Fvg: alle urne un milione 99 mila elettori, 4 candidati per la Regione

giovedì 18 aprile 2013



ZCZC
ASC0065 1 REG 0 R01 / LK XX ! 1 X


(ASCA) - Trieste, 18 apr - Il Friuli Venezia Giulia ritorna
alle urne, il 21 e 22 aprile, per il rinnovo della presidenza
e del Consiglio regionale, per l'elezione del presidente e
del Consiglio provinciale di Udine e di 13 sindaci e consigli
comunali, tra cui quello del capoluogo friulano. Sono
1.099.336 gli aventi diritto al voto, di questi, 528.823 sono
maschi e 570.513 femmine. Renzo Tondo, Pdl, governatore
uscente, e' in corsa per succedere a se stesso, a capo di una
coalizione di Centrodestra che comprende, fra gli altri, il
Pdl, l'Udc, la Lega Nord e la lista ''Autonomia e
responsabilita''' che si ispira allo stesso presidente. A
sfidare Tondo e' anzitutto Debora Serracchiani, segretaria
regionale del Pd, europarlamentare, candidata del
Centrosinistra, allargato fino all'Idv. Il Movimento 5 stelle
punta ad entrare in gioco con Saverio Galluccio, candidato
anche lui alla presidenza, in campo per la prima volta.
Quarto candidato e' il triestino Franco Bandelli della lista
''Un'altra Regione'', gia' costola del Pdl.
Silvio Berlusconi sara' questo pomeriggio a Udine per
chiudere la campagna elettorale di Tondo, Grillo sta girando
il Fvg, ormai da tre giorni (si fermera' fino a domani) con
Galluccio. A sponsorizzare Serracchiani c'e' stato, la
settimana scorsa, Matteo Renzi, La campagna elettorale si e'
svolta senza colpi di scena, senza colpi bassi, quindi in
modo corretto, con numerosi confronti fra i candidati, e si
e' sviluppata sui temi delle riforme (tutti d'accordo per
l'abolizione delle Province), del sostegno agli impoveriti
dalla crisi (col reddito di cittadinanza proposto da
Serracchiani, ma non condiviso da Tondo perche' a rischio
assistenzialismo), delle infrastrutture, in particolare la
terza corsia, della razionalizzazione della spesa e di nuove
competenze da Roma per rinnovare e consolidare la
specialita'. Nella prossima legislatura ci saranno 49
consiglieri, una decina in meno della precedente. Soddisfatti
Tondo e Serracchiani per la riduzione dei costi della
politica, mentre per Galluccio si sarebbe potuto fare di
piu'. Prima dell'apertura della campagna elettorale e'
esplosa la vicenda giudiziaria relativa alla discussa
gestione dei fondi dei gruppi consiliari, con la magistratura
che ha sottoposto ad indagine numerosi esponenti dei partiti,
fra i quali i capigruppo di Pdl, Lega Nord ed ex Pd, che non
sono stati ricandidati. Per circoscrizione elettorale gli
elettori risultano 212.338 a Trieste; 119.924 a Gorizia;
407.875 a Udine; 82.132 a Tolmezzo; 277.067 a Pordenone.
Nella stessa tornata elettorale i cittadini chiamati alle
urne per l'elezione del presidente e del Consiglio della
Provincia di Udine sono in totale 490.007 (237.064 maschi e
252.943 femmine). Per quanto riguarda, infine, le
consultazioni per il rinnovo delle tredici Amministrazioni
comunali, fra le quali Udine, il totale degli aventi diritto
al voto e' 146.381 (69.205 maschi e 77.176 femmine), dei
quali 105.173 in provincia di Udine e 41.208 in quella di
Pordenone.
Per quanto riguarda le comunali in provincia di Udine, nel
capoluogo friulano gli elettori sono 79.212 (36.377 uomini e
42.835 donne), mentre nei rimanenti cinque Comuni sono
rispettivamente 3.148 a Faedis; 5.995 a Martignacco; 7.658 a
San Daniele del Friuli; 6.835 a San Giorgio di Nogaro e 2.325
a Forgaria nel Friuli. Sono in totale 41.208 gli aventi
diritto al voto nei sette Comuni nella provincia di Pordenone
interessati a questa tornata elettorale: Arzene (1.694);
Fiume Veneto (10.196); Polcenigo (3.541); San Giorgio della
Richinvelda (4.561); Sequals (2.451); Spilimbergo (10.815);
Zoppola (7.950).
red-fdm/res
180900 APR 13

NNNN