Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 862 - lunedì 29 gennaio 2007

Sommario
- Infrastrutture e ambiente: incontri e accordi
- CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC fabbisogno medici
- CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC trasporti : ripartizione spesa e proroga servizi
- Rossi-Turco su pronto soccorso
- CONFERENZA REGIONI 25.01.07 - DOC deroghe transitorie produzione formaggi
- Pianura Padana: possibile blocco auto il 25 febbraio

+T -T
Rossi-Turco su pronto soccorso

(regioni.it) "Se fosse confermato quello che si legge dai giornali, il caso di Moncalieri sarebbe gravissimo. E' bene che il ministero della Salute o la Regione Piemonte istituiscano una Commissione d'inchiesta per far luce su quanto avvenuto". Lo ha dichiarato Enrico Rossi, assessore alla Sanita' della Toscana e coordinatore degli assessori regionali alla Sanita', commentando l'episodio accaduto ieri a Moncalieri, nei pressi di Torino, dove un uomo di 69 anni che si era sentito male e' deceduto a pochi metri dall'ospedale.

"Se i fatti sono andati come scrivono i giornali - afferma Rossi- non ci sono regolamenti che possono giustificarlo, perche' il buonsenso e il dovere di assistenza riguarda tutti i cittadini e tuttii medici. In sanita' pero' - aggiunge l'assessore - bisogna stare attenti a come si riferiscono le cose, alle volte infatti si rischia di generare un allarme infondato".

E' proprio per far luce su quanto accaduto che Rossi auspica un intervento del ministero della Salute o della Regione Piemonte: "sarebbe necessario - spiega - istituire una Commissione d'inchiesta che accerti bene le responsabilita'. In Italia - conclude l'assessore - le norme che regolano il funzionamento dei pronto soccorso ci sono epossono anche essere migliorate. Al di la' della regola pero', e' necessario che chi e' chiamato ad occuparsi della salute dei cittadiniusi sempre il buon senso".

E il ministro della salute Livia Turco ha scritto una lettera proprio a Rossi, in quanto Coordinatore degli Assessori alla Sanita' delle Regioni, nella quale chiede alle Regioni di adottare provvedimenti per superare ''quelle che appaiono come interpretazioni eccessivamente rigide dei protocolli di pronto soccorso''.

Norme che, spiega il ministro, anche se dettate da direttive di intervento basate sull appropriatezza, ''possono dare luogo a disfunzioni nelle operazioni di soccorso e creare disorientamento e sfiducia nei cittadini rispetto ad un servizio, quello del '118', che rappresenta uno dei punti di eccellenza del nostro sistema sanitario''.

''Il ministro Livia Turco ha ragione - risponde Rossi - e' opportuno ridefinire indirizzi e protocolli operativi che consentano su tutto il territorio nazionale un migliore funzionamento del sistema dell'emergenza-urgenza sanitaria'', afferma Rossi a riguardo. ''Un importante lavoro in questo senso - aggiunge - e' quello svolto della commissione tecnica permanente interregionale sull'emergenza-urgenza, non a caso presieduta proprio dalla Regione Piemonte, per definire linee di indirizzo organizzative per il buon funzionamento dei Pronto soccorso e del 118 e per una integrazione dei percorsi territoriali e ospedalieri''.

''Ma oltre a cio' - continua Rossi - ritengo siano assolutamente prioritarie due scelte politiche che devono riguardare una intesa tra governo e Regioni. In primo luogo e' decisivo organizzare all'interno di un unico Dipartimento l'attivita' del personale medico e infermieristico che opera nei Pronto soccorso e nel 118, allo scopo di garantire una assoluta continuita' in ogni fase degli interventi di emergenza-urgenza. In secondo luogo istituire quanto prima, d'intesa tra Ministero della salute, Universita' e Regioni, presso le Facolta' di Medicina, la Scuola di Specializzazione in emergenza-urgenza, la cui mancanza nel nostro paese rappresenta una carenza grave nel panorama europeo. Proprio per coprire questa carenza una Regione come la Toscana ha pensato di svolgere, d'intesa con l'Universita', propri corsi di formazione che si sono avvalsi della consulenza dell'Universita' di Harward, che puo' ritenersi un punto di eccellenza internazionale in questo settore''.''In ogni caso - conclude- se il ministro lo riterra' opportuno, sui punti enunciati e in particolare sulla organizzazione del Dipartimento unico emergenza-urgenza e sulla istituzione della Scuola di Specializzazione, in tempi brevi si potra' delineare un protocollo operativo tra governo e Regioni''.

 (red/29.01.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top