Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 877 - martedì 20 febbraio 2007

Sommario
- Valle d'Aosta: autonomia contro centralismo e...via il ticket
- Fisco; Formigoni: "introdurre il quoziente familiare"
- Pubblico impiego: continua confronto Governo-Regioni su memorandum
- Economia: Istat; aumentano fatturato, ordini e PIL
- Fisco; Bovi: istituzioni migliori, evasione minore
- Uno studio su "L'amministrazione regionale"

+T -T
Valle d'Aosta: autonomia contro centralismo e...via il ticket

(regioni.it)  Sarà probabilmente una celebrazione dell'autonomia valdostana “non rituale” e avrà il carattere di un appello alla mobilitazione interna contro ''un centralismo dello Stato che rialza la testa''.

Il difficile quadro di rapporti tra Stato e Regione, complicato da una Finanziaria giudicata eccessivamente invasiva delle competenze autonomistiche, e la necessita' di una riforma dello Statuto speciale valdostano che ''ha bisogno - spiega il presidente della giunta Luciano Caveri - di essere revisionato alla luce dei cambiamenti storici del dopoguerra'' saranno domenica prossima ad Aosta gli argomenti 'clou' di una cerimonia ufficiale che avra' come ospite d'onore un esponente istituzionale di un'altra Regione autonoma, il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Giacomo Spissu. Su questi temi Spissu si confrontera' con i presidenti di Regione e Consiglio regionale valdostani, Caveri ed Ego Perron, cosi' come con il presidente del Consiglio permanente degli enti locali valdostani, Diego Empereur.

La Regione autonoma Valle d'Aosta ricordera' in questa occasione il 58/esimo anniversario dell'approvazione dello Statuto speciale di autonomia e il 61/esimo compleanno dell'assemblea legislativa regionale, riunitasi, per la prima volta, all'indomani della liberazione, il 10 gennaio 1946. Un percorso di autonomia, durato oltre un sessantennio, che ora, secondo il presidente Caveri, potrebbe smarrire la propria meta: ''la gran parte dei poteri, funzioni e competenze della Valle d'Aosta, compresa l'organizzazione finanziaria - spiega Caveri in un editoriale pubblicato sul sito internet della Regione - rischiano oggi di essere messi in discussione''.

Nel frattempo la Valle d'Aosta si appresta a “cancellare” il ticket sanitario di 10 euro sulle ricette per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, introdotto dalla Finanziaria dello Stato. Il disegno di legge regionale, che dovrà compiere ora il suo iter consigliare, anticipa la possibilità per le Regioni di disapplicare la norma finanziaria; opzione prevista da un decreto legge del governo, che tuttavia non e' ancora stato approvato in via definitiva dal Parlamento.

“Entro 30 giorni dall' entrata in vigore della legge - spiegano il presidente della Regione, Luciano Caveri e l'assessore alla Sanita', Antonio Fosson - la Giunta individuerà le prestazioni a maggior costo sulle quali applicare una quota fissa, di importo comunque non superiore a 10 euro, al fine di disincentivarne l'accesso inappropriato”. Il provvedimento regionale tiene anche conto del particolare  sistema finanziario della sanita' regionale i cui costi, che ammontano a oltre 250 milioni di euro all'anno, sono dal 1995 interamente a carico della Regione. Spetta dunque all'Amministrazione regionale definire le scelte strategiche in materia di funzionamento dei servizi sanitari e pertanto gli introiti derivanti dalle nuove misure ''saranno destinati - evidenziato Fosson - al finanziamento di attivita' sanitarie rilevanti nei settori dell'emergenza e della prevenzione sul territorio''.

(red/20.02.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top