Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 985 - lunedì 3 settembre 2007

Sommario3
- Caccia e zone incendiate: primo confronto Governo-Regioni
- Formigoni su Alitalia-Malpensa
- CONFERENZA REGIONI 01.08.07 DOC - trasporto pubblico locale: patto per mobilità
- Papa a Loreto: Spacca e nuovo inno Marche
- CONFERENZA REGIONI 01.08.07 DOC - Fiere: il calendario 2008
- Scuola: gli elenchi delle classi "primavera"

+T -T
Caccia e zone incendiate: primo confronto Governo-Regioni

(regioni.it) E’ prevista per il 4 settembre una riunione ad hoc sulla questione incendi e caccia, alla quale parteciperanno il ministro per gli Affari regionali, Linda Lanzillotta, il ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani e il capo dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso. Secondo quanto hanno riferito fonti del ministero per gli Affari regionali si discuterà anche del divieto di caccia nelle zone limitrofe a quelle bruciate. Questa iniziativa segue l'annuncio, da parte del ministro Lanzillotta, di un'ordinanza della Protezione civile per uno stop alla caccia nelle zone colpite dalle fiamme, grazie alla perimetrazione provvisoria delle aree boschive incendiate.

Il 1° settembre, in 14 Regioni italiane, è comunque iniziata la stagione venatoria per le specie migratrici, con particolare riferimento a quaglia, tortora ed alcuni tipologie di acquatici. Si tratta di preaperture decise dalle Regioni o dalle singole province, perche', ufficialmente, i cacciatori nella stagione 2007/2008 potranno imbracciare le loro doppiette la terza domenica di settembre con un sistema articolato di aperture e chiusure nel rispetto dei cicli

biologici di ciascuna specie. La chiusura dell'attività è prevista per il 31 gennaio.

Quest'anno risultano escluse dalla preapertura: Liguria, Piemonte, Sardegna, province autonome di Trento e Bolzano, e Lombardia (esclusa Brescia). Esclusa anche la Sicilia, dove il  Tar di Palermo ha sospeso il calendario venatorio, accogliendo la richiesta di Legambiente e Wwf.

A difesa dei cacciatori Forza Italia e Alleanza nazionale, per la limitazione della caccia nelle zone incendiate si sono invece schierati, verdi, ambientalisti e animalisti. mentre l’Arci sollecita un patto fra associazioni venatorie, ambientaliste e agricole.

Intanto, secondo i dati diffusi dall’Istat, si apprende che la Regione a maggiore “densità venatoria” è la Liguria, seguono ad una certa distanza Toscana, Lazio e Lombardia

REGIONI           CACCIATORI    DENSITA' VENATORIA

-PIEMONTE             34.014        2,2
-VALLE D'AOSTA         1.543        0,8
- LOMBARDIA            91.825        6,5
-TRENTINO-ALTO ADIGE  13.675        1,3
-VENETO               60.590        5,0
-FRIULI-VENEZIA-GIULIA 11.336        2,7
-LIGURIA               26.339       14,4
-EMILIA-ROMAGNA        55.931        3,8
-TOSCANA              114.779        7,1
-UMBRIA                40.632        6,3
-MARCHE                36.991        5,2
-LAZIO                 69.327        6,5
-ABRUZZO               13.960        2,1
-MOLISE                 4.374        1,5
-CAMPANIA              50.846        5,8
-PUGLIA                34.542        2,5
-BASILICATA             8.323        1,2
-CALABRIA              35.598        3,9
-SICILIA               53.005        3,5
- SARDEGNA              48.765         2,9

- ITALIA               806.395         4,1

-NORD                295.253        3,9
-CENTRO              261.729        6,5
- SUD                  249.413         3,1. 
 

(red/03.09.07)

+T -T
Formigoni su Alitalia-Malpensa

(regioni.it) Roberto Formigoni afferma che ''Malpensa sara' la casa di una compagnia straniera''. Il presidente della regione Lombardia è stato intervistato sul tema Alitalia-Malpensa anche da “IL GIORNALE” (Il Governatore Formigoni annuncia un altro ricorso alla UE. "Non lasceremo a Alitalia tutti gli slot di Linate", di Sabrina Cottone).

Si pensa a due possibili soluzioni operative. Fare diventare l'aeroporto di Malpensa la casa di una compagnia aerea mondiale o farne nascere una nuova con la compartecipazione della Regione, degli enti locali e degli imprenditori. Ne parla Roberto Formigoni dopo l'annuncio del piano di Alitalia che taglia molti voli internazionali da Malpensa in favore di Fiumicino.

''Abbiamo contatti con molte compagnie mondiali di primaria importanza  - spiega Formigoni - per capire quale e' intenzionata a far diventare Malpensa il suo secondo hub perche' non basta una compagnia che disegni molte rotte, che oggi ci sono ma che se mutano le condizioni di mercato possono non esserci piu'. Vogliamo che la compagnia intenzionata ad investire faccia tutto cio' che Alitalia in questi anni ha promesso e non ha mai mantenuto''. In queste settimane i contatti sono stati con le americane  Delta, American Airlines, la thailandese Thai, la Singapore Airlines, vettori cinesi ed europei.

La seconda ipotesi e' invece piu' complessa e richiede un protagonismo delle istituzioni e del mondo economico lombardo e del Nord. L'idea e' quella di creare una compagnia aerea nuova al 50% tra quella internazionale interessata a Malpensa, le istituzioni e il mondo economico: ''Per fare questo - spiega Formigoni - e' necessaria una regia politica per fare incontrare i protagonisti. Posso dire che due investitori italiani, che non sono interessati ad Alitalia, si sono gia' fatti avanti''.

 Se uno dei due progetti dovesse andare in porto, Alitalia dovrebbe abbandonare Malpensa: ''Alitalia dovra' accettare di lasciare non solo le 20-30 rotte che ha preannunciato ma anche le altre, comprese quelle d'oro come la Milano-Roma attraverso le quali ha sempre lucrato. Alitalia non puo' pensare di continuare a fare il bello e il cattivo tempo''.

Il presidente della Lombardia e' intenzionato ad andare fino in fondo per difendere e rilanciare Malpensa: ''L'Unione europea e il governo dovranno essere chiamati a fare da garanti per accertare che Alitalia non boicotti le nostre iniziative''.

 ''Ad Alitalia - spiega Formigoni - noi chiediamo certezze. Questa situazione di stallo rischia solo di farci perdere tempo ed occasioni. Al Consiglio di amministrazione che si riunira' nei prossimi giorni chiediamo di rendere noti i tempi e i modi perche' lo stallo si aggiunge all'incertezza di questi mesi e aggrava i problemi''.

(red/03.09.07)

 

+T -T
CONFERENZA REGIONI 01.08.07 DOC - trasporto pubblico locale: patto per mobilità

(regioni.it) La Conferenza delle Regioni del 1° agosto ha approvato un documento di osservazioni sulla proposta di riforma e sviluppo del trasporto pubblico locale. Il documento è stato pubblicato sul sito www.regioni.it, nella sezione “Conferenze” del 1° agosto 2007.

Il link è: http://www.regioni.it/mhonarc/details_confpres.aspx?id=128434

Per le Regioni – si legge nella premessa del documento – è indispensabile un “Patto per la Mobilità sostenibile, le cui priorità sono il riequilibrio e l’efficientamento del sistema del trasporto pubblico locale, la nascita di efficienti competitors nazionali, lo sviluppo dei servizi incentrato sulla modalità ferroviaria, che deve tesaurizzare al livello regionale i benefici generati dalla attuazione del progetto AV / AC, e su un’efficace  integrazione modale e su una efficiente integrazione tariffaria.

Tale “Patto – sostengono le Regioni - consentirà di raggiungere diversi obiettivi, rilanciando vari settori della economia, riducendo l’impatto ambientale e garantendo maggiore vivibilità e qualità della vita soprattutto nelle aree urbane e metropolitane. La riduzione di costi esterni prodotta per effetto del calo dell’inquinamento atmosferico, dei consumi energetici, della incidentalità, della congestione e della rumorosità è quantificabile nella misura da cinque a sei volte l’entità delle risorse economiche che questo documento prevede di assegnare allo sviluppo sostenibile della mobilità”.

(red/03.09.07)

+T -T
Papa a Loreto: Spacca e nuovo inno Marche

(regioni.it) ''Il messaggio del Santo Padre e' stato straordinario”. Gian Mario Spacca, presidente della Regione Marche, ha commentato così la messa celebrata il 2 settembre da Bendetto XVI all'Agora' dei giovani sulla Piana di Montorso a Loreto: “il Papa ci ha fatto capire che i giovani non sono il nostro futuro, ma sono il nostro presente e che e' dal loro impegno che lo sviluppo della nostra comunita' potra' crescere''. Con lì’occasione dell'Agora' è stato anche presentato per la prima volta l'inno delle Marche composto da Allevi.

''Sono molto soddisfatto dello svolgimento di quest'evento - ha detto Spacca - ne' poteva essere diversamente visto il grande impegno che la comunita' regionale ha dispiegato, vista la grande disponibilita' delle famiglie ad accogliere i pellegrini, dei marchigiani a partecipare al volontariato, delle imprese, di tutti a offrire i loro migliori servizi perche' questo evento si svolgesse nel migliore dei modi. Credo - ha proseguito Spacca - che abbiamo fatto un'ottima figura come comunita' regionale, offrendo a questi ragazzi la possibilita' di riflettere sul loro destino in grande serenita' e tranquillita', creando un ambiente favorevole alla loro riflessione''.

''Questo avvenimento - ha ribadito il presidente della regione Marche - potra' avere un altissimo profilo di carattere religioso e spirituale, e anche una grandissima importanza sotto l'aspetto politico e sociale''.

''Ho preso parte a tutte le giornate mondiali della gioventu' - ha ricordato - da quella di Denver a Manila, Roma, Parigi, Eurhope, e il raduno di Loreto 2004 dell'Azione Cattolica. Ma stavolta si e' dato giustamente spazio al protagonismo dei giovani, che hanno raccontato esperienze vissute, anche di dolore, che fanno parte di tutti i giorni''.

'' Storie personali - ha continuato il presidente - che mi hanno colpito per la loro profondita', e che trovo giusto siano state affrontate''. Il governatore ha condiviso tutti i passaggi 'forti' del discorso del Papa ai giovani, e in particolare quando Benedetto XVI ha affermato ''non abbiate paura di andare contro corrente'', di seguire strade alternative a quelle che perseguono solo ''l'apparire'' e che sono frutto di una cultura sbagliata.

Il presidente ha infine ricordato che la Regione ha scelto l'Agora' per presentare per la prima volta l'inno delle Marche, composto dal giovane musicista ascolano Giovanni Allevi, testimonial della Regione e che ''ben interpreta'' quel modo di essere giovane, di perseguire con tenacia le proprie passioni, la volonta' di affermarsi con il rigore e l'impegno''. L'inno sara' il passaporto ''con cui ci presenteremo in occasione di manifestazioni ufficiali e che punta a rafforzare il senso di identita' della nostra comunita', anche quella all'estero''.

(red/03.09.07)

+T -T
CONFERENZA REGIONI 01.08.07 DOC - Fiere: il calendario 2008

(regioni.it) Via libera al “Calendario Fiere 2008” da parte della Conferenza delle Regioni (che ne ha preso atto nella riunione del 1° agosto).

On line su www.regioni.it :

il Calendario 2007: link:

http://www.regioni.it/mhonarc/details_misc.aspx?id=4868

il Calendario 2008: link:

http://www.regioni.it/mhonarc/details_confpres.aspx?id=128498

(red/03.09.07)

+T -T
Scuola: gli elenchi delle classi "primavera"

(regioni.it) On line su www.regioni.it le tabelle di sintesi e l’elenco dei progetti sperimentali “Classi Primavera” ammessi al finanziamento (suddiviso per Regioni), reperibili anche sul sito del ministero della Pubblica Istruzione, link:

http://www.pubblica.istruzione.it/news/2007/sezioni_primavera.shtml

Al gruppo nazionale paritetico (coordinato dal vice ministro Bastico) che ha definito tali tabelle hanno partecipato sei Regioni (in rappresentanza della Conferenza delle Regioni) insieme all’ANCI. Si è trattato di un lavoro di indirizzo e di valutazione dei progetti, complesso e impegnativo. A coordinare la Commissione scuola per la Conferenza delle Regioni è l’assessore della Regione Lazio, Silvia Costa

(red/03.09.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top