Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 992 - mercoledì 12 settembre 2007

Sommario
- Conferenza nazionale sui cambiamenti climatici
- Ambiente; Errani: un progetto unitario per il Po
- Cuffaro agli ingegneri: sicurezza primo obiettivo
- Bassolino: sì fondi UE, sviluppo Sud
- Economia: OK UE a cuneo fiscale; Draghi su decollo Sud
- Finanziaria: l'Upi critica incontro Anci-Governo

+T -T
Bassolino: sì fondi UE, sviluppo Sud

(regioni.it) Un centro di analisi e studi dedicato all'Asia contemporanea a Napoli. Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino.  L'Asialab - questo il nome del centro studi - ''sara' il frutto della collaborazione tra Regione, citta' e Universita' Orientale - spiega Bassolino - Un centro per facilitare la reciproca conoscenza e rafforzare la collaborazione in tutti i campi''. ''La storia dello sviluppo economico insegna che a fare la differenza e' la cultura - conclude - Il desiderio di favorire il dialogo tra le culture anticipa le relazioni economiche e lo sviluppo equilibrato e sostenibile''.

E a proposito di cooperazione internazionale e sviluppo la Commissione europea ha approvato in via definitiva il Programma operativo FESR (Fondo Europeo per lo sviluppo Regionale) della Regione Campania. Con il via libera da parte di Bruxelles, l'amministrazione regionale potra' disporre fin da subito delle risorse finanziarie assegnate al nuovo fondo nel periodo 2007-2013, pari a circa 7 miliardi di euro (3.432.397.599 euro di fondi comunitari, a cui si aggiungono il cofinanziamento nazionale e regionale, per un totale di 6.864.795.198 euro).

Il programma concentra le risorse su alcune priorita' strategiche di sviluppo come: la sostenibilita' ambientale, la competitivita' del sistema produttivo regionale, il comparto energetico, infrastrutture e trasporti, innovazione tecnologica e ricerca, sviluppo urbano e qualita' della vita, turismo e politiche culturali, cooperazione.

Il FESR 2007-2013 rappresenta - insieme al POR FSE (Fondo Sociale Europeo) e al PSR (Programma di Sviluppo Rurale), i cui iter di approvazione in sede comunitaria si concluderanno entro settembre - il quadro di riferimento per l'utilizzo dei fondi europei nei prossimi sette anni.

''L'approvazione del FESR da parte della Commissione Europea e' il risultato di un intenso lavoro portato avanti nel corso di questi mesi tra Napoli, Roma e Bruxelles'', ha detto il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino. ''Siamo tra le prime regioni italiane ad aver chiuso il negoziato - ha continuato Bassolino - anticipando al massimo la disponibilita' delle nuove risorse. In concreto, l'accordo di oggi ci permettera' di avviare fin da subito, per esempio, la realizzazione dei primi '15 grandi progetti', sui quali il confronto con Bruxelles gia' buon punto. Si tratta di opere dal grande valore strategico, destinate a incidere profondamente sullo sviluppo dei nostri territori, in particolar modo nelle attivita' produttive, industriali e delle alte tecnologie, nel campo della logistica, delle infrastrutture e della cultura''.  

Secondo Bassolino ''piu' in generale, il nuovo programma ci permettera' di fare un vero e proprio salto di qualita' nel comparto energetico e della sostenibilita' ambientale. Voglio davvero ringraziare il Tavolo di Partenariato socio-economico e istituzionale, l'VIII Commissione del consiglio regionale e tutti coloro che hanno lavorato con grande impegno per raggiungere questo risultato in tempi rapidi. Andiamo avanti adesso con ancora maggiore celerita' per attuare quanto prima tutte le iniziative previste dal programma. Se ai nuovi fondi europei si affiancheranno le dovute risorse ordinarie e se, come ho scritto al Presidente Prodi, nella prossima finanziaria il governo portera' fino in fondo gli impegni assunti per la Campania e il Mezzogiorno, allora avremo davvero la possibilita' di compiere una svolta importante sul fronte dello sviluppo''.

(red/12.09.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top