Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 908 - mercoledì 11 aprile 2007

Sommario3
- Il 12 Conferenza Regioni su federalismo fiscale
- CONFERENZA REGIONI 29.03.07 DOC – Interventi urgenti per il settore sanitario e universitario
- Agricoltura: "Biologico" in Consiglio dei Ministri
- Turismo: futuro del Paese
- CONFERENZA REGIONI 29.03.07 DOC - Standard professionale nazionale figura acconciatore
- Illy su riforma elettorale

+T -T
Il 12 Conferenza Regioni su federalismo fiscale

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 12 aprile 2007 alle ore 10.00 (Roma, Via Parigi 11).

All’Ordine del giorno c’è la prosecuzione del dibattito sul “Federalismo Fiscale” anche in relazione all’avvenuto incontro del 4 aprile scorso di una delegazione della Conferenza delle Regioni con il Ministro dell’Economia.

12/04/2007 Conferenza Regioni e Province autonome : Ordine del Giorno - (straordinaria)

La Conferenza delle Regioni affronterà inoltre le valutazioni sul Disegno di Legge di conversione del D.L. del 20 marzo 2007, n. 23 recante “Disposizioni urgenti per il ripiano dei disavanzi pregressi nel settore sanitario”. Infine sarà esaminata anche la bozza di Direttiva del Ministro per le Riforme e l’Innovazione della Pubblica Amministrazione sui rinnovi contrattuali 2006/2009.

Sui principali temi in discussione dalla Conferenza delle Regioni sul federalismo fiscale è intervenuto il quotidiano il “Sole24Ore” con un articolo a firma di Roberto Turno, che sottolinea anche la questione sempre aperta “sulla riduzione per oltre 300 milioni delle attese di gettito dal contestatissimo ticket sanitario da dieci euro su visite e analisi specialistiche”, ancora senza una risposta ufficiale da parte del Governo.

11/04: IL SOLE 24 ORE: FEDERALISMO FISCALE, REGIONI IN CAMPO. DOMANI...      

(gs/11.04.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 29.03.07 DOC – Interventi urgenti per il settore sanitario e universitario

(regioni.it) PARERE SUL DISEGNO DI LEGGE RECANTE INTERVENTI URGENTI PER IL SETTORE SANITARIO E UNIVERSITARIO. PARERE AI SENSI DELL’ART. 2, COMMA 3 DEL DECRETO LEGISLATIVO 28 AGOSTO 1997, N. 281

 

 

Punto 2) Elenco A - Odg Stato-Regioni

 

 

La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome nella riunione del 29 marzo 2007 ha espresso parere favorevole condizionato all’accoglimento dei seguenti emendamenti formulati in sede tecnica:

 

All’articolo 1

Il comma 1 è sostituito dal seguente:

 “La fase sperimentale prevista dall’articolo 2, comma 2 e dall’articolo 4 commi 2 e 4 del decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517 è conclusa. Ai sensi e per gli effetti degli articoli 1 e 2 del d. lgs 21 dicembre 1999, n. 517, ed al fine di assicurare la completa integrazione tra l’attività didattica e di ricerca delle facoltà di medicina e chirurgia e l’attività assistenziale, sono costituite e dotate di personalità giuridica di diritto pubblico le aziende integrate ospedaliero-universitarie, di cui all’art. 2, comma 1, del decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517, ove non esistenti in base a provvedimenti regionali. Alla nomina del direttore generale provvede la regione di intesa con il rettore dell’università, ove non sussistano diverse discipline regionali.”

 

Il comma 2 è abrogato.

 

Al comma 3:

  • le parole “per la definizione della struttura” sono sostituite dalle  seguenti:

 “di organizzazione e di funzionamento”

sopprimere da “.. e secondo….” fino a “…. Agosto 2001”

 

All’articolo 2:

inserire un ulteriore comma 1 bis, di seguito riportato:

“I terreni demaniali su cui siano costruite strutture ospedaliere passano in proprietà, cessato il regime demaniale, alle aziende di cui all’art. 1. Del pari, passano in proprietà alle stesse aziende anche le strutture ospedaliere appartenenti al demanio.”

  • al comma 4 aggiungere al termine dello stesso:

     “.. secondo quanto stabilito dai protocolli di intesa.”

 

L’articolo 3 sostituire integralmente:

Comma 1:

“Con decreto del Ministro della Salute, d’intesa con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e con il Ministro dell’Università e della Ricerca, è istituito un osservatorio per il monitoraggio dello stato di attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 1”.

 

Comma 2:

“L’osservatorio è composto da un rappresentante di ciascuna regione sede di azienda integrata ospedaliero-universitaria costituite ai sensi dell’art. 1, comma 1, ovvero esistenti in base a provvedimenti regionali, da un rappresentate del Ministero dell’economia e delle finanze, da un rappresentante del Ministero della salute, da un rappresentante del Ministero dell’università e della ricerca”.

 

Articolo 4 (controllo rischio clinico)

  • al comma 1:

- sostituire "promuovere l'adozione" con "coordinare lo sviluppo" ;

- aggiungere dopo la parola "misure" la parola" condivise";

- aggiungere dopo "procedure diagnostico-terapeutiche”, aggiungere la seguente: "nonché di - valorizzare e diffondere le buone pratiche nel settore specifico”

 

 

Dopo l'articolo 6 inserire:

 

articolo 7 (abrogazione disposizioni legislative

 

“ A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge sono abrogate le seguenti disposizioni legislative previste dal decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517:

-        art 2, comma 3 secondo periodo;

-        art. 2, commi 7 e 8;

-        art. 8, comma 2, secondo e terzo periodo.”

 

Occorre infine armonizzare il contenuto dall'articolo 8, comma 4 del 517/1999 con le disposizioni di cui all'articolo 2 del DDL.

 

 

Le Regioni rappresentano alla Conferenza Stato Regioni la necessità di coordinare con il disegno normativo il testo di emendamento in seguito riportato proposto dalla Regione Lazio per definire le disposizioni di trasferimento del patrimonio nei confronti del Policlinico Umberto I:

 


EMENDAMENTO AL DISEGNO DI LEGGE RECANTE

“INTERVENTI URGENTI IN MATERIA SANITARIA E UNIVERSITARIA”

 

 

1.      All’articolo 2, il comma 1 è sostituito dal seguente: “I beni immobili del patrimonio indisponibile dello Stato, comunque in uso alle università statali per le finalità didattiche delle facoltà di medicina e chirurgia, sono trasferiti a titolo gratuito in proprietà alle università stesse. I medesimi beni, se destinati in modo prevalente all’attività assistenziale sono trasferiti a titolo gratuito in proprietà alle aziende costituite ai sensi dell’articolo 1 comma 1 del presente decreto.

I beni del demanio dello Stato, comunque in uso alle università statali per le finalità didattiche delle facoltà di medicina e chirurgia, sono concessi in uso gratuito alle università stesse. I medesimi beni, se destinati in modo prevalente all’attività assistenziale, sono trasferiti a titolo gratuito in proprietà alle aziende costituite ai sensi dell’articolo 1 comma 1 del presente decreto.

I beni del demanio dello Stato, comunque in uso alle università statali e ai policlinici per le finalità didattiche ed assistenziali, nonché  tutti i beni immobili per i quali è in corso di verifica l’interesse culturale sono concessi, a seconda della prevalente finalità, rispettivamente alle università e alle aziende costituite ai sensi dell’articolo 1, comma 1, del presente decreto legge;  il concessionario esercita i diritti del proprietario e ne assume gli oneri, nei limi imposti dalla natura demaniale del bene.

La Regione, su proposta del direttore generale delle aziende costituite ai sensi del comma 1 del presente decreto legge, sentito il Rettore dell’Università, individua i beni a prevalente destinazione assistenziale da trasferire alle aziende medesime entro 30 giorni dalla loro costituzione.

Il Rettore, sentita la Regione, individua con proprio provvedimento, entro 30 giorni dalla costituzione delle aziende di cui al comma 1, i beni a prevalente destinazione didattica da trasferire alle università.

 

 

 

Roma, 29 marzo 2007

 

(red/11.04.07)

+T -T
Agricoltura: "Biologico" in Consiglio dei Ministri

(regioni.it) Paolo De Castro, ministro delle Politiche agricole alimentari e Forestali, ha annunciato che, vista l’approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni del testo di legge sul biologico, dovrebbe essere approvato venerdi' prossimo in Consiglio dei Ministri.

 ''Il testo - ha detto De Castro - tiene conto delle nuove regole comunitarie sul biologico. Prevede delle norme piu' restrittive sui controlli e sui marchi di qualita' e impone maggiori condizioni di trasparenza''.

''Naturalmente - ha concluso - il testo potra' trovare arricchimento in Parlamento''.

CONFERENZA STATO-REGIONI: 29/03/2007 Parere sullo schema di disegno di legge recante disposizioni per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola ed agroalimentare con metodo biologico - Punto 8 B dell'o.d.g. - Rep. atti n.64/CSR

"Se dopo essere stato licenziato dal consiglio dei ministri il disegno di legge sul biologico approdasse al Senato, la commissione Agricoltura sarebbe certamente pronta a raccogliere l'invito del ministro De Castro", afferma il presidente della commissione Agricoltura al Senato Nuccio Cusumano che raccoglie l'invito del ministro delle Politiche agricole Paolo De Castro ad un voto bipartisan sul provvedimento e l'auspicio che l'esame e il voto sul testo si svolgano per commissione deliberante. E' un modo del resto condivisibile, aggiunge Cusumano, "per portare a compimento l'iter legislativo su un provvedimento che, per sua stessa natura, non dovrebbe rappresentare materia di scontro tra i poli".

(red/11.04.07)

 

+T -T
Turismo: futuro del Paese

(regioni.it) Incontro a Palazzo Chigi sul turismo. Governo, sindacati, operatori e autonomie locali hanno fatto il punto sulle politiche di programmazione e promozione.

Per il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ''le Regioni hanno fatto passi importanti e le competenze sul turismo sono determinanti per organizzare il settore che rappresenta il futuro del Paese''.

''Attraverso una politica condivisa - ha concluso Errani - sono convinto che sia possibile fare questo salto''.

Il vicepremier Francesco Rutelli ha annunciato che "il governo ha stanziato 9 miliardi di euro per il periodo 2007-2013 da investire nel settore turistico, una grande opportunita' che conferma la grande determinazione e volonta' politica del governo per questo settore". "Un primo incontro - ha spiegato Rutelli - con gli esponenti del settore, con i quali abbiamo condiviso una strategia nazionale per il rilancio del turismo italiano". Tra le questioni sul tappeto, la tassa di soggiorno, l'adeguamento dell'Iva a quella di altri paesi europeiconcorrenti, la formazione professionale, i trasporti, larevisione del calendario scolastico per diversificare le vacanze.   

(red/11.04.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 29.03.07 DOC - Standard professionale nazionale figura acconciatore

(regioni.it) Proposta di accordo tra il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, il Ministero dello Sviluppo economico, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, per la definizione dello standard professionale nazionale della figura dell'acconciatore, ai sensi della Legge 17 agosto 2005, n. 174.

  Doc. Approvato - Accordo acconciatori...

(red/11.04.07)

+T -T
Illy su riforma elettorale

(regioni.it) Oggi Riccardo Illy in un'intervista al 'Corriere della Sera' sostiene di procedere “dal 24 aprile alla raccolta delle firme per il referendum che, in questa situazione non puo' essere rinviato. Ci vorrebbe un patto, ma piu' trasparente" (11/04: IL CORRIERE DELLA SERA: INTEVISTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE...      ).

Il presidente del Friuli Venezia Giulia e membro del comitato promotore  del referendum, in merito alla posizione di Clemente Mastella, che ha annunciato che se si arriva al referendum lui esce dalla maggioranza, Illy ha aggiunto: "Un ricatto inaccettabile. Quando si parla di regoledel gioco o della Costituzione non si puo' avere un approccio di coalizione, ma bipartisan".

Mentre sull'ipotesi di elezione diretta del premier, Illy ha affermato che "le Regioni non sono la stessa cosa del governo nazionale che ha un sistema parlamentare''. ''L'elezione diretta del premier - ha detto - non garantirebbe governabilita' perche' il capo del governo non ha il potere di sciogliere le Camere". "Vedo che Chiti propone anche alcuni ritocchi della Costituzione - ha proseguito - come la riduzione del numero dei parlamentari, ma non parla per esempio del Senato federale. Mi sembra tutto una presa in giro".

(red/11.04.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top