Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 993 - giovedì 13 settembre 2007

Sommario
- Clima: azione prioritaria Governo
- Zanzara tigre: l'intervento della Regione Emilia-Romagna
- Sanità: l'attività dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali
- Welfare; il sociale in cifre: i dati delle Regioni
- Banca centrale europea su crescita e prezzi
- Sanità: Turco - Colozzi su rinnovo contratti

+T -T
Banca centrale europea su crescita e prezzi

(regioni.it) Per la Banca centrale europea (BCE) il deficit 2007 è sotto il 3% mentre i prezzi degli alimentari sono in netta crescita. E’ inoltre a rischio il pareggio fino al 2011. Quindi il deficit 2007 dell'Italia dovrebbe scendere sotto la soglia indicata, ma questo significa anche che il raggiungimento del pareggio di bilancio del nostro Paese e' a rischio fino al 2011.

Lo afferma la Bce invitando gli Stati membri di Eurolandia ad evitare gli errori compiuti nel 1999-2000 e andare avanti con il risanamento dei conti pubblici, sfruttando il buon momento congiunturale: i programmi di bilancio del 2008 dovrebbero quindi includere misure concrete di riduzione dei disavanzi, preferibilmente dal lato della spesa.

Intanto l’nflazione è stabile all'1,6% lo scorso mese, ma grazie al calo dei prezzi nel comparto energetico che ha compensato gli aumenti dei prodotti alimentari, cresciuti, secondo la Bce, del 30%. Secondo l'Istat, invece, negli ultimi 12 mesi il prezzo del pane e' aumentato del 4,2%, riso e pasta del 3% e la frutta del 6,1%.

Secondo l’Istat nel mese di agosto 2007 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività comprensivo dei tabacchi è stato pari a 132,6, registrando una variazione di più 0,2 per cento rispetto al mese di luglio e una variazione di più 1,6 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente; al netto dei tabacchi l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, pari a 132,1, ha presentato nel mese di agosto 2007 una variazione congiunturale di più 0,2 e una variazione tendenziale di più 1,6 per cento.

Mentre per la BCE i rincari degli alimentari, registrati nelle ultime settimane, sono stati determinati in larga misura dall'aumento dei prezzi dei beni energetici e fertilizzanti, dai bassi livelli delle scorte, dalla scarsita' di alcuni raccolti (soprattutto a causa di fattori legati alle condizioni climatiche, come la siccita' in Australia) e dal forte aumento della domanda di raccolti. ''Quest'ultimo elemento rispecchi principalmente due fattori. In primo luogo, le crescenti disponibilita' finanziarie in gran parte delle economie emergenti, in particolare la Cina, hanno modificato notevolmente i modelli alimentari in questi paesi. In secondo luogo, i prezzi elevati dei beni energetici - precisa la Bce - e i crescenti incentivi statali per lo sviluppo di carburanti alternativi sostenendo un sensibile aumento della domanda di input agricoli per la produzione di carburanti biologici, soprattutto etanolo e biodiesel''.

Nel complesso, rileva la Bce, anche se di recente i prezzi delle materie prime alimentari sono fortemente aumentati a livello internazionale, finora nell'area euro non si sono osservati rincari comparabili degli alimentari al consumo.

''Tuttavia, le prospettive per i prezzi degli alimentari sia mondiali sia interni rimangono caratterizzate da una elevata incertezza. I prezzi degli alimentari dipendono da diversi fattori - conclude la Bce -, come i progressi tecnologici e le evoluzioni della politica energetica, che sono molto difficili da prevedere. Inoltre, non e' ancora chiaro in che misura le variazioni climatiche potranno contribuire all'andamento dei prezzi degli alimentari''.

Ecco di seguito una tabella che riporta la variazione media tendenziale di alimentari freschi e trasformati da maggio a luglio 2007 e dei primi sette mesi dell'anno.

                        MAGGIO    GIUGNO   LUGLIO   SETTE MESI

----------------------------------------------------------------

ALIMENTARI FRESCHI       3,1%       3,0%      2,8%      3,2%

- CARNE                  2,9%       2,5%      2,1%      2,8%

- PESCE                  3,0%       2,4%      2,8%      3,2%

- FRUTTA                 2,2%       5,6%      3,3%      2,5%

- VERDURA                4,0%       2,2%      3,9%      4,3%   

ALIMENTARI TRASFORMATI   1,9%       2,0%      1,9%      2,0%

- PANE E CEREALI         2,4%       2,4%      2,5%      2,3%

- LATTE,FORMAGGIO,UOVA   0,7%       1,1%      1,3%      0,8%

- ZUCCHERO,CONFETTURE    1,0%       0,9%      0,9%      0,9%

- TABACCO                4,9%       4,8%      4,3%      5,0%

tabella: fonte ANSA

(red/12.09.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top