Terremoto: ok sistema di protezione civile

mercoledì 24 dicembre 2008


 

Terremoto: ok sistema di protezione civile

Terremoto: ok sistema di protezione civile

 

(regioni.it) Il terremoto che nel pomeriggio del 23 dicembre ha colpito molte regioni del nord Italia e' stato valutato di magnitudo 5.2 Richter, che corrisponde al quinto-sesto grado della scala Mercalli. Una scossa cioe' forte, avvertita dalla popolazione e che puo' provocare danni lievi.In ogni caso squadre di tecnici della Regione Emilia Romagna, insieme ai Vigili del Fuoco, stanno procedendo in queste ore a verifiche sugli edifici, in particolare sulle chiese danneggiate, nell'area tra Parma e Reggio Emilia che e' stata ieri colpita dal sisma. Si tratta, precisa il responsabile regionale della Protezione civile, Demetrio Egidi, di una fase di ricognizione cui si accompagna un'attenta osservazione per le scosse di replica, che sono state numerose, una cinquantina e oltre dalla sera del 23 dicembre. La Protezione civile confida, sulla base della valutazione degli esperti, che non dovrebbero verificarsi scosse di replica con danni aggiuntivi. Nelle prossime ore potrebbe essere formalizzata ufficialmente la richiesta dello stato di emergenza da parte della Regione Emilia Romagna, cosi' come era stato anticipato dal presidente Vasco Errani a margine del vertice tenutosi nella prefettura di Parma con il sottosegretario alla Protezione civile Guido Bertolaso. E' stato comunque confermato che non ci sono stati feriti o crolli di edifici.
"L'intervento delle Province, dei Comuni, delle Prefetture e della Protezione civile ha garantito una copertura in tempo reale. Domani partiranno le squadre per verificare i danni. Certamente un evento cosi' significativo avra' la priorita' nella dichiarazione di stato di emergenza: potremo poi fare la valutazione dei danni e svolgere tutti gli interventi necessari''. Queste le prime dichiarazioni del presidente della Regione Emilia- Romagna, Vasco Errani, al suo arrivo la sera del 23 dicembre  in Prefettura a Parma per il vertice sul dopo-terremoto con il sottosegretario Guido Bertolaso. “La qualita' degli interventi e delle relazioni che abbiamo realizzato (Protezione civile nazionale, regionale e territoriali, Prefetture, Vigili del fuoco) - ha aggiunto Errani - è un sistema che dimostra sempre di piu' di saper reagire bene, e dimostra il suo valore e la sua importanza''.