a disposizione e' di 419.183.729 metri cubi, una quota comunque molto elevata. Ma all'appello, rispetto al 16 gennaio del 2006, mancano ben 155.821.855 metri cubi a causa delle mancate piogge di questo mite inverno. La capacita' complessiva non desta comunque ancora preoccupazioni in Basilicata.

I rischi dovuti al cambiamento climatico non devono essere solo ''argomenti dei giorni di festa, mentre poi quando arriva il lunedi' la politica riprende il suo corso come se questo problema non esistesse. La questione chiede alla politica un salto'', così il presidente della Camera Fausto Bertinotti, al termine di un incontro con alcuni rappresentanti del Forum ambientalista, Lega ambiente, Greenpeace e Wwf. 

 (gs/16.01.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top