Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 998 - giovedì 20 settembre 2007

Sommario
- La Finanziaria avrà più articoli
- Conferenza Unificata: ancora un'integrazione
- Ambiente: in esame Zone Speciali Conservazione e Protezione Speciale
- Aumenta l'export
- Finanziaria: Colozzi, "uno Stato banchiere?"
- Sanità: il 21 settembre documento della Fondazione ItalianiEuropei

+T -T
Finanziaria: Colozzi, "uno Stato banchiere?"

(regioni.it) “Siamo in “zona Finanziaria”. In attesa che i Ministri decidano “in famiglia” – scrive Romano Colozzi (assessore al Bilancio della Regione Lombardia) sulle colonne della sua newsletter - come riqualificare la spesa pubblica, Il Revisore proporrà ai lettori i dati, le notizie e le indiscrezioni che riuscirà a raccogliere sulla manovra che il Governo si appresta a scrivere.

E già circola una voce tra i vicoli romani. Una voce insistente, ben circostanziata. Precisa.

Sembrerebbe che il Governo, dopo aver “regalato” fior di quattrini alle Regioni con elevati deficit sanitari, abbia previsto in Finanziaria un prestito di 10 miliardi di euro per le stesse Regioni, per gli stessi motivi (notizia che sembrerebbe trovare una prima conferma in un articolo de “Il Messaggero” del 20 settembre, “sanità maxi prestito alle Regioni”, ndr). Viene quasi da sperare che da Palazzo Chigi o dal Ministero dell’Economia arrivi una puntuale smentita a questa indiscrezione. Ma temiamo che di smentite non ce ne saranno. Lo Stato si appresta a fare da “banchiere” alle Regioni che hanno creato disavanzi sanitari.

E chi non vorrebbe avere lo Stato per banchiere? Se così fosse – prosegue Colozzi - allora tutti gli enti pubblici territoriali potrebbero chiedere un prestito allo Stato per i propri interventi, anziché ad una banca. Ecco, lo Stato potrebbe assegnare un rating a Regioni ed Enti locali in base all’indice di virtuosità (e non in base a chi ha creato il deficit più grande) per stabilire il tasso di interesse dei prestiti che potrebbe, o meglio dovrebbe concedere.  Qualche domanda d’obbligo al Signor Ministro dell’Economia: questi 10 miliardi di cui si mormora come rientrano nel Patto di stabilità? E a carico di chi saranno posti? Quanto dovranno risparmiare le Regioni per permettere al Governo di elargire questo prestito ai soliti noti? Quest’anno ci verrà garantita la possibilità di sapere quale sarà la quota, ben suddivisa, del Patto di Stabilità che lo Stato, le Regioni e gli Enti locali dovranno rispettare?  In attesa di risposte…”, conclude l’assessore della Lombardia.

(red/20.09.07)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top