Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 854 - mercoledì 17 gennaio 2007

Sommario
- Rai: il testo del Contratto di servizio
- Rai; Gentiloni: nel contratto di servizio criteri per misurarne il "valore pubblico"
- Sanità: accordo Valle d'Aosta - Piemonte
- Servizi pubblici locali: salvaguardare autonomia regioni
- Federalismo; Ghigo: con Prodi ci vorranno 10 anni
- Regioni: uffici stampa e portavoce dei Presidenti

+T -T
Rai; Gentiloni: nel contratto di servizio criteri per misurarne il "valore pubblico"

(regioni.it) “Dare un indirizzo di maggiore qualità alla programmazione Rai; uno di maggiore servizio pubblico, in particolare nei confronti di quei cittadini che richiedono particolari tutele; e un altro d'impegno sull'innovazione, portando la Rai ad essere in prima fila nella corsa verso la tv digitale''. Sono queste, secondo il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, le innovazioni principali del contratto di servizio, che lega il governo alla Rai e di cui oggi e' iniziata l'analisi da parte della commissione di Vigilanza, con un'audizione dello stesso Gentiloni.

“Ora - ha detto Gentiloni, a margine dell'audizione - d'intesa con la commissione, una volta approvato, la vera sfida sarà quella di far rispettare questo strumento innovativo”.

Tra le novità, l'introduzione di un criterio misurabile di 'valore pubblico', ''un indice - ha spiegato il ministro - che utilizza un mix di indicatori che aiutano a valutare non solo gli ascolti, ma anche la qualità percepita e la cosiddetta corporate reputation (una valutazione d'insieme della qualita'). Questo sistema, già in uso in Francia e Regno Unito, costruisce un indice di valore pubblico che si baserà non solo sul successo degli ascolti ma anche sulla qualità”.

Proprio dal Parlamento arrivano avvertimenti e richieste: “Gli spazi riservati dalle reti Rai

all'informazione sull'attività del Parlamento risultano insufficienti a comunicare compiutamente ai cittadini la ricchezza e la complessità dell'attivita' parlamentare''. E' quanto scrivono i presidenti del Senato e della Camera, Franco Marini e Fausto Bertinotti, in una lettera al Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni e al presidente della Rai Claudio Petruccioli, resa nota oggi dal presidente della Commissione di Vigilanza Mario Landolfi a cui e' stata inviata per conoscenza. Per questo auspicano che la Rai, nella sua funzione di servizio pubblico, dia ''spazi più ampi agli appuntamenti riguardanti l'informazione parlamentare, in modo da consentire un maggiore approfondimento dei temi trattati e ne preveda la collocazione in fasce orarie nelle quali sia possibile raggiungere una più ampia platea di spettatori”. I due presidenti sottolineano che ''il Parlamento, dal canto suo, assicurerà un rinnovato impegno nello sviluppo delle iniziative rivolte alla divulgazione ed alla conoscenza dell'attività complessiva degli organi parlamentari e nel supporto ai rappresentanti della stampa per l'attivita' di acquisizione e diffusione delle informazioni nel quadro della più ampia collaborazione tra l'istituzione parlamentare ed il servizio pubblico. In tale contesto - continuano Marini e Bertinotti - potranno inoltre essere realizzate - in linea con gli indirizzi contenuti nel contratto di servizio della Rai - ulteriori forme di collaborazione relativamente allo sviluppo dei canali televisivi delle due Camere ed alla valorizzazione del patrimonio audiovisivo di cui sono depositarie''.

Per il Ministro Paolo Gentiloni, ''la richiesta dei presidenti e' molto importante. E' un richiamo autorevole - ha detto a margine dell'audizione in Vigilanza - che mi auguro venga raccolto dando piena attuazione al contratto di servizio, i cui obiettivi e principi non sono sempre attuati”. Il presidente della Vigilanza Landolfi, ha risposto con una missiva in cui sottolinea la sua cura ''nel rappresentare alla Commissione l'opportunità che i rilievi svolti nella sua lettera trovino ampio riscontro nella formulazione'' del parere che la stessa Vigilanza deve dare sul Contratto di servizio.

(sm/17.01.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top