ELEZIONI: VENDOLA, UN TERREMOTO E NON CE NE SIAMO ACCORTI

martedì 15 aprile 2008


ADNK (POL) - 15/04/2008 - 9.30.00
ELEZIONI: VENDOLA, UN TERREMOTO E NON CE NE SIAMO ACCORTI
ZCZC ADN0067 3 POL 0 RTX POL NAZ ELEZIONI: VENDOLA, UN TERREMOTO E NON CE NE SIAMO ACCORTI = Roma, 15 apr. (Adnkronos) - "Non ci siamo accorti che sotto i nostri piedi si stava scatenando un terremoto". Lo afferma il governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola, in un'intervista al quotidiano la 'Repubblica', commentando il risultato delle elezioni. "Una sconfitta aspra, secca, senza se e senza ma . -aggiunge Vendola- Per la prima volta non ci saranno piu' in Parlamento i comunisti, i socialisti. Siamo diventati una forza extraparlamentare, cioe' fuori dalle istituzioni. Quello che e' successo e' stata colpa di tutti compreso il sottoscritto. Evitiamo di individuare capri espiatori: sarebbe un atteggiamento infantile e ingeneroso". "Noi siamo stati travolti -continua il governatore della Puglia- ma perche' ha vinto Berlusconi, la Lega Nord e non per un soffio. Questo mi preoccupa: il fatto che il partito di Bossi sia il primo in Lombardia puo' provocare una spallata forte all'unita' d'Italia". "Dobbiamo essere in grado di rimetterci in gioco. -conclude Vendola- Il popolo della sinistra del resto e' prevalentemente avvezzo alle disfatte e non alle vittorie". (Tof/Col/Adnkronos) 15-APR-08 09:33 NNNN