Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 862 - lunedì 29 gennaio 2007

Sommario3
- Infrastrutture e ambiente: incontri e accordi
- CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC fabbisogno medici
- CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC trasporti : ripartizione spesa e proroga servizi
- Rossi-Turco su pronto soccorso
- CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC deroghe transitorie produzione formaggi
- Pianura Padana: possibile blocco auto il 25 febbraio

+T -T
Infrastrutture e ambiente: incontri e accordi

(regioni.it) ''Vorrei che i signori del no si trasformassero nei signori del si'', ha dichiarato in merito al problema delle infrastrutture il presidente della regione Lombardia Roberto Formigoni, che ha anche sostenuto il ministro Di Pietro: ''abbiamo lavorato insieme molto bene trovando soluzioni''.

E proprio il Ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, incontrera' domani il Presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco e il Presidente della Regione Molise, Angelo Michele Iorio, nell'ambito degli incontri finalizzati alla definizione del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per la programmazione e l'utilizzo dei fondi strutturali comunitari. Gli incontri, che sono in programma alle ore 16.00 per la Regione Abruzzo e alle ore 17.30 per la Regione Molise presso la sede  del Ministero delle Infrastrutture, serviranno per arrivare a una  definizione dei programmi in maniera condivisa e alla successiva  sottoscrizione di un accordo di programma con ciascuna delle  amministrazioni regionali interessate, per individuare e selezionare gli interventi da inserire nei piani.
Mentre il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Riccardo Illy, sostiene che ''la legge Obiettivo ha deluso, e' indispensabile che il Governo rimetta mano alle regole''. “Invito percio' il Governo, che in tema di infrastrutture ha un programma vago e impreciso, a cominciare a mettere mano alle norme''. In tema di infrastrutture e' mancata in questi ultimi anni, secondo il presidente Illy, una visione ''olistica'', capace cioe' di  cogliere le implicazioni generali delle scelte in gioco, e  questo sia da parte degli ambientalisti, sia da parte della  pubblica amministrazione. Gli ambientalisti - ha osservato Illy - hanno considerato sempre e soltanto l' impatto delle singole opere, senza tener conto che, per esempio, un' efficiente ferrovia ad alta velocita' e ad alta capacita' e' in grado di promuovere un riequilibrio modale, riducendo quindi l' inquinamento complessivo. Ma Illy ha anche invitato Regioni ed enti locali a guardare oltre i propri specifici interessi, poiche' le grandi infrastrutture hanno una valenza nazionale ed europea.
Altro tavolo di confronto “trasporti” al ministero dell’Ambiente per definire le linee di azione della mobilita' sostenibile e mettere a punto un programma di azioni efficaci per fare fronte all'emergenza quotidiana delle citta'. E' questo l'obiettivo della prima riunione del Tavolo per la mobilita' sostenibile del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare., che si terra' domani, con i ministri dell'Ambiente, della Sanita', delle Infrastrutture dei Trasporti, le Ferrovie dello Stato, i rappresentanti delle Regioni, Upi, Anci, Oms, Iss e associazioni ambientaliste.
"I recenti dati sull'inquinamento nelle citta' italiane -ha detto il ministro Alfonso Pecoraro Scanio – sono preoccupanti. Secondo l'ultimo rapporto dell'Agenzia per laprotezione dell'Ambiente, i valori giornalieri delle polveri sottili sono superiori ai limiti previsti nel 77% dei casi esaminati e la responsabilita' e' soprattutto del trasporto su strada. Continua a salire, infatti, il numero delle automobili: si calcolano oltre 500 autovetture ogni mille abitanti. Solo a Roma nel 2005 il parco auto e' cresciuto al ritmo di 3 auto l'ora, per un totale di 732 autovetture ogni mille abitanti. Mentre nel trasporto pubblico locale di superficie la quota dei mezzi alimentati a gasolio e' ancora dominante rispetto ai veicoli che utilizzano carburanti alternativi e le linee metropolitane sono presenti solo in un numero ristretto di citta'". "E' opportuno, pertanto - conclude il ministro dell'Ambiente - intervenire in tempi stretti, per puntare sulle politiche di mobilita' sostenibile".

Infine è stato definita tra gli assessori ai Trasporti della Regione Liguria e del Piemonte, Luigi Merlo e Daniele Borioli, una bozza di accordo interregionale sui servizi di trasporto pubblico locali sia su ferro che su gomma che comprende anche un tavolo tecnico per risolvere le problematiche della linea ferroviaria Acqui Terme-Genova.

''L'incontro e' servito - hanno spiegato gli assessori Merlo e Borioli - per fare il punto sui disservizi e arrivare ad un'intesa sia per quanto riguarda i servizi ferroviari di interesse regionale e locale sia per il trasporto su gomma''.

Il protocollo di intesa che va nella direzione dei consorzi fra piu' Regioni per costruire massa critica, stabilisce i reciproci impegni e prevede la costituzione di un tavolo di monitoraggio, in grado di fornire una visione complessiva del servizio e di un tavolo tecnico tra i soggetti coinvolti, per trovare soluzioni ai problemi dei pendolari.

''Per la prima volta - spiegano i due assessori - due Regioni concordano azioni comuni per il miglioramento della qualita' e la valorizzazione dei collegamenti interregionali''.

 (red/29.01.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC fabbisogno medici

 

(regioni.it) Proposta di Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, concernente la rilevazione del fabbisogno per il servizio sanitario nazionale, anche suddiviso per regioni, di medici chirurghi, veterinari, odontoiatri, farmacisti, biologi, chimici, fisici e psicologi, effettuata ai sensi dell’articolo 6 ter del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modifiche ed integrazioni, per l’anno accademico 2006/2007.

Punto 1) – Elenco B – O.d.g. Conferenza Stato-Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime avviso favorevole all’Accordo in oggetto, con la precisazione relativa alla Regione Lazio di rimodulare, sulla scorta degli impegni derivanti dalla riorganizzazione della rete ospedaliera  regionale in 900 unità il fabbisogno dei medici chirurghi per il 2006, di cui alla prima colonna della tabella del Ministero della Salute.

Roma, 25 gennaio 2007

(red/29.01.07

+T -T
CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC trasporti : ripartizione spesa e proroga servizi

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, riunitasi a Roma il 25 gennaio ha approvato due ordini del giorno in materia di trasporti.

Si riporta il testo integrale dei due ordini del giorno:

 

Le Regioni,

premesso

che l'art. 1, comma 973 della legge del 27 dicembre 2006 n. 296, recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - Legge Finanziaria, autorizza la spesa complessiva di euro 311 milioni per l'anno 2007 in relazione all'adeguamento dei corrispettivi per gli oneri di servizio pubblico sostenuti in attuazione dei contratti di servizio con le regioni di cui all'articolo 9 del decreto legislativo n. 422 e successive modificazioni, al relativo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 novembre 2000, ed all'articolo 52 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, ivi compreso il recupero del tasso di inflazione programmata degli anni precedenti,

considerato

che la norma incide sulla disciplina dei servizi ferroviari di interesse regionale e locale per i quali sono stati delegati alle regioni le funzioni e i compiti di programmazione e di amministrazione,

chiedono

al Governo di istituire un tavolo istituzionale tra lo Stato e le Regioni al fine di concordare, in tempi brevi, i criteri con cui ripartire la spesa complessiva di euro 311 milioni per l'anno 2007 prevista dall'art. 1 comma 973 della legge del 27 dicembre 2006 n. 296”.

 

Le Regioni,

premesso

che il Governo è stato più volte tempestivamente sensibilizzato circa la necessità per le Regioni di disporre, fino al 31 dicembre 2008, di una proroga del termine, ormai scaduto il 31 dicembre 2006, previsto dal decreto legislativo n. 422 del 1997 in relazione all’affidamento dei servizi di trasporto con gara;

che purtroppo tale proroga non risulta disposta,

considerato

che il mancato accoglimento di tale richiesta comporta uno scenario fortemente critico, oltre che per le Regioni stesse, soprattutto per gli Enti Locali

chiedono

nuovamente al Governo di introdurre nell’ordinamento - anche in sede di conversione del decreto-legge 28 dicembre 2006, n. 300 - una disposizione di differimento, fino al 31 dicembre 2008, del predetto termine previsto dal decreto legislativo n. 422.

 

+T -T
Rossi-Turco su pronto soccorso

(regioni.it) "Se fosse confermato quello che si legge dai giornali, il caso di Moncalieri sarebbe gravissimo. E' bene che il ministero della Salute o la Regione Piemonte istituiscano una Commissione d'inchiesta per far luce su quanto avvenuto". Lo ha dichiarato Enrico Rossi, assessore alla Sanita' della Toscana e coordinatore degli assessori regionali alla Sanita', commentando l'episodio accaduto ieri a Moncalieri, nei pressi di Torino, dove un uomo di 69 anni che si era sentito male e' deceduto a pochi metri dall'ospedale.

"Se i fatti sono andati come scrivono i giornali - afferma Rossi- non ci sono regolamenti che possono giustificarlo, perche' il buonsenso e il dovere di assistenza riguarda tutti i cittadini e tuttii medici. In sanita' pero' - aggiunge l'assessore - bisogna stare attenti a come si riferiscono le cose, alle volte infatti si rischia di generare un allarme infondato".

E' proprio per far luce su quanto accaduto che Rossi auspica un intervento del ministero della Salute o della Regione Piemonte: "sarebbe necessario - spiega - istituire una Commissione d'inchiesta che accerti bene le responsabilita'. In Italia - conclude l'assessore - le norme che regolano il funzionamento dei pronto soccorso ci sono epossono anche essere migliorate. Al di la' della regola pero', e' necessario che chi e' chiamato ad occuparsi della salute dei cittadiniusi sempre il buon senso".

E il ministro della salute Livia Turco ha scritto una lettera proprio a Rossi, in quanto Coordinatore degli Assessori alla Sanita' delle Regioni, nella quale chiede alle Regioni di adottare provvedimenti per superare ''quelle che appaiono come interpretazioni eccessivamente rigide dei protocolli di pronto soccorso''.

Norme che, spiega il ministro, anche se dettate da direttive di intervento basate sull appropriatezza, ''possono dare luogo a disfunzioni nelle operazioni di soccorso e creare disorientamento e sfiducia nei cittadini rispetto ad un servizio, quello del '118', che rappresenta uno dei punti di eccellenza del nostro sistema sanitario''.

''Il ministro Livia Turco ha ragione - risponde Rossi - e' opportuno ridefinire indirizzi e protocolli operativi che consentano su tutto il territorio nazionale un migliore funzionamento del sistema dell'emergenza-urgenza sanitaria'', afferma Rossi a riguardo. ''Un importante lavoro in questo senso - aggiunge - e' quello svolto della commissione tecnica permanente interregionale sull'emergenza-urgenza, non a caso presieduta proprio dalla Regione Piemonte, per definire linee di indirizzo organizzative per il buon funzionamento dei Pronto soccorso e del 118 e per una integrazione dei percorsi territoriali e ospedalieri''.

''Ma oltre a cio' - continua Rossi - ritengo siano assolutamente prioritarie due scelte politiche che devono riguardare una intesa tra governo e Regioni. In primo luogo e' decisivo organizzare all'interno di un unico Dipartimento l'attivita' del personale medico e infermieristico che opera nei Pronto soccorso e nel 118, allo scopo di garantire una assoluta continuita' in ogni fase degli interventi di emergenza-urgenza. In secondo luogo istituire quanto prima, d'intesa tra Ministero della salute, Universita' e Regioni, presso le Facolta' di Medicina, la Scuola di Specializzazione in emergenza-urgenza, la cui mancanza nel nostro paese rappresenta una carenza grave nel panorama europeo. Proprio per coprire questa carenza una Regione come la Toscana ha pensato di svolgere, d'intesa con l'Universita', propri corsi di formazione che si sono avvalsi della consulenza dell'Universita' di Harward, che puo' ritenersi un punto di eccellenza internazionale in questo settore''.''In ogni caso - conclude- se il ministro lo riterra' opportuno, sui punti enunciati e in particolare sulla organizzazione del Dipartimento unico emergenza-urgenza e sulla istituzione della Scuola di Specializzazione, in tempi brevi si potra' delineare un protocollo operativo tra governo e Regioni''.

 (red/29.01.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC deroghe transitorie produzione formaggi

(regioni.it) Intesa tra il governo, le regioni e le province autonome di trento e di bolzano in materia di deroghe transitorie per la produzione di formaggi prodotti con latte bovino e con periodo di maturazione di almeno 60 giorni

ai sensi dei regolamenti ce n. 852 e 853 del 2004

Punto 4) – Elenco B – Conferenza Stato-Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime avviso favorevole all’Intesa precisando che il testo dell’articolo 2, che conteneva un errore materiale, è così riformulato di concerto con il Ministero della Salute:

Art. 2

1. Gli operatori del settore alimentare, diversi da quelli dell’art. 1, comma 2, che intendono avvalersi della deroga transitoria di tre anni a partire dal 1° gennaio 2006, per l’impiego di latte crudo di cui all’art. 1, lettera a) e b) per la produzione di formaggi che richiedono un periodo di stagionatura o maturazione superiore ai 60gg., devono presentare domanda di adesione al protocollo regionale di ripristino di conformità per il latte crudo previste all’All. III, Sez. IX del Reg. CE 853/04.

Inoltre si chiede che nell’elenco riportato sotto Allegato venga espunta la parola “Valdostana” al punto 2 riferita alla Fontina.

Roma, 25 gennaio 2007

(red/29.01.07)

+T -T
Pianura Padana: possibile blocco auto il 25 febbraio

(regioni.it) La Regione Lombardia studia un incontro con i presidenti delle regioni del Nord per valutare un possibile blocco delle auto, per combattere lo smog, in tutta la Pianura Padana per il prossimo 25 febbraio. Il blocco non sara', come in un primo tempo annunciato, il 31 marzo ma, appunto, l'ultima domenica di febbraio.

Ad aprire verso queste ipotesi e' stato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, il quale ha spiegato che prima di prendere questa decisione ci sara' un tavolo di confronto con le altre Regioni del Nord-Italia. ''E' previsto un incontro - ha spiegato Formigoni - con le altre Regioni del Nord per valutare la possibilita' di un blocco del traffico sull'intera Pianura Padana''.

(red/29.01.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top