17/05: SICUREZZA: REGIONI A MARONI, NON PENALIZZARE BADANTI

lunedì 19 maggio 2008



ZCZC
AGI2236 1 CRO 0 R01 / PC83

SICUREZZA: REGIONI A MARONI, NON PENALIZZARE BADANTI =
(AGI) - Venezia, 17 mag. - "Bisogna fare attenzione che il giro
di vite sugli immigrati irregolari, toccando anche le badanti,
non vada a penalizzare le famiglie e gli anziani". Stefano
Valdegamberi, assessore alle politiche sociali della Regione
Veneto e responsabile degli assessori alle politiche sociali
delle Regioni, mette in guardia il Governo a proposito dei
provvedimenti annunciati in materia di immigrazione. "Le
assistenti familiari - ricorda Valdegamberi - sono attualmente
un riferimento irrinunciabile per le politiche sociali
pubbliche e pertanto va trovata una via percorribile per poter
sanare la situazione di quelle irregolari. Nel Veneto, ad
esempio, le casse regionali, i bilanci regionali, risparmiano
centinaia di milioni di euro l'anno aiutando le famiglie ad
utilizzare il lavoro delle assistenti familiari. Le badanti
consentono di mantenere l'anziano o il disabile a casa propria
con costi molto piu' contenuti rispetto
all'istituzionalizzazione che, va ricordato, viene pagata dalla
Regione Veneto con 440 milioni di euro l'anno per quanto
riguarda la non autosufficienza". "Nel Veneto - ricorda
l'assessore - si calcola che siano tra le 29 mila e le 33 mila
le badanti, tra regolari e irregolari, il 99,9% donne
provenienti da Ucraina, Moldavia, Romania, secondo le fonti
dell'Osservatorio regionale sull'immigrazione su dati Istat. In
qualita' di responsabile degli assessori alle politiche sociali
delle Regioni sollecitero' il titolare del ministero degli
Interni Roberto Maroni, che e' stato anche ministro del Welfare
e quindi conosce molto bene i problemi del sociale, ad avere la
massima attenzione su questo versante. Insomma una politica di
rigore e di legalita' nei confronti dell'immigrazione non deve
trasformarsi in un danno irreparabile per le famiglie italiane
e per i nostri anziani". (AGI) 
Cli/Ve/Sic  (Segue)
171527 MAG 08

NNNN
ZCZC
AGI2237 1 CRO 0 R01 / PC83

SICUREZZA: REGIONI A MARONI, NON PENALIZZARE BADANTI (2)=
 (AGI) - Venezia, 17 mag. - "Al rigore vanno accompagnate il
senso della misura e la capacita' di distinguere tra immigrato
e immigrato - sottolinea Valdegamberi - cambiando magari alcune
norme laddove impediscano la regolarizzazione di persone che
hanno dimostrato di lavorare bene, di non delinquere e anzi di
essere indispensabili per il buon andamento delle famiglie e
l?assistenza delle persone anziane e/o disabili'. L'assessore
veneto ricorda infine che la Regione Veneto in questi anni ha
portato avanti alcuni importanti progetti di formazione e di
accompagnamento delle badanti sia nel loro paese d'origine che
nel Veneto e che dal 2002 il Veneto assegna contributi
economici alle famiglie (gli 'assegni di cura') che si
avvalgono del lavoro di badanti nella cura di un congiunto non
autosufficiente a condizione della regolarizzazione del
rapporto di lavoro e tenuto conto della situazione economica
familiare. Nel 2007 sono state 3000 le persone che hanno
richiesto alla Regione Veneto l'assegno di cura a questo scopo
e quasi tutte hanno stipulato il contratto di lavoro
direttamente con l'assistente familiare mentre una cinquantina
si e' avvalsa di cooperative sociali che hanno, a loro volta,
assunto le assistenti familiari.(AGI)
 Cli/Ve/Sic
171527 MAG 08

NNNN