Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 987 - mercoledì 5 settembre 2007

Sommario3
- Agricoltura: in calo la vendemmia 2007
- Molise: per autostrada Termoli-San Vittore confronto aperto con UE
- Istat: in ripresa il commercio con l'estero
- Caccia e incendi: primo incontro con il Governo
- Emergenza sicurezza in Calabria: Loiero incontra Prodi
- Una settimana "di miele"

+T -T
Agricoltura: in calo la vendemmia 2007

(regioni.it) Le piogge di questi giorni  secondo la Coldiretti – hanno causato gravi danni per l’agricoltura, pregiudicando, fra l’altro, i risultati della vendemmia 2007 per la quale arrivano comunque dalla assoenologi le prime stime: la quantità, in calo rispetto al 2006, è legata anche al fatto che la vendemmia 2007 sarà ricordata – secondo l’associazione - come una delle più anticipate degli ultimi 70 anni: le operazioni di raccolta, in alcune zone, sono iniziate nella prima decade di agosto, con un anticipo che va dai 10 ai 20 giorni rispetto alla media pluriennale. Il decremento produttivo ha le sue massime punte nel Sud Italia ed in particolare in Sicilia dove, in certe zone, si raggiungono punte anche di -50% rispetto allo scorso anno. Sono queste le stime di un rapporto della Assoenologi sulla prossima vendemmia.

Le contrattazioni delle uve e dei vini all'ingrosso saranno caratterizzate da generali incrementi con prezzi in rialzo, con punte di maggior interesse per quei vini particolarmente richiesti dal mercato. Mediamente si registrano aumenti compresi tra il 5 ed il 20% sia al Nord sia al Centro sia al Sud, con punte da capogiro per alcuni prodotti come il Prosecco che per alcune partite fa registrare picchi di anche il 100%, rispetto alle quotazioni dello stesso periodo dello scorso anno. In Oltrepo' Pavese per Moscato e Pinot Grigio si parla di almeno il 25% in piu' rispetto allo scorso anno. In Veneto Occidentale la forbice degli aumenti va dal 10 al 30% a seconda delle tipologie. Nelle Marche, nel Lazio ed in Puglia mediamente la lievitazione dei prezzi all'ingrosso supera il 10%.

Nella tabella, le previsioni di Assoenologi, disaggregate per regione, sulla produzione vitivinicola 2007, valide fino alla meta' di ottobre:

 

REGIONE

MEDIA HL VINO E MOSTO PREVISTI (2007)

VAR % RISPETTO AL 2006

Piemonte

2.910.000

-10%

Lombardia

980.000

-10%

Trentino A.A.

1.160.000

=

Veneto

6.850.000

- 5%

Friuli V.G

1.120.000

+10%

Emilia Romagna

6.430.000

- 5%

Toscana

2.680.000

-10%

Marche

930.000

-15%

Lazio

2.090.000

-10%

Abruzzo

2.590.000

-20%

Campania

1.820.000

-10%

Puglia

5.920.000

-20%

Sicilia

4.890.000

-30%

Sardegna

860.000

=

Altre*

1.970.000

-15%

Totale

43.200.000

-13%

*Valle d'Aosta, Liguria, Umbria, Molise, Basilicata, Calabria

(red/05.09.07)

+T -T
Molise: per autostrada Termoli-San Vittore confronto aperto con UE

(regioni.it) Una lettera a tutti i consiglieri regionali del Molise, con una dettagliata spiegazione delle fasi della trattativa con la Commissione Europea, è stata inviata dall'assessore alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, in merito alle polemiche sollevate dal capogruppo Ds, Michele Petraroia, che ha contestato i contenuti del Por Molise 2007-2013, ipotizzandone la ''bocciatura'' in sede comunitaria. La presa di posizione dell'esponente della minoranza era già stata contestata, il 4 settembre, in conferenza stampa, dal presidente della Regione, Michele Iorio, e dallo stesso Vitagliano.

Tra i vari interventi previsti dal Por Molise 2007/2013, c'e' anche il cofinanziamento per la realizzazione dell'autostrada Termoli-San Vittore, argomento sul quale era appunto intervenuto in maniera circostanziata il consigliere regionale di minoranza Michele Petraroia (Ds) affermando che la Commissione Europea avrebbe ''bocciato'' il progetto. Ferma e decisa e' stata la replica del presidente della Regione.''E' una falsita' quella che afferma Petraroia - ha sottolineato Iorio - l'autostrada non e' persa. Non sono disposto a cedere su questa scelta''. Il Presidente ha poi spiegato ai giornalisti che le osservazioni della Commissione Europea al documento di programmazione sono di natura formale e che ''il confronto e' ancora aperto''.''

“Non abbiamo immaginato un programma rivolto alla ricerca, all'energia, all'innovazione, che pure rappresentano le scelte principali e i temi forti della competitività anche in termini finanziari – precisa ancora l'assessore Vitagliano nella sua lettera - ma abbiamo redatto un programma in cui c'è ancora la necessità di intervenire per il dissesto idrogeologico, di cofinanziare un'autostrada che non abbiamo, di prevedere interventi per le aree interne, perché siamo a forte rischio spopolamento”.”Bruxelles valuta questi interventi troppo lontani dalla strategia comunitaria per le regioni sviluppate - prosegue la lettera di Vitagliano ai consiglieri regionali -. Il Molise non è la Lombardia, ma vuole raggiungerla e per farlo deve colmare alcuni ritardi. Lo Stato, attraverso il Ministero guidato da Bersani, l'ha capito bene. Lo Stato e' riuscito a convincere l'Unione Europea; ci riusciremo anche noi”.

(red/05.09.07)

+T -T
Istat: in ripresa il commercio con l'estero

(regioni.it) Buoni i dati Istat sul commercio con l’estero. Torna ad essere positivo, dopo dieci mesi di 'rosso', il saldo della bilancia commerciale italiana, trainato dal buon andamento dell'export, in corsa rispetto alle importazioni. A giugno, secondo i dati diffusi dall'Istat, gli scambi complessivi con l'estero hanno fatto registrare un surplus di 377 milioni di euro, a fronte di un deficit pari a 1.591 milioni di euro di giugno 2006. Una performance in ''netto miglioramento'', sottolinea l'Istituto di statistica: si tratta, infatti, del primo segno positivo da luglio 2006 (105 milioni di euro). In salita anche il risultato messo a segno con i soli Paesi dell'Unione europea, con un saldo attivo per 547 milioni di euro, rispetto ad un deficit di 578 milioni di euro raggiunto nello stesso mese dell'anno scorso.

Sono nstati diffusi i dati dell’interscambio complessivo e di quello con i paesi Ue riferiti al mese di giugno 2007, nonché i numeri indici dei valori medi unitari e dei volumi del mese di maggio 2007. I risultati della rilevazione relativa al mese di luglio 2007 per i paesi extra Ue saranno diffusi il 7 p.v.. Nel mese di giugno 2007, rispetto allo stesso mese del 2006, le esportazioni verso i paesi Ue sono aumentate dell’8,6 per cento, mentre le importazioni sono aumentate del 2,2 per cento. Il saldo commerciale è risultato positivo per 547 milioni di euro (tabella 1), rispetto a un deficit di 578 milioni di euro registrato nello stesso mese del 2006.  Rispetto a maggio 2007 i dati destagionalizzati registrano a giugno 2007 una diminuzione dell’1,6 per cento per le esportazioni e un aumento dell’1 per cento per le importazioni. Nei primi sei mesi del 2007, rispetto allo stesso periodo del 2006, le esportazioni sono cresciute del 12 per cento, mentre le importazioni del 7,6 per cento. Nello stesso periodo il saldo è stato positivo per 2.149 milioni di euro, a fronte di un disavanzo di 1.949 milioni di euro nello stesso periodo del 2006. Considerando l'interscambio complessivo, nel mese di giugno 2007, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, le esportazioni sono cresciute dell’11,1 per cento e le importazioni del 4,1 per cento. Il saldo commerciale è risultato positivo per 377 milioni di euro, a fronte di un deficit di 1.591 milioni di euro registrato nel 2006. Nel confronto con maggio, i dati destagionalizzati indicano a giugno 2007 un aumento del 2 per cento per le esportazioni e dell’1,6 per le importazioni.
Nel periodo gennaio-giugno del 2007 le esportazioni hanno segnato, rispetto allo stesso periodo del 2006, un incremento dell’11,6 per cento e le importazioni del 6,6 per cento. Nello stesso periodo il saldo è stato negativo per 7.372 milioni di euro, rispetto al deficit di 14.339 milioni di euro rilevato nello stesso periodo del 2006.

Testo integrale
PDF (296 kbyte)

Serie storiche
ZIP (59 kbyte)

Note informative
PDF (55 kbyte)

 

 (red/05.09.07)

 

+T -T
Caccia e incendi: primo incontro con il Governo

(regioni.it) ''Occorre ridefinire un assetto federativo del sistema di Protezione Civile''. Lo ha sostenuto il presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, al termine della riunione del 4 settembre convocata al ministero per gli Affari Regionali per discutere di caccia e incendi. ''C'e' bisogno - ha spiegato - di una forte direzione centrale ma anche di una maggiore capacita' da parte dei territori. Quando sara' chiusa questa fase di emergenza, bisognera' fare una riflessione puntuale su cio' che e' accaduto questa estate. La Protezione Civile, comunque - ha concluso - e' stata all'altezza della situazione”.

Il ministro per gli Affari Regionali, Linda Lanzillotta, ha annunciato che il testo dell'ordinanza proposta per rendere operativo il divieto di caccia previsto dalla legge nelle zone incendi ''sara' perfezionato e vi saranno criteri puntuali e non particolarmente estensivi di divieto di caccia nelle zone limitrofe, da intendere come perimetri amministrativi gia' esistenti''.

Secondo Lanzillotta ''sarebbe impossibile fare nuove perimetrazioni in tempi veloci. La caccia non e' comunque che accentui l'emergenza incendi''.

Anche il ministro per le Politiche Agricole, Paolo De Castro, ha spiegato: ''Abbiamo letto insieme l'ordinanza, che e' positiva, e stiamo valutando qualche ipotesi di aggiustamento in materia di prevenzione''.

'L'anno scorso - ha detto De Castro, che ha lasciato l'incontro prima che finisse a causa di un altro impegno - abbiamo lanciato l'idea del 'bosco sicuro' che ha coinvolto gli agricoltori i quali 'governano' 17 mila ettari sul territorio nazionale: il loro coinvolgimento nella prevenzione potrebbe fornire migliorare l' equilibrio nello sforzo di contrastare gli incendi''. 

Mentre il ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraio Scanio, ha sottolineato che il Governo chiedera'alle Regioni ''di sospendere, limitare o vietare, secondo lagravita' della situazione, la caccia nelle aree percorse dalfuoco, come prevede la legge, e in quelle limitrofe''. Le Regioni  ''hannodato la disponibilita' a valutare in tempi rapidi il bloccodella caccia nelle aree percorse dal fuoco e in quellelimitrofe. Ho inoltre chiesto di sospendere le preaperturedella stagione venatoria e di spostare l'avvio della stagionestessa a ottobre nelle aree che hanno subito un forte stress'' ha inoltre chiarito Pecoraro.

La stessa Commissione europea inoltre ha in studio le possibilita' di inasprire le sanzioni penali per gli atti dolosi che danneggiano l'ambiente, soprattutto per gli incendi, e al tempo stesso sollecita di garantire che tutte le zone boschive incendiate vengano riforestate, proibendo un cambiamento nella destinazione dei terreni.

 

 (red/05.09.07)

+T -T
Emergenza sicurezza in Calabria: Loiero incontra Prodi

(regioni.it) Emergenza sicurezza in Calabria. Attuazione del Patto per la sicurezza che prevede anche il potenziamento delle forze di polizia sul territorio. "I temi della legalita', della sicurezza e della lotta alla criminalita' organizzata, costituiscono una priorita' sia a livello regionale che nazionale. La Regione Calabria considera la sicurezza e la legalita' come beni pubbliciin quanto elementi indispensabili". Così scrive il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, nelle considerazioni finali del rapporto inviato al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in tema di sicurezza, legalita' econtrasto alla criminalita' organizzata.

Se ne è discusso a Palazzo Chigi con Prodi. "L'attuazione di una strategia di contrasto e prevenzione-dice il presidente della Calabria- resta il passaggio obbligato per avviare un processo reale rivolto a invertire l'attuale tendenza negativa attraverso l'affermazione di solidarieta' tra societa' ed istituzioni, intesa a sradicare le organizzazionicriminali e il malcostume che si alimenta delle aree dicollusione, fiancheggiamento e scarsa percezione del rischio dicriminalita' da parte delle famiglie".

''Su alcune cose il governo ha preso tempo - ha aggiunto Loiero dopo l’incontro del 4 settembre a Palazzo Chigi con il Governo - su altre e' gia' in grado di dare risposte, in gran parte positive''. 

Soffermandosi poi sulla recente strage di Duisburg, il presidente della Calabria ha sottolineato come questa abbia gettato ''una luce funesta'', a livello europeo e planetario, su un fenomeno criminale rispetto al quale il suo pacchetto di proposte al governo era basato su ''un'osservazione sul campo negli ultimi dodici anni''.

Ma ''se questa strage fosse avvenuta in Calabria - ha osservato - non avrebbe avuto lo stesso clamore'', e l'eco dell'accaduto si sarebbe spento in pochi giorni. Clamore che comunque e' stato anche dovuto anche al fatto - ha aggiunto - che la la Germania ha per tradizione una considerazione ''sacrale del proprio suolo''.

Alla fine si e' detto ''soddisfatto'' per ''l'ascolto denso di passione civile'' di cui ha ringraziato il governo. Il presidente della Regione Agazio Loiero ha insomma trovato l'attenzione che cercava nell'incontro di stasera con il premier Prodi e i ministri Amato, Mastella e Parisi, incontro da lui stesso sollecitato per avere risposte sul pacchetto di proposte avanzate per far fronte all'emergenza.

Minniti ha annunciato un adeguamento degli organici giudiziari e delle forze di polizia nei distretti piu' esposti e incentivi ai magistrati che scelgono di lavorare nelle zone 'difficili'.     

Perche' la preoccupazione di Loiero, ha detto Minniti,  e' ''pienamente condivisa dal governo e non e' un caso che sulla questione calabrese si sia fatta una riunione non ordinaria''.

Si e' inoltre deciso con il ministro dell'Interno di compiere, nell'ambito del patto per la sicurezza gia' siglato con la Calabria, una verifica degli organici delle forze di polizia, con un impegno del governo, ha affermato il viceministro, di un eventuale rafforzamento entro la fine dell'anno''. Minniti ha poi ricordato gli interventi "mirati" gia' compiuti: la creazione della sezione speciale del Ros a Gioia Tauro che si occupa della sicurezza del porto e della piana e di quella, sempre del Ros, chiamata a indagare sui beni della 'Ndrangheta all'estero, l'istituzione di una task force di forze di polizia italiane e tedesche sui retroscena della strage di Duisburg. Vi e' inoltre piena sintonia del governo con le autorita' calabresi, ha detto ancora Minniti, soprattutto per quanto concerne l'abbattimento dei tempi per i beni confiscati e il patteggiamento in appello per i reati di mafia. Nei prossimi giorni sara' pronta infine  l'ordinanza di protezione civile che riguarda tutta la viabilita' alternativa alla Salerno-Reggio Calabria, che sara' ridotta ad una carreggiata per 24-36 mesi. Una questione, ha detto "di impatto economico-civile e, in senso lato, anche di sicurezza".

Loiero da parte sua, ha ammonito che, se ''in Calabria vive gente onesta che paga un prezzo enorme per il fatto di vivere accanto alla criminalita' organizzata", anche una giustizia troppo lenta per inadeguatezza degli organici e dei mezzi puo' spingere la gente nelle mani della criminalita' organizzata. 

''Se una causa civile dura 25 anni - ha evidenziato - spesso capita che chi ha proprio bisogno assoluto di avere una risposta potrebbe, puo', rivolgersi alla criminalita': non dappertutto,ma in certe zone avviene per avere giustizia''.

(red/05.09.07)

 

+T -T
Una settimana "di miele"

(regioni.it) Miele di corbezzolo, rododendro e rosmarino sono solo alcuni dei nettari provenienti da tutti le regioni d'Italia per la 'Settimana del miele' in programma dal 7 al 9 settembre a Montalcino (Siena). In scena nella medievale Fortezza della cittadina toscana ci saranno anche propoli, pappa reale, cera e polline.

In programma - spiegano gli organizzatori di questa rassegna giunta alla 31/a edizione - momenti di approfondimento e dibattito con convegni e incontri tecnici con docenti universitari, esperti, studiosi e istituzioni che offrono opportunità di conoscere meglio una realta' che da secoli rappresenta una grande risorsa per l'Italia.

Quest'anno, poi, in occasione nel bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, la Settimana del Miele ricorda e onora l'eroe dei due mondi apicoltore con una mostra-conferenza in programma il 9 settembre dal titolo 'Il gene apistico della famiglia Garibaldi'.

La rassegna, che ha il contributo della Camera del commercio di Arezzo, si concludera' con il premio 'Roberto Franci' dedicato ai migliori mieli italiani scelti tra oltre 50 tipologie da un panel di assaggiatori professionali.

Per approfondire l’argomento proponiamo alcuni link:

Istituto nazionale di apicoltura

http://www.inapicoltura.org/online/

Associazioni nazionali
UNAAPI - Unione nazionale associazioni apicoltori italiani
Str. Tassarolo 22
15067 Novi Ligure (AL)
Tel. 0143 32 37 78 - fax 0143 31 42 35
unaapi@mieliditalia.it
Corso Crimea 69
15100 Alessandria (AL)
Tel. 0131-235891 interno 640 o 0131-250700 interno 640 - fax 0131 -25 21 44
unaapi.al@mieliditalia.it
sito web

www.mieliditalia.it

FAI - Federazione apicoltori italiani
C.so Vittorio Emanuele II 101

00186 ROMA
Tel: 06.6877175 - Telefax: 06.6852287
federapi@tin.it
sito web
http://www.federapi.biz/

ANAI - Associazione Nazionale Apicoltori Italiani

Via A. Mannocci 11

56023 Titignano (PI)

Numero Verde 800 911877 - Fax 050 3835068
info@anaiapi.it
http://www.anaiapi.it/

AAPI - Associazione apicoltori professionisti italiani

Str. Madonna 33

27045 Casteggio (PV)

Tel. 0383-805452
lucaboniz@tiscalinet.it
AIAAR - Associazione italiana allevatori api regine

Sede Amm.va c/o Presidente

Dott. Tiziano Gardi

Str. Perugia Ponte Valleceppi, 112

06078 – PERUGIA

tel. 075 - 6920297 - cell. 338 9573357

gardi@agr.unipg.it

(red/05.09.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top