Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 992 - mercoledì 12 settembre 2007

Sommario3
- Conferenza nazionale sui cambiamenti climatici
- Ambiente; Errani: un progetto unitario per il Po
- Cuffaro agli ingegneri: sicurezza primo obiettivo
- Bassolino: sì fondi UE, sviluppo Sud
- Economia: OK UE a cuneo fiscale; Draghi su decollo Sud
- Finanziaria: l'Upi critica incontro Anci-Governo

+T -T
Conferenza nazionale sui cambiamenti climatici

(regioni.it) E’ iniziata il 12 settembre a Roma la Conferenza nazionale sui cambiamenti climatici.

Link dal sito della Conferenza: MATTM - Portale Cartografico Nazionale ; MAIS - Modulo di Accesso alle Informazioni Spaziali SINAnet; Previsioni sullo stato del mare;  SCIA - Sistema per la raccolta, l'elaborazione e la diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale; APAT - Rete Ondametrica; BRACE - Banca dati qualità dell'aria. Documentazione: Stratégie nationale d’adaptation au changement climatique (Observatoire national sur les effets du réchauffement climatique); Adaptation Policy Framework (Department for Environment, Food and Rural Affairs – London); Adaptation strategies related to water management and water services (A case study of Portugal); National Climate Change Adaptation Framework (Climate Change Impacts and Adaptation Working Group – Canada); IPCC WG1 Report; IPCC WG2 Report - Summary for PolicyMakers ; IPCC WG3 Report; European Commission - GREEN PAPER; Plan nacional de adaptación al cambio climático .

(Dire) CLIMA. NAPOLITANO: L'ITALIA DEVE FARE LA SUA PARTE

(Asca) CLIMA: BERTINOTTI, POLITICHE DI RAPINA SONO CAUSA CAMBIAMENTI

(Adnkronos)CLIMA: PECORARO, ARRETRA UN KM SU TRE DELLE COSTE ITALIANE =

(Agi) CLIMA: OCSE, ESTENDERE ED ARMONIZZARE CARBON TAX =

(Dire) CLIMA. MONTALCINI: DANNI ANCHE PER UOMO, BISOGNA DIRLO

(Dire) CLIMA. SONDAGGIO DEL CTS, 92% GIOVANI PREOCCUPATI DA CAMBIAMENTI

(Dire) ENERGIA. PECORARO: AZIENDE VENDONO, GOVERNO PENSA A EFFICIENZA

(Dire) CLIMA. PECORARO: DA ROMA A BALI, LA SFIDA E' IL SOLARE

(Agi) CLIMA: WWF, ORA SERVONO FATTI; IN FINANZIARIA RISORSE ADEGUATE

(Asca) CLIMA: PECORARO, ITALIA PUO' PERDERE 50 MLD DI EURO L'ANNO

(Ansa) CLIMA: ROMA 2007; PECORARO, A BALI IN PRIMA FILA CON UE

(Adnkronos) CLIMA: PECORARO, EMERGENZA MARE E' DIMENTICATA DALL'ITALIA

(Asca) CLIMA: PECORARO, IN ITALIA TEMPERATURA AUMENTATA DI 4 VOLTE

(Ansa) CLIMA: ROMA 2007; PECORARO, UNICO ADATTAMENTO E' SOSTENIBILE

(Adnkronos) CLIMA: PECORARO, ITALIA E MEDITERRANEO I PRIMI A SUBIRE CAMBIAMENTI, NECESSARIO AGIRE SUBITO

(Agi) CLIMA: PECORARO SCANIO, RIDURRE EMISSIONI SENZA SE E SENZA MA

(Adnkronos) CLIMA: PECORARO, ARRETRA UN KM SU TRE DELLE COSTE ITALIANE

(Adnkronos) CLIMA: NAPOLITANO, CAMBIAMENTO PROBLEMA GRAVE E COMPLESSO

(red/12.09.07)

+T -T
Ambiente; Errani: un progetto unitario per il Po

(regioni.it) “Lavorare per un grande piano di risanamento del fiume Po”, unendo gli sforzi di Ministeri, Regioni e Province, in un'ottica integrata, è al tempo stesso “un'emergenza ma anche un'opportunità per un piano più generale di tutela ambientale del Paese": ne è convinto il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio che ha partecipato, a Bologna, all'iniziativa "Alla ricerca del Grande Fiume", un viaggio di formazione lungo il corso del fiume intrapreso dagli studenti dell'Università degli studi di Scienze Gastronomiche con sedi a Pollenzo frazione di Bra (Cuneo) e Colorno (Parma), in occasione del cinquantenario della trasmissione televisiva Rai “Viaggio nella valle del Po, alla ricerca di cibi genuini” di Mario Soldati. Il viaggio è organizzato con il contributo di 3 ministeri (Ambiente, Politiche agricole ed Attività culturali) di 5 Regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto) e di 14 Province.

Il ministro dell'Ambiente ha definito "un dato inquietante" quanto emerso dai lavori preparatori sulla conferenza per i cambiamenti climatici (vedi notizia precedente), cioè, che nel 2003 la corrente che garantisce la circolazione dell'acqua nel mar Adriatico si e' fermata. Per questo e' necessario “ridurre il carico inquinante nel fiume Po” visto che il mar Adriatico necessita dell'apporto di acque "dolci e più fredde”. Durante il dibattito, il presidente della Regione Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ha definito come una priorità “tentare di risolvere il problema delle competenze sul fiume Po entro il 2008”. Secondo Errani è necessario stabilire “un'Autorità riconosciuta” in grado di governare l'emergenza idrica ed il flusso delle acque in "una visione di bacino idrografico e non sulla base di confini amministrativi”.

“L'obiettivo nel 2008 deve essere quello di tentare di sistemare il problema delle competenze sul Po, perche' questo e' un problema prioritario per governare l'emergenza idrica, in una logica di bacino e non sulla base di confini amministrativi". E' quanto sostiene il presidente della conferenza Stato-Regioni e della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, intervenuto oggi a Bologna alla presentazione di un progetto per la valorizzazione del fiume Po, promosso dall'universita' di Scienza Gastronomiche di Bra.

Un incontro al quale hanno preso parte anche il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ed il sindaco di Bologna Sergio Cofferati. Per salvare il Po, sempre più a rischio siccità, "bisogna costruire un progetto unitario" ribadisce Errani che chiede anche di "trovare un'autorità riconosciuta in grado di governare il flusso delle acque sia in situazioni di normalità, sia in caso di emergenza idrica”.

(red/12.09.07)

+T -T
Cuffaro agli ingegneri: sicurezza primo obiettivo

(regioni.it) “La politica deve prendere sempre più atto che non puo' prescindere dalle competenze specifiche e di merito che la vostra, come altre categorie, devono rendere, in alcuni ambiti strategici e decisivi per tutti noi”. Così il presidente della regione siciliana, Salvatore Cuffaro, si e' rivolto alla platea del partecipanti al 52° congresso nazionale degli ordini degli ingegneri di Italia, in corso ad  Agrigento.

Cuffaro ha sottolineato che gli argomenti scelti a sostegno del tema congressuale, ambiente, sicurezza ed energia, ''sono di grande interesse non solo per gli addetti ai lavori ma anche per l'intera opinione pubblica, che vede nel mondo delle professioni un interlocutore importante e insostituibile per giungere ad una piu' corretta risoluzione di alcune delle problematiche piu' urgenti che riguardano la vita dell'intero paese''. Cuffaro, in particolare, ha rivolto un appello ai tanti iscritti agli ordini di tutta Italia affinche' ''il tema della sicurezza sia il primo e piu' importante obiettivo da raggiungere, senza contrasti e trincee contrapposte, quasi vi fosse chi ha interesse alla sicurezza e chi no''.

(red/12.09.07)

+T -T
Bassolino: sì fondi UE, sviluppo Sud

(regioni.it) Un centro di analisi e studi dedicato all'Asia contemporanea a Napoli. Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino.  L'Asialab - questo il nome del centro studi - ''sara' il frutto della collaborazione tra Regione, citta' e Universita' Orientale - spiega Bassolino - Un centro per facilitare la reciproca conoscenza e rafforzare la collaborazione in tutti i campi''. ''La storia dello sviluppo economico insegna che a fare la differenza e' la cultura - conclude - Il desiderio di favorire il dialogo tra le culture anticipa le relazioni economiche e lo sviluppo equilibrato e sostenibile''.

E a proposito di cooperazione internazionale e sviluppo la Commissione europea ha approvato in via definitiva il Programma operativo FESR (Fondo Europeo per lo sviluppo Regionale) della Regione Campania. Con il via libera da parte di Bruxelles, l'amministrazione regionale potra' disporre fin da subito delle risorse finanziarie assegnate al nuovo fondo nel periodo 2007-2013, pari a circa 7 miliardi di euro (3.432.397.599 euro di fondi comunitari, a cui si aggiungono il cofinanziamento nazionale e regionale, per un totale di 6.864.795.198 euro).

Il programma concentra le risorse su alcune priorita' strategiche di sviluppo come: la sostenibilita' ambientale, la competitivita' del sistema produttivo regionale, il comparto energetico, infrastrutture e trasporti, innovazione tecnologica e ricerca, sviluppo urbano e qualita' della vita, turismo e politiche culturali, cooperazione.

Il FESR 2007-2013 rappresenta - insieme al POR FSE (Fondo Sociale Europeo) e al PSR (Programma di Sviluppo Rurale), i cui iter di approvazione in sede comunitaria si concluderanno entro settembre - il quadro di riferimento per l'utilizzo dei fondi europei nei prossimi sette anni.

''L'approvazione del FESR da parte della Commissione Europea e' il risultato di un intenso lavoro portato avanti nel corso di questi mesi tra Napoli, Roma e Bruxelles'', ha detto il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino. ''Siamo tra le prime regioni italiane ad aver chiuso il negoziato - ha continuato Bassolino - anticipando al massimo la disponibilita' delle nuove risorse. In concreto, l'accordo di oggi ci permettera' di avviare fin da subito, per esempio, la realizzazione dei primi '15 grandi progetti', sui quali il confronto con Bruxelles gia' buon punto. Si tratta di opere dal grande valore strategico, destinate a incidere profondamente sullo sviluppo dei nostri territori, in particolar modo nelle attivita' produttive, industriali e delle alte tecnologie, nel campo della logistica, delle infrastrutture e della cultura''.  

Secondo Bassolino ''piu' in generale, il nuovo programma ci permettera' di fare un vero e proprio salto di qualita' nel comparto energetico e della sostenibilita' ambientale. Voglio davvero ringraziare il Tavolo di Partenariato socio-economico e istituzionale, l'VIII Commissione del consiglio regionale e tutti coloro che hanno lavorato con grande impegno per raggiungere questo risultato in tempi rapidi. Andiamo avanti adesso con ancora maggiore celerita' per attuare quanto prima tutte le iniziative previste dal programma. Se ai nuovi fondi europei si affiancheranno le dovute risorse ordinarie e se, come ho scritto al Presidente Prodi, nella prossima finanziaria il governo portera' fino in fondo gli impegni assunti per la Campania e il Mezzogiorno, allora avremo davvero la possibilita' di compiere una svolta importante sul fronte dello sviluppo''.

(red/12.09.07)

+T -T
Economia: OK UE a cuneo fiscale; Draghi su decollo Sud

(regioni.it) La Commissione Ue autorizza la riduzione del cuneo fiscale varata dal Governo Prodi dopo l'estensione anche a banche e assicurazioni. Nel contempo il governatore della Banca d’Italia Draghi sostiene che per volare l'aero "Italia" ha bisogno di un sud che favorisca il suo “decollo”.

Quindi per Bruxelles ''il provvedimento, in seguito ad alcune modifiche apportate dalle autorita' italiane, e' ormai una misura di carattere generale e, sulla base di cio', non costituisce un aiuto di Stato''. Restano fuori dal taglio, invece, i servizi di pubblica utilita' a concessione e tariffa regolamentata e le amministrazioni pubbliche: esclusioni che per Bruxelles ''sono pienamente giustificate''.

L'autorizzazione di Bruxelles, dunque, arriva ''in virtu' del fatto che tale normativa non viola le regole comunitarie sugli aiuti di Stato'', dopo l'estensione del provvedimento ai settori che inizialmente erano stati esclusi dalle agevolazioni, vedi quello creditizio e quello assicurativo.

''Ormai - si legge ancora nella nota della Commissione Ue - restano esclusi solo i servizi di pubblica utilita' in possesso di un contratto di concessione e dove le tariffe sono regolamentate, e le amministrazioni pubbliche''. ''Secondo le autorita' italiane, l'esclusione dei primi - spiega Bruxelles - si impone per evitare una sovra-compensazione, visto che le tariffe regolamentate che si applicano tengono gia' conto del taglio fiscale, compresa l'Irap''. Per quel che riguarda le amministrazioni pubbliche, invece, ''queste non esercitano generalmente attivita' economiche e non possono dunque essere considerate come delle imprese ai fini delle regole in materia di aiuti di Stato''. ''Tenuto conto di tutti questi elementi - conclude l'esecutivo europeo - la Commissione Ue ha considerato che le esclusioni sono pienamente giustificate''.

Infine per il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, una crescita ''sostenuta e duratura dell'intera economia'' italiana puo' avvenire solo ''con il decollo del Sud'' il cui divario con il Centro Nord ''frena anche il resto del paese''. Il sud frena il Paese, e' necessario un suo “decollo” per far volare bene l’aereo “Italia”.

Per Draghi ''al Sud e' piu' ampio il divario fra risorse disponibili, soprattutto umane, e risultati conseguiti; e' piu' elevato il potenziale di crescita. L'esistenza di un'area cosi' estesa e popolata con un reddito pro-capite pari a meno del 60% di quello del Centro Nord frena anche il resto del paese, ne acuisce i problemi non solo economici''. Secondo il Governatore ''occorre percepire questo nesso e porlo al centro dell'analisi e della politica economica''. Draghi torna a rimarcare la necessita' per il Nostro Paese di imboccare ''un sentiero di crescita di lungo periodo''.

 (red/12.09.07)

+T -T
Finanziaria: l'Upi critica incontro Anci-Governo

(regioni.it)  Incontro Governo e Comuni (12 settembre)  per discutere, tra l’altro, di Finanziaria 2008. Dopo la rottura delle relazioni istituzionali con l'esecutivo, il 5 luglio scorso, in polemica sulle politiche economiche del Governo (in particolare dal possibile taglio dell'Ici, passando anche attraverso i provvedimenti sull'uso degli avanzi di amministrazione e sul federalismo fiscale) una delegazione dell'Anci è stata convocata e ricevuta a Palazzo Chigi per incontrare il presidente del Consiglio, Romano Prodi. Per l'esecutivo, oltre al premier Romano Prodi, hanno partecipato all’incontro i ministri Padoa-Schioppa, Amato, Lanzillotta, ilviceministro dell'Economia, Visco e il sottosegretario allapresidenza del consiglio Letta. La delegazione dei sindaci guidata dal presidente dell'Anci e sindaco di Firenze Domenici, e' composta da Chiamparino (Torino), Moratti(Milano), Cofferati (Bologna), Vincenzi (Genova) e Scapagnini (Catania).

Dopo l'incontro, propedeutico alla reale ripresa dei rapporti istituzionali tra governo e Anci, ad attendere i Comuni vi e' un lungo calendario di appuntamenti che riguardano il tema della sicurezza. Il giorno 13 settembre si riunira' il Consiglio direttivo dell'Anci. Dalla riunione ( nella quale si tornera' a parlare di Finanziaria) dovrà emergere un documento con il punto di vista e le proposte dei Comuni sull'argomento sicurezza. I Comuni sono stati poi convocati dal ministro Amato per la mattina del 19 settembre. Prima di quella data l'Anci dovrebbe ricevere la bozza del documento elaborato dal ministero dell'Interno sulle nuove misure ed essere in grado di esprimere il proprio parere. A tale scopo appena ricevuto il testo l'Anci convochera' una riunione con i sindaci delle principali citta' italiane. Il 21 e il 22 settembre e' in programma a Firenze il primo convegno annuale organizzato dal ministero dell'Interno e dall'Anci sull'immigrazione; la sintesi della prima giornata sara' fatta dal ministro della Solidarieta' sociale, Paolo Ferrero, mentre le conclusioni della seconda spetteranno al ministro, Giuliano Amato. Nella settimana tra il 24 e 29 settembre, infine, dovrebbe essere convocata al Viminale la conferenza Stato-citta' per la ratifica del provvedimento del governo.

Ma sulla convocazione dell’Anci a Palazzo Chigi sono intervenute polemicamente le province accusando di mancata concertazione l'esecutivo :''Apprendiamo con stupore dalle Agenzie di stampa che domani il Governo incontrera' i Comuni per discutere di finanziaria 2008, patto di stabilita' interno e di avanzi di amministrazione e spese per gli investimenti. Le questioni, cioe', su cui prima dell'estate si erano interrotte le relazioni tra le Autonomie locali, Province e Comuni, e il Governo". Lo ha dichiarato il Presidente dell'Upi, Fabio Melilli. "Riteniamo inaccettabile che si scelga di riaprire il dialogo solo con una parte delle istituzioni - prosegue - Eppure nelle diverseriunioni tecniche che in questi giorni abbiamo avuto sulla finanziaria2008 era emersa la volonta', da noi apprezzata, di stringere un patto con le Autonomie territoriali, per giungere alla definizione di una manovra di bilancio concordata con tutte le istituzioni del Paese". "Per questo troviamo inammissibile questa mancata convocazione - conclude Melilli - e ci aspettiamo nell'immediato che il Governo dimostri nei fatti di volere ristabilire un corretto clima di relazioni con tutti i livelli istituzionali''.

Dalle agenzie di stampa:

AGI - DEFICIT/PIL: DOMENICI E MORATTI, TPS HA CONFERMATO DATI DPEF =

DIRE - FINANZIARIA. DOMANI ANCI FA IL CONSUNTIVO DEL VERTICE COL GOVERNO...          

ANSA -FINANZIARIA: NAPOLI,GOVERNO HA RICONOSCIUTO CHE ABBIAMO DATO...               

ADN KRONOS - FINANZIARIA: NAPOLI (ANCI), TRATTATIVA CON GOVERNO RIPRENDERA' DA...         

ANSA -FINANZIARIA: PADOASCHIOPPA A COMUNI, PROBLEMA RISORSE C'E'...                

AGI - FINANZIARIA:TPS A ANCI,CRESCITA POTREBBE ESSERE PIU BASSA 1,9% ...           

ANSA - FINANZIARIA: TESORO; DA PADOASCHIOPPA AD ANCI NESSUNA CIFRA...               

ANSA  FINANZIARIA: DOMENICI E MORATTI, NON CAMBIA DEFICIT 2007...                   

AGI - DEFICIT/PIL: TPS AD ANCI, 2,7% IN 2007, 2,2% IN 2008 ...                  

ADN KRONOS - FINANZIARIA: PADOA SCHIOPPA A ANCI, DEFICIT/PIL 2007 SALE A 2,7% ...         

DIRE - FINANZIARIA. ANCI AL GOVERNO: DETRARRE L'ICI DALL'IRPEF...                    

(red/12.09.07)

 

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top