Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 904 - martedì 3 aprile 2007

Sommario
- Conferenza Regioni: federalismo fiscale all'ordine del giorno
- Sanità: Regioni discutono su ticket
- Welfare: per Ferrero si deve arrivare a Testo Unico
- Iorio: federalismo fiscale...ma solidale
- Regioni: via libera a II biennio contratto dirigenti
- Spesa sanitaria: si riapre conflitto Sicilia-Governo

+T -T
Spesa sanitaria: si riapre conflitto Sicilia-Governo

(regioni.it) “A distanza di tre mesi dalla battaglia sull’aumento imposto dallo Stato alla quota di compartecipazione della Sicilia alla spesa sanitaria il Governo nazionale si rimangia quanto scritto nella legge finanziaria e tenta nuovamente di scaricare interamente sulle casse della Regione i maggiori oneri unilateralmente imposti da Roma in modo del tutto illegittimo.” Lo denuncia – in un comunicato - il presidente della Regione Siciliana Salvatore Cuffaro nell’approssimarsi della scadenza del 30 aprile stabilita dalla stessa finanziaria per raggiungere un accordo fra Stato e Regione per l’applicazione di questi articoli di legge. In base alla Legge Finanziaria statale per il 2007, come si ricorderà, il concorso percentuale della Regione siciliana al finanziamento della spesa sanitaria è destinato ad essere progressivamente incrementato nel triennio 2007-2009. Si dovrebbe procedere alla copertura della maggiore spesa attraverso il trasferimento alla Regione di una percentuale delle accise sui prodotti petroliferi immessi in consumo nel territorio dell’Isola corrispondente proprio al maggiore onere.

Le modalità di questo incremento di spesa e del relativo trasferimento compensativo di risorse devono essere individuate con una apposita intesa tra Governo nazionale e Governo regionale.

Poiché è previsto che l’intesa debba perfezionarsi entro il 30 aprile 2007, la Regione ha subito stimolato l’adozione delle necessarie iniziative che, tuttavia, ad oggi non hanno conseguito l’effetto sperato. “Questo perché – denuncia il presidente della Regione - il Ministero dell’Economia, contrariamente a quanto sostenuto dai parlamentari siciliani del centro-sinistra, promotori delle disposizioni in questione, e malgrado l’intervento della senatrice Finocchiaro, intenderebbe far valere una interpretazione del tutto diversa. Si vorrebbe far passare il principio secondo cui l'attribuzione delle accise alla Regione, nella misura necessaria ad assicurare l’elevazione della sua compartecipazione, non riguarderebbe gli attuali aumenti indicati nella stessa Legge finanziaria ma andrebbe a coprire soltanto gli incrementi futuri ed ulteriori rispetto a questi. La conseguenza aberrante di questa interpretazione sarebbe che l’aumento dall’attuale aliquota del 42,5% al 44,85% per l’anno 2007, al 47.05% per l’anno 2008 e al 49,11% per l’anno 2009, resterebbero, per decisione unilaterale dello Stato, a carico della Regione”.  “Si tratta di interpretazioni unilaterali e del tutto inaccettabili - dice Cuffaro - alle quali ci opporremo con forza”.

(red/03.04.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top