Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 859 - mercoledì 24 gennaio 2007

Sommario
- 25 gennaio: Conferenza delle Regioni, Unificata, Stato-Regioni
- Comitato Regioni: vademecum sugli anziani
- Carburanti: la segnalazione dell'Autorità a Governo, Parlamento e Regioni
- Europa-Regioni: innovazione e ricerca
- Svimez: federalismo fiscale e Mezzogiorno
- Sanità: i vertici di Federsalute (Confcommercio) e di Federsanità (Anci)

+T -T
Svimez: federalismo fiscale e Mezzogiorno

(regioni.it) La questione dell’applicazione dell’articolo 119 della Costituzione, e cioè del “federalismo fiscale” - e, più specificamente, al documento proposto al Consiglio dei Ministri nella seduta del 22 dicembre 2006, da parte del Gruppo di lavoro nominato dal Ministro dell’Economia Padoa Schioppa – la SVIMEZ Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno ha riassunto nota (disponibile anche nel sito www.svimez.it) i propri convincimenti sui termini nei quali la questione deve essere affrontata per assicurare l’equità nel trattamento finanziario di tutti i cittadini delle diverse zone del Paese.

“Le ragioni del federalismo consistono nel consentire a tutti i cittadini d’Italia – tenendo fermo il concorso che a norma dell’art. 53 della Costituzione è da essi dovuto allo Stato – una più ampia libertà di disporre delle loro risorse per realizzare gli obiettivi perseguiti attraverso gli Enti territoriali. Ciò comporta – come è previsto, appunto, nella Costituzione – l’autonomia tributaria degli Enti medesimi, definita in modo chiaro e tecnicamente appropriato e, tra l’altro, richiede – data la condizione di strutturale debolezza relativa degli Enti del Mezzogiorno derivante dal minore sviluppo economico dell’area – che lo Stato determini meccanismi efficaci che consentano anche alle collettività a “minore capacità fiscale” un potere di variare utilmente l’importo delle loro risorse: anche nella finanza territoriale, cioè, spetta alla Repubblica, rimuovere gli ostacoli che impediscono una effettiva uguaglianza”.

Le questioni, per contro, derivano dalla situazione di fatto di un Paese come l’Italia che, anche per quanto concerne la finanza degli Enti territoriali, è tagliato in due parti. […] L’applicazione dell’art. 119 della Costituzione dovrebbe invece –prosegue la nota della Svimez -  consentire agli Enti di tutte le zone d’Italia – attraverso un mix appropriato di tributi, compartecipazioni e trasferimenti – di disporre, applicando l’aliquota base dei tributi, di risorse sufficienti a finanziare integralmente le funzioni pubbliche che sono ad essi affidate. Si tratta, come nell’art. 119 è scritto con ogni chiarezza, di livelli standard dei servizi che lo Stato ha l’impegno di definire e di cui esso deve, con i mezzi indicati, assicurare il finanziamento.[…]  Se la base di partenza che è posta nell’art. 119 della Costituzione, e cioè la copertura integrale del fabbisogno per tutte le funzioni pubbliche in via ordinaria attribuite alla competenza degli Enti, non viene assicurata, rischia di non potersi utilmente applicare il comma 5 dello stesso articolo, che prevede risorse ed interventi aggiuntivi, per mezzo dei quali si avvii in modo credibile il superamento del “dualismo nazionale”, cioè degli strutturali squilibri economici e sociali che sono in atto tra le diverse zone d’Italia. L’aggiuntività di questi interventi, che la Costituzione impone, in tanto può essere assicurata in quanto – conclude la Svimez - il livello di base sia appropriatamente stabilito e monitorato.

(red/24.01.07)

 

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top