Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 909 - giovedì 12 aprile 2007

Sommario3
- Federalismo fiscale: lavori in corso
- "Speciali" su federalismo fiscale
- Tavolo competitività 2
- Ticket specialistica: decreto di 350 milioni di euro
- Pubblico impiego: via libera a direttiva
- Bassolino su emergenza rifiuti

+T -T
Federalismo fiscale: lavori in corso

(regioni.it) Si continua a lavorare in modo significativo e positivo sul Federalismo fiscale. Le Regioni hanno infatti raggiunto un accordo sui primi punti della “bozza” proposta dal ministero dell’Economia. Ne ha dato notizia, al termine della Conferenza delle Regioni del 12 aprile, il coordinatore della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni e assessore al Bilancio della Regione Lombardia, Romano Colozzi. ''La discussione avra' seguito nei prossimi giorni - ha spiegato Colozzi - e' convocata per martedi' la riunione degli assessori alle Finanze e per mercoledi' 18 aprile la prossima conferenza delle Regioni.

I punti su cui e' stato raggiunto l'accordo riguardano le  tipologie di finanziamento: integrali, specifici e territoriali.

''Il percorso non e' ancora lineare - ha concluso Colozzi - stiamo lavorando sulla proposta del disegno di legge delega del Governo. La volonta' e' quella di trovare punti di incontro con gli Enti locali''.

Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, spiega che il Governo propone ''tempi rapidissimi'' per concludere l'iter del federalismo fiscale, addirittura entro ''la fine del mese''. ''Noi faremo di tutto - ha chiarito Errani - per accelerare i tempi e d'altra parte abbiamo chiesto che con la finanziaria del 2008 parta il federalismo fiscale''.

Errani ha aggiunto che il lavoro svolto oggi dai presidenti delle Regioni e' stato ''significativo e positivo'' ma che quello da compiere e' ancora ''molto impegnativo''. ''Continueremo ad incontrarci la prossima settimana. E' importante - ha proseguito - il fatto che nella delega vi siano spunti che nascono dal documento che le Regioni avevano elaborato. Ci avviciniamo quindi ad un assetto piu' equilibrato del sistema e del finanziamento delle competenze. Si sta facendo - ha concluso - un percorso utile che spero si concluda con un risultato che potra' essere significativo per il Paese''.

''Dei 21 articoli che compongono il testo di legge - fa presente l'assessore al bilancio della Regione Veneto, Isi Coppola - i rappresentanti delle Regioni ne hanno preso in esame oggi solo sei, ma e' stato comunque compiuto un piccolo ma significativo passo in avanti sulla strada del federalismo fiscale. Ieri la bozza, infatti, era stata esaminata in sede tecnica con una partecipazione molto collaborativa da parte delle Regioni, mentre oggi sulla proposta si e' cominciata a trovare anche la quadratura politica''.

Il prossimo incontro delle Regioni e'stato fissato per martedi' in sede tecnica e mercoledi' in sede politica con la Conferenza delle Regioni.

 (gs/12.04.07)

+T -T
"Speciali" su federalismo fiscale

(regioni.it) ''Le Regioni a Statuto Speciale e le Province autonome hanno raggiunto un'importante posizione comune, che riconduce ai relativi Statuti Speciali e alle norme di attuazione ogni provvedimento che riguardi la propria autonomia finanziaria''. Lo ha dichiarato, in una nota, l'assessore al Bilancio e Finanze della Valle d'Aosta, Aurelio Marguerettaz, che oggi ha partecipato a Roma - su delega - alla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome.

All'ordine del giorno c'era l'esame del recente documento redatto dal Governo in materia di 'federalismo fiscale' e la partecipazione delle Regioni al fondo di perequazione.

 ''L'argomento di estremo interesse per la nostra Regione e per l'intero sistema regionale - ha spiegato Marguerettaz - ha permesso lo sviluppo di un interessante dibattito tra i rappresentanti delle varie regioni. Dibattito che seppur caratterizzato da nobili intenti e principi di equita' e sussidiarieta' tra le varie entita' territoriali, vede ogni Regione interessata in questa fase a migliorare la propria condizione in materia di finanza pubblica''.

Si è arrivati quindi ad una proposta unitaria rispetto al federalismo fiscale e al coordinamento della finanza pubblica, conciliando le esigenze delle Province e delle Regioni autonome con quelle delle Regioni ordinarie. Il documento - viene detto in una nota della Provincia autonoma di Trento - sara' approvato mercoledi' prossimo.

Dellai ha concordato l'emendamento all'articolo 19 del ddl che delega al Governo l'attuazione dell'articolo 119 della Costituzione in materia di federalismo fiscale e coordinamento della finanza pubblica.

Sul tema della compartecipazione ai ''sacrifici economici'' del Paese il Trentino punta ad un accordo con lo Stato che passi attraverso le norme d'attuazione. Nella proposta di emendamento e' previsto che gli obblighi di solidarieta' che le regioni autonome hanno nei confronti del resto del Paese vengano assolti nella misura stabilita dalle norme d'attuazione dei rispettivi Statuti, anche mediante l'assunzione di oneri derivanti dal trasferimento o dalla delega di funzioni statali alle Regioni e Province autonome. Viene dunque ribadito - e' detto nella nota - il concetto di cui a piu' volte parlato il presidente Dellai anche nei giorni scorsi: la Provincia autonoma di Trento e' pronta a fare la sua parte per risanare le casse dello Stato, ma in cambio chiede espressamente nuove competenze.

 (red/12.04.07)

+T -T
Tavolo competitività 2

(regioni.it) Il ministro per lo Sviluppo economico rilancia un ''tavolo permanente di confronto con le parti sociali presso il ministero''. Cosi' l’indicazione dalla seconda riunione del tavolo di concertazione sulla competitivita' e la produttività coordinato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio  Enrico Letta.

L'incontro ha avuto come tema le liberalizzazioni, l'apertura dei  mercati e la difesa del consumatore.

Per l'esecutivo hanno partecipato, oltre a Bersani, che ha svolto la relazione introduttiva, i ministri Mussi, Nicolais, Turco e i viceministri Pinza e D'Antoni. Per le parti sociali sono intervenuti i rappresentanti dei sindacati, delle associazioni datoriali e di categoria, nonche' una delegazione delle associazioni di rappresentanza di regioni, province ed enti locali. Nel corso della riunione sono state approfondite alcune questioni relative alla ripresa economica in atto, con particolare riferimento alle politiche a supporto delle imprese.

 ''Il piano d'azione per il governo sul sistema produttivo - ha sottolineato Bersani - si articola su quattro filoni di intervento: le liberalizzazioni in atto, specie nei servizi; la revisione del sistema incentivazione alle imprese, con particolare attenzione all'innovazione tecnologica ed organizzativa; la semplificazione amministrativa; la riqualificazione ambientale delle aree industriali. Dalle parti sociali - ha tra l'altro detto il ministro - mi aspetto una spinta sulle liberalizzazioni''.

(red/12.04.07)

+T -T
Ticket specialistica: decreto di 350 milioni di euro

(regioni.it) Il ticket su visite e analisi da specialistica non dà il gettito previsto dalla Finanziaria. Così il Governo con un provvedimento di 350 milioni di euro se ne farà carico.

''E' un passo positivo - ha sottolineato Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni - che nasce da una nostra richiesta: il ticket da 10 euro ha effetti indesiderabili, e costituisce una sorta di boomerang poiche' sposta la domanda sul privato. Attendiamo per l'inizio della prossima settimana il provvedimento che definisca tempi e modi del finanziamento cosicche' le Regioni possano poi rimodulare il ticket''.

Per l’Assessore alle Finanze della Lombardia, Romano Colozzi, anche coordinatore della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni “la decisione del Governo di coprire una parte del gettito del ticket da 10 euro è una chiara conferma delle nostre teorie: quell’ingiusto balzello non avrebbe mai garantito le risorse inizialmente previste (811 milioni) e non poteva essere “spalmato” diversamente”.

Il presidente della Regione Maria Rita Lorenzetti intanto annuncia che in Umbria dal primo giugno di quest'anno sara' abolito il ticket di 10 euro sulle ricette per prestazioni ambulatoriali e specialistiche. 

Infine il ministro della Salute, Livia Turco, spiega che ''l'importo della manovra 2007 relativa a questi ticket scendera' dagli 811 milioni di euro, previsti dalla finanziaria, a 461 milioni. Con questa modifica gli importi delle misure di compartecipazione alla spesa stabiliti dalle Regioni potranno cosi' diminuire di oltre il 40% rispetto agli attuali''.

Prima che le Regioni possano cambiare il ticket sulla sanita' da 10 euro, c'e' bisogno di un “atto legislativo”. E la soluzione migliore, secondo Colozzi, e' un decreto legge. ''Noi - ha spiegato Colozzi - abbiamo chiesto al Governo di scegliere la strada piu' veloce''. E con un decreto legge ''nel giro di dieci giorni si potrebbe avere tutto''. Una scelta quindi molto piu' veloce, ad esempio, di quella di inserire i 350 milioni di euro nell'assestamento di bilancio, che viene votato in estate.

(gs/12.04.07)

+T -T
Pubblico impiego: via libera a direttiva

(regioni.it) Via libera alle linee guida per la stesura degli Atti di indirizzo per il rinnovo dei contratti del settore pubblico ''Abbiamo dato il via libera alla direttiva sul Pubblico impiego'', ha spiegato il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine della conferenza del 12 aprile.

Errani ha sottolineato che ''sono state accolte le richieste delle Regioni e che per noi il fatto importante e' assicurare il rinnovo contrattuale''.

La direttiva quadro del pubblico impiego "e' pronta”, ha sostenuto il ministro per le Riforme e Innovazioni nella pubblica amministrazione, Luigi Nicolais, che spiega c'e' ora “la seconda fase delle direttive per comparto, partendo con lo Stato, la scuola ed il resto".

Quindi parere favorevole delle Regioni alla macrodirettiva (documento sulle linee generali e sulle priorita' dei rinnovi contrattuali per il quadriennio normativo 2006-2009) del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Sono state così poste le premesse per dare avvio alla stagione dei prossimi rinnovi contrattuali. Rinnovi che potranno avvenire in tempi rapidi. Sono ''prossimi alla partenza”, auspica Romano Colozzi, presidente del Comitato di settore delle Regioni per il comparto sanità, che è stato convocato al fine di ''iniziare la stesura degli Atti di Indirizzo che, fino ad oggi, non potevano essere emanati senza una direttiva di riferimento''.

''Auspico dunque -  ha ribadito Colozzi  - che i lavoratori della sanita' pubblica italiana, dopo 16 mesi di attesa, abbiano al piu' presto un nuovo contratto e che ci siano i presupposti necessari per revocare lo sciopero precedentemente proclamato, affinche' la nuova stagione abbia inizio all'insegna del dialogo e non dello scontro''.

(gs/12.04.07)

+T -T
Bassolino su emergenza rifiuti

(regioni.it) "Abbiamo un programma, riguardo alla bonifica del territorio, tra Napoli e Caserta, entro le prossime settimane, che vedra' impegnati oltre mille lavoratori, cui speriamo si possano aggiungere volontatri e associazioni". Lo ha dettoil presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino. "Ci muoveremo risolutamente su questa strada - ha aggiunto sassolino - tra Caserta e Napoli e' stato forte il peso di interventi illegali". Bassolino, che ha sottolineato come "i problemi sanitari sul territorio, non dipendono dai termovalorizzatori, che nonci sono ancora e che comunque bisogna fare", ha ribadito l'importanza del coclo integrato dei rifiuti, che preveda "raccolta differenziata, discariche e il completamento di almeno due termovalorizzatori, ad Acerra e Santa Maria La fossa".

''In questi anni ci sono state tante proteste legittime ma anche tante proteste sbagliate, come quelle contro i termovalorizzatori. Sbagliate sono state tante proteste di sinistra e di destra, contro ogni cosa''.

''Bisogna continuare a collaborare con il commissariato, bisogna andare avanti e rafforzare le azioni'', ha detto ancora Bassolino ricordando che, nel frattempo, ''il consiglio regionale ha approvato una buona legge sui rifiuti che ci potra' consentire quando ci sara' il passaggio tra commissariato straordinario e gestione ordinaria di avere uno strumento legislativo per poter avere la giusta responsabilita' da parte di tutti''.

(red/12.04.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top