Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 868 - mercoledì 7 febbraio 2007

Sommario3
- Federalismo fiscale: Regioni presenteranno documento unitario a Governo
- Ferrero: un "Piano" per la casa. Stufara (regioni) verso soluzione per disagio abitativo
- 25.01.07: Documenti Conferenza Stato-Regioni
- Regioni del nord per la riduzione dell'inquinamento atmosferico
- 25.01.07: Documenti Conferenza Unificata
- 01.02.07: Documenti Conferenza Stato-Regioni

+T -T
Federalismo fiscale: Regioni presenteranno documento unitario a Governo

(regioni.it) E' in programma per domani pomeriggio (8 febbraio, ndr) un primo vertice fra il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa e una delegazione di presidenti di Regione per affrontare le linee guida del provvedimento di attuazione dell'art. 119 della Costituzione, quello cioe' che regola il federalismo fiscale sul quale il governo sta lavorando. E domani le regioni presenteranno al governo un documento unitario e condiviso sul federalismo fiscale. E' quanto ha affermato (ascolta il file audio su www.regioni.it) il presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome, Vasco Errani, al termine della riunione della stessa conferenza durante la quale oggi pomeriggio e' stata messa a punto la proposta delle regioni in materia di federalismo fiscale.

“Abbiamo elaborato e approvato all'unanimità un documento di indirizzo molto importante -ha precisato Errani- che oltre ai principi fondamentali per l'applicazione del Titolo V della Costituzione (solidarieta', autonomia, compartecipazione a grandi tributi erariali,tributi propri) indica anche un percorso di merito molto importante".

“E' un contributo significativo -ha proseguito Errani- che risolve il tema dell'unita' del Paese: Nord, Sud, Centro, grandi e piccoli si sono ritrovati in un'intesa molto importante".

I punti principali dell'accordo sono, come ha spiegato il presidente, "il pieno finanziamento dei livelli essenzialidelle prestazioni". A tale proposito le regioni hanno voluto sottolineare il tema del trasporto pubblico locale in considerazione "della particolare importanza di questo servizio per il quale deve essere assicurato un adeguato finanziamento che garantisca, sulla basedi standard verificati, il servizio in tutto il Paese".”C'e' poi un meccanismo perequativo -ha aggiunto- che tiene conto del fatto che si costruisce un percorso di convergenza rispetto alla spesa storica". "Domani -ha concluso Errani- incontreremo il governo e iniziera' un lavoro molto significativo che per noi deve avere come scadenza il fatto che a partire dalla Finanziaria 2008 entri in vigore il federalismo fiscale".

Il sistema delle regioni si presenta all'incontro con il governo, in programma per domani, con una proposta ''per la prima volta forte e unitaria'': è la sintesi rapida fatta dal presidente della Campania, Antonio Bassolino, nella riunione ancora in corso della conferenza delle Regioni. “Quello che tutte le Regioni sostengono - ha spiegato il Presidente campano, lasciando la riunione - e' un federalismo solidale, capace di garantire diritti uniformi sul territorio nazionale come la salute, l'assistenza sociale e l'istruzione''. Un capitolo aperto rispetto alla ''bozza Giarda'' trasmessa alle Regioni dal governo, riguarda il Trasporto pubblico locale (Tpl). Secondo la formulazione del governo, si tratterebbe infatti di un servizio di ''secondo livello'', tale cioè da essere finanziato solo in parte dallo stato, mentre per le Regioni si tratta di un servizio primario

“Anche se si stanno limando alcuni dettagli, sono ottimista sul fatto che le Regioni consegneranno al governo un documento condiviso”. aveva spiegato il Presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, uscendo dalla seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni dedicata proprio al tema del federalismo fiscale, in vista dell'incontro di domani pomeriggio con il governo. L'aver raggiunto una condivisione su questo argomento è comunque , per il presidente Formigoni, ''un risultato straordinario”.

(red/07.02.07)

+T -T
Ferrero: un "Piano" per la casa. Stufara (regioni) verso soluzione per disagio abitativo

(regioni.it) “Un atto di civiltà” che ha potuto contare al Senato sui voti della maggioranza, “anche se non sfugge la sensibilita' dimostrata sull'argomento dai senatori di Alleanza Nazionale. Cosi' il ministro della Solidarieta' sociale, Paolo Ferrero, ha commentato l'approvazione in Senato della proposta di legge che ''blocca gli sfratti e propone l'avvio di un percorso, insieme a Regioni e Comuni, per realizzare un piano articolato per le politiche abitative, di cui sono stato il primo firmatario. Considero questo voto - ha aggiunto il ministro - come un atto di civilta' che evitera' che migliaia di famiglie con anziani, bambini e portatori di handicap, siano sfrattati. Mi sembra importante sottolineare come su questo tema l'Unione abbia potuto contare al Senato sulla propria maggioranza, anche se non sfugge la sensibilita' dimostrata sull'argomento dai senatori di Alleanza nazionale''. “La legge impegna pero' il Governo anche all'elaborazione di un piano pubblico sulla casa, piano per il quale dovranno ora essere reperite le risorse necessarie. Con tutta evidenza - ha concluso il ministro - quella abitativa e' una delle grandi questioni sociali aperte nel paese: per questo ho chiesto che fosse inserita nell'agenda nel tavolo sul welfare che si è aperto tra le parti sociali e il Governo''.

“Accolgo con soddisfazione – ha detto l’assessore alle politiche sociali e abitative della Regione Umbria e coordinatore degli assessori regionali alle politiche abitative, Damiano Stufara - l’approvazione da parte del Senato del disegno di legge per la riduzione del disagio abitativo per particolari categorie sociali, con l’impegno, anche da parte nostra, di sollecitare  al più presto la convocazione del Tavolo di concertazione finalizzato a definire un programma nazionale di edilizia residenziale”. In qualità di coordinatore degli assessori regionali alle politiche abitative Stufara ha evidenziato che “il provvedimento per la prima volta  permette l’avvio di una potenziale soluzione del disagio abitativo che coinvolge ormai fasce sempre più larghe di popolazione. La decisione di oggi – ha concluso – non affronta solo l’emergenza, ma getta le basi per una soluzione del problema”.

(red/07.02.07)

+T -T
25.01.07: Documenti Conferenza Stato-Regioni

(regioni.it) Documenti della Conferenza Stato-Regioni del 25 gennaio 2007:

25/01/2007

Parere sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 8 febbraio 2006, n. 114 recante attuazione delle direttive 2003/89/CE, 2005/26/CE 2005/63/CE e 2004/77/CE in materia di indicazione degli ingredienti contenuti nei prodotti alimentari. Punto 9B - Repertorio Atti n. 16/CSR

25/01/2007

Proposta del Ministro della salute di assegnazione alla Regione Umbria delle risorse vincolate ai sensi dell’articolo 1, comma 34, della legge 23 dicembre 1996, n. 662 per la realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale del piano Sanitario Nazionale 2003-2005, individuati con l’accordo Stato – Regioni del 24 luglio 2003. Anno 2005. Punto 6/B - Repertorio Atti n. 8/CSR

25/01/2007

Intesa sulla proposta del Ministro della salute di nomina del Presidente dell'Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali. Punto 7/B - Repertorio Atti n. 9/CSR

25/01/2007

Sostituzione di un rappresentante regionale in seno al Consiglio di Amministrazione del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA). Punto 14/B - Repertorio Atti n. 12/CSR

25/01/2007

Proposta di accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, concernente la rilevazione del fabbisogno per il Servizio sanitario nazionale, anche suddiviso per Regioni, di medici chirurghi, veterinari, odontoiatri, farmacisti, biologi, chimici, fisici e psicologi, effettuata ai sensi dell’articolo 6 ter del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modifiche ed integrazioni, per l’anno accademico 2006/2007. Punto 1B - Repertorio Atti n. 17/CSR

25/01/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali recepimento della decisione della Commissione U.E. n. 2006/749/CE del 31 Ottobre 2006 concernente misure fitosanitarie d’emergenza contro la propagazione dell’organismo nocivo Pseudonomas solanacearum (Smith) Smith per quanto riguarda l’Egitto. Punto 11/B - Repertorio Atti n. 1/CSR

25/01/2007

Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di deroghe per i prodotti tradizionali ai sensi dei Regolamenti CE nn. 852 e 853 del 2004. Punto 2/B - Repertorio Atti n. 4/CSR

25/01/2007

Proposta del Ministro della salute di nomina del Direttore dell'Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (ASSR). Punto 8/B - Repertorio Atti n. 10/CSR

25/01/2007

Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali recante attuazione del decreto legislativo 27 maggio 2005, n.102, sulla regolazione dei mercati a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera c), della legge 7 marzo 2003, n. 38, recante requisiti minimi per il riconoscimento delle organizzazioni dei produttori, le modalità per il controllo e per la vigilanza delle organizzazioni dei produttori, al fine di accertare il rispetto dei requisiti per il riconoscimento nonché le modalità per la revoca del riconoscimento. Punto 12/B - Repertorio Atti n. 11/CSR

25/01/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale di riparto, per l’annualità 2005, della quota del Fondo per l’occupazione a favore delle Regioni e Province autonome per il finanziamento di progetti di formazione di lavoratori occupati. Punto 10/B - Repertorio Atti n. 14/CSR

25/01/2007

Parere in merito al Decreto-Legge 27 dicembre 2006, n. 297 recante:”Disposizioni urgenti per il recepimento delle direttive comunitarie 2006/48/CE e 2006/49/CE e per l’adeguamento a decisioni in ambito comunitario relative all’assistenza a terra negli aeroporti, all’Agenzia nazionale per i giovani e al prelievo venatorio, relativamente all’articolo 4.” Punto 1A - Repertorio Atti n. 15/CSR

25/01/2007

Ipotesi di Accordo collettivo nazionale concernente “Integrazione dell’articolo 21 dell’ACN del 23 marzo 2005 per la disciplina dei rapporti con i Medici specialisti ambulatoriali interni, veterinari ed altre professionalità sanitarie”. Punto 2/A - Repertorio Atti n. 2/CSR

25/01/2007

Designazioni di tre esperti della Conferenza Stato – Regioni quali componenti del Comitato Scientifico dell’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro(ISPESL). Punto 3/A - Repertorio Atti n. 3/CSR

25/01/2007

Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di vendita diretta di latte crudo per l’alimentazione umana. Punto 3/B - Repertorio Atti n. 5/CSR

25/01/2007

Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di deroghe transitorie per la produzione di formaggi prodotti con latte bovino e con periodo di maturazione di almeno 60 giorni ai sensi dei Regolamenti CE n. 852 e 853 del 2004. Punto 4/B - Repertorio Atti n. 6/CSR

25/01/2007

Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano relativa alle linee guida sui molluschi bivalvi e alla nuova regolamentazione comunitaria. Punto 5/B - Repertorio Atti n. 7/CSR

25/01/2007

Sostituzione di due rappresentanti regionali in seno alla Commissione per i prodotti sementieri di varietà geneticamente modificate. Punto 13/B - Repertorio Atti n. 13/CSR

 

 (red/07.02.07)

+T -T
Regioni del nord per la riduzione dell'inquinamento atmosferico

(regioni.it) “L’accordo tra le Regioni Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto, Province autonome di Trento e di Bolzano e le Repubblica e Cantone del Ticino per la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento atmosferico” Prevede una serie di misure specifiche e di azioni comuni.

1)                 prosecuzione delle politiche di sostegno e sviluppo del trasporto pubblico locale, orientate all'eliminazione dei mezzi più inquinanti e all'acquisto di veicoli a migliore tecnologia e bassi livelli di emissione;

2)                 individuazione e attuazione dei provvedimenti necessari ad adottare un programma progressivo che porti all'introduzione, entro il 2010, della limitazione alla circolazione per tutti i veicoli più inquinanti, nonché dell' obbligo dei filtri antiparticolato o altri sistemi di contenimento del particolato, per tutti gli autoveicoli diesel, anche i più recenti, individuando, per quanto possibile, misure economiche e fiscali per incentivare la realizzazione del processo;

3)                 divieto d'uso dell'olio combustibile e sue emulsioni negli impianti di riscaldamento su tutto il territorio;

4)                 attuazione di una campagna informativa sui vantaggi e sulle problematiche legate alla combustione della legna da ardere e delle biomasse, indirizzandone, ove opportuno, l'utilizzo in impianti di taglia media (1-20 MWt) a servizio di reti di teleriscaldamento;

5)                 definizione congiunta di limiti di emissionepiù restrittividi quelli previsti dalla normativa nazionale per la combustione della legna e delle biomasse ;

6)                 introduzione progressiva sul territorio di competenza degli Enti firmatari dell'obbligatorietà della certificazione dei nuovi impianti a legna e biomasse con potenza termica <35 kW, nonchè delle stufe e dei caminetti alimentati a legna e biomasse;

7)                 attivazione di un confronto dei risultati delle modellazioni già avviate dagli Enti firmatari e dal Ministero dell' Ambiente, per valutarne la confrontabilità dei risultati, verificarne il soddisfacimento degli obiettivi di qualità dei dati, e migliorarne le prestazioni;

8)                 valutazione modellistica dei benefici attesi sulla qualità dell' aria derivanti dalle misure di limitazione delle emissioni adottate congiuntamente e quantificazione del peso delle fonti emissive di importanza nazionale (quali autostrade o grandi impianti);

Per quanto riguarda poi le misure minime da adottarsi fin dai prossimi mesi, si provvederà a:

a)                                         limitare la circolazione nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dei veicoli alimentati a benzina con omologazioni precedenti all'EURO 1, dei veicoli diesel con omologazioni precedenti all'EURO 2 (salvo differenti programmi pluriennali) e dei motoveicoli e ciclomotori a due tempi non conformi alla normativa EURO 1, nelle fasce orarie e secondo le modalità stabilite dai singoli Enti firmatari;

b)                                         richiedere ai Governi di sostenere gli Enti firmatari nel prevedere, nelle stagioni invernali, idonee misure per la riduzione delle emissioni da traffico autostradale, quali, ad esempio, la limitazione della velocità di percorrenza o il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti;

c)                                          indire congiuntamente il fermo esteso della circolazione,orientativamente dalle ore 8.00 alle ore 20.00, nella giornata di domenica 25 febbraio 2007 (ad eccezione della Repubblica e Canton del Ticino), per tutti i veicoli privati, dal quale potranno essere esclusi i veicoli elettrici, ibridi, bimodali, bifuel, a metano e a gpl, i veicoli Euro 4 a benzina, i veicoli Euro 4 diesel dotati di sistemi di contenimento del particolato, nonché quanti altri oggetto dello specifico regime di deroga adottato dalle Amministrazioni competenti per territorio;

d)                                         introdurre nelle zone ritenute più critiche per la qualità dell' aria limitazioni alla combustione della legna da ardere e delle biomasse, in tutti i casi in cui siano disponibili per il riscaldamento altre fonti energetiche che possano soddisfare totalmente il fabbisogno termico necessario (GN, GPL, gasolio, ecc.), ad esclusione di apparecchi che rispondano a requisiti di alta qualità energetica ed emissiva;

e)                                         promuovere una campagna di incentivazione alla rottamazione dei veicoli più inquinanti e di sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento civile nonché di stufe a legna;

f)                                          promuovere una campagna di comunicazione congiunta sulle misure adottate, volta anche ad incentivare e diffondere comportamenti virtuosi per il contenimento delle emissioni..

Annualmente, e comunque con cadenza periodica, i componenti del Tavolo Tecnico forniranno ai firmatari del presente Accordo un rapporto di dettaglio contenente il bilancio delle misure fino a quel momento adottate.

Dalle agenzie di stampa:

Ansa - 07/02: SMOG:PRESIDENTI REGIONI NORD,GOVERNO SOSTENGA NOSTRO SFORZO (2)...     
Ansa - 07/02: SMOG: ERRANI; ACCORDO E' RISULTATO IMPORTANTE ...                     
Agi - 07/02: SMOG: FIRMATO ACCORDO PER STOP AUTO 25/2 IN REGIONI PADANE ...        
Asca - 07/02: SMOG: BRESSO, SFIDA SI VINCE CON AIUTO POPOLAZIONE ...              
Asca - 07/02: SMOG: FORMIGONI, GOVERNO SOSTENGA SFORZI REGIONI NORD ...           
Ansa - 07/02: SMOG: PRESIDENTI REGIONI NORD,GOVERNO SOSTENGA NOSTRO SFORZO...        

adnkronos 07/02: SMOG: FIRMATO ACCORDO REGIONI NORD ITALIA PER BLOCCO 25 FEBBRAIO =

asca 07/02: SMOG: IACOP (FVG), COL FERMO INIZIA PERCORSO VIRTUOSO =

adnkronos 07/02: SMOG: GALAN, BENE IL BLOCCO DELLE AUTO IL 25 FEBBRAIO =

asca 07/02: SMOG: CONTA (VENETO), ELIMINEREMO MEZZI TRASPORTO PIU' INQUINANTI =

adnkronos  07/02: SMOG: REGIONI NORD, GOVERNO CI SOSTENGA IN LOTTA A INQUINAMENTO =

ansa  07/02: SMOG:PRESIDENTI REGIONI NORD,GOVERNO SOSTENGA NOSTRO SFORZO (2)

ansa 07/02: SMOG: ERRANI; ACCORDO E' RISULTATO IMPORTANTE

agi 07/02: SMOG: FIRMATO ACCORDO PER STOP AUTO 25/2 IN REGIONI PADANE =

asca  07/02: SMOG: BRESSO, SFIDA SI VINCE CON AIUTO POPOLAZIONE =  

asca  07/02: SMOG: FORMIGONI, GOVERNO SOSTENGA SFORZI REGIONI NORD =  

ansa  07/02: SMOG: PRESIDENTI REGIONI NORD,GOVERNO SOSTENGA NOSTRO SFORZO

ansa  06/02: SMOG: 'PATTO' REGIONI NORD SI ALLARGA A FVG E VALLE AOSTA

(red/07.02.07)

+T -T
25.01.07: Documenti Conferenza Unificata

(regioni.it) Documenti della Conferenza Unificata del 25 gennaio 2007:

25/01/2007

Designazione di due componenti del Comitato tecnico consultivo dell’ENIT- Agenzia Nazionale del Turismo. (DESIGNAZIONE) Punto 5 dell'o.d.g. - Rep. atti n.7/CU

25/01/2007

Parere sulla proposta del Ministro dell’economia e delle finanze relativa al rinnovo dell’incarico all’arch. Elisabetta SPITZ di Direttore dell’Agenzia del demanio, ai sensi dell’articolo 67, comma 2 del decreto legislativo n.300/1999. Punto 4B dell'o.d.g. - Rep. atti n.6/CU

25/01/2007

Designazione di un membro del Comitato di vigilanza e di controllo sulla gestione dei RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). (DESIGNAZIONE) - Punto 5A dell'o.d.g. - Rep. atti n.8/CU

25/01/2007

Acquisizione della designazione di un componente del Collegio dei revisori dei conti dell’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del decreto ministeriale 31 maggio 2001. Punto 3A dell'o.d.g. - Rep. atti n.2/CU

25/01/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministero della economia e delle finanze concernente la codificazione degli incassi e dei pagamenti delle Regioni e delle Province autonome, ai fini dell’attuazione del sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici (SIOPE). Punto 1B dell'o.d.g. - Rep. atti n.3/CU

25/01/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale di modifica al decreto ministeriale 18 marzo 2005 recante “Criteri e modalità di riparto delle risorse alle Regioni e alle Province autonome finalizzate alla realizzazione di tirocini formativi e di orientamento, inseriti in processi di mobilità geografica”. Punto 3B dell'o.d.g. - Rep. atti n.5/CU

25/01/2007

Designazione di due rappresentanti della Conferenza Stato–Regioni unificata con la Conferenza Stato–città ed autonomie locali quali componenti del Consiglio di amministrazione dell’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali. (DESIGNAZIONE) - Rep. atti n.1/CU

25/01/2007

Designazione di due rappresentanti della Conferenza Stato–Regioni unificata con la Conferenza Stato–città ed autonomie locali quali componenti del Consiglio di amministrazione dell’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali. Punto 2 dell'o.d.g. - Rep. atti n.1/CU

25/01/2007

Parere sullo schema di decreto del Ministero della economia e delle finanze concernente la codificazione degli incassi e dei pagamenti delle strutture sanitarie, ai fini dell’attuazione del sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici (SIOPE) Punto 2B dell'o.d.g. - Rep. atti n.4/CU

 

(red/07.02.07)

+T -T
01.02.07: Documenti Conferenza Stato-Regioni

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top