Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 913 - mercoledì 18 aprile 2007

Sommario
- Federalismo fiscale: verso proposta unitaria delle Regioni
- Sanità: via libera a contratto medici specializzandi
- Sanità: Senato riformula emendamento "riduci ticket"
- Istruzione: finanziamenti per alloggi studenti universitari
- Federalismo fiscale: il calendario dei lavori
- Sanità: non c'è parere Regioni su decreto "anti-deficit"

+T -T
Sanità: non c'è parere Regioni su decreto "anti-deficit"

(regioni.it) Le Regioni hanno confermato il 'non parere', in sede di Conferenza Stato-Regioni, al decreto anti-deficit con cui il governo ha stanziato 3 miliardi per il ripiano dei deficit di alcune Regioni.

Vasco Errani, Presidente della Conferenza, ha spiegato che il  'non parere' gia' preannunciato, non si presta a equivoci  poiche' rimane intatta ''la solidarieta' interregionale''. ''Il  'non parere' non e' dovuto, come si sa, a contestazioni di  merito ma a una questione di metodo'', ha aggiunto Errani.

Romano Colozzi,  assessore al Bilancio della Lombardia, ha espresso la contrarietàò della Lombardia e ha richiamato la minaccia che la Commissione Ue apra una procedura di infrazione contro l'Italia per i ritardi  accumulati nei pagamenti nella Sanita'. ''Continuo a trovare  inspiegabile - ha aggiunto - il ritardo del governo nell'assegnazione di fondi dovuti alle Regioni pur in presenza di entrate extra superiori alle aspettative dello stesso esecutivo''.

Per il Ministro della salute, Livia Turco, questo decreto " e' un passo in avanti molto importante da un punto di vista della strumentazione, perche' le Regioni fanno una sorta di cessione di sovranita'". Per risanare il deficit sanitario di alcune regioni il ministro Livia Turco ha individuato lo strumento del decreto e, a margine dei lavori del Senato, spiega che quello all'esame dell'aula e' "un decreto importante per ripianare i debiti accumulati dal 2001 di alcune regioni importanti come Lazio, Campania, Molise, Abruzzo e Sicilia entro il 2010". Per fare questo, aggiunge il ministro, "e' necessario un supporto sia di tipo organizzativo e progettuale sia in termini di prestito per assorbire gradualmente i debiti". Tre miliardi "per promuovere il diritto alla salute, oltre, pero', all'impegno sul controllo della spesa. Ma, ci tiene a sottolineare Turco, la novita', "la sfida" e' che l'azzeramento del debito "si ottiene senza intaccare i servizi essenziali".

Critiche dall’opposizione in Senato. Per Enzo Ghigo (Fi) ''Il provvedimento assegna gran parte dei fondi stanziati per i disavanzi pregressi   dice Ghigo   con un meccanismo che privilegia le Regioni meno virtuose, cioe' quelle che hanno fatto piu' debiti, senza preoccuparsi troppo di come coprirli. Nel corso del dibattito ho presentato numerosi emendamenti per sostituire queste modalita' di riparto con altre che tenessero conto della popolazione, con un'assegnazione pro-capite. Ma il governo si e' detto contrario a queste modifiche  e la maggioranza le ha respinte''.

(red/18.04.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top