[Agenzie] RIFORME: QUAGLIARIELLO

mercoledì 22 maggio 2013


[Agenzie] -


ZCZC
ASC0065 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

Riforme: in corso vertice a palazzo Chigi con Letta =
(ASCA) - Roma, 22 mag - E' in corso a palazzo Chigi un
vertice tra il premier Enrico Letta, i ministri Dario
Franceschini e Gaetano Quagliariello, e i capigruppo di
maggioranza di Camera e Senato. Al centro dell'incontro il
percorso delle riforme istituzionali e in particolare la
riforma della legge elettorale.
ceg/sam/
220856 MAG 13

NNNN
ZCZC1034/SXA
XPP16704
B POL S0A QBXB
++ RIFORME:GOVERNO,DOPO OK CAMERE REFERENDUM CONFERMATIVO ++

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Al termine del percorso
costituzionale sulle riforme , che prevede temi come la
riduzione del numero dei parlamentari e il superamento del
bicameralismo, ''ci sara' un referendum confermativo a
prescindere dal quorum''. Lo spiegano i ministri Gaetano
Quagliariello e Dario Franceschini. (ANSA).

FEL
22-MAG-13 10:28 NNN
ZCZC
ADN0126 7 POL 0 ADN POL NAZ

**RIFORME: GOVERNO, DOPO OK CAMERE REFERENDUM CONFERMATIVO** =

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - Al termine del percorso delle
riforme costituzionali a "prescindere dal quorum" raggiunto in
Parlamento, "ci sara' un referendum confermativo". Lo spiegano i
ministri Dario Franceschini e Gaetano Quagliariello al termine del
vertice di maggioranza a palazzo Chigi.

(Mon/Ct/Adnkronos)
22-MAG-13 10:32

NNNN
ZCZC
DIR0068 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. DOPO VOTO CAMERE REFERENDUM CONFERMATIVO IN OGNI CASO


(DIRE) Roma, 22 mag. - Al termine del percorso costituzionale
sulle riforme "ci sara' un referendum confermativo a prescindere
dal quorum'' raggiunto nelle votazioni. Lo spiegano i ministri
Gaetano Quagliariello e Dario Franceschini al termine del vertice
di maggioranza di questa mattina.

(Rai/ Dire)
10:34 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
ASC0102 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

Riforme: Quagliariello, referendum confermativo in ogni caso =
(ASCA) - Roma, 22 mag - La riforma della Costituzione ''sara'
sottoposta in ogni caso a referendum confermativo, a
prescindere dal fatto che le Camere la approvino con la
maggioranza qualificata''. Lo fa sapere il ministro per le
Riforme Gaetano Quagliariello, lasciando palazzo Chigi dopo
il vertice tra governo e maggioranza.
''Ci saranno comunque uno o piu' referendum - spiega
Quagliariello - perche' su una materia del genere il
popolo deve esercitare la sua sovranita'''.
ceg/sam/bra
221035 MAG 13

NNNN
ZCZC
ADN0138 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: GOVERNO, PERCORSO SARA' TUTTO PARLAMENTARE =
'COMITATO DEI 40' COMPOSTO DA MEMBRI COMMISSIONI AFFARI
COSTITUZIONALI

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - Il Parlamento sara' al centro del
lavoro sulle riforme costituzionali. Lo hanno spiegato Dario
Fraceschini e Gaetano Quagliariello al termine del vertice di
maggioranza. Il governo, chiariscono, nominera' a fine mese una
commissione di esperti in materia per fornire suggerimenti al lavoro
parlamentare. Questo sara' affidato un comitato composto da 40 membri
delle commissioni Affari Costituzionali di Camera e Senato, in modo
che entrambi i rami del Parlamento siano rappresentati in modo
bilanciato.

(Mon/Ct/Adnkronos)
22-MAG-13 10:42

NNNN
ZCZC
AGI0106 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, PRIMA FASE 'COMITATO DEI 40' =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Oggi sono stati fissati i punti fermi
del processo delle riforme costituzionali, che avra' al centro
il Parlamento e ne sara' il motore. La prima fase e' quella del
'Comitato dei 40', che sara' composto da membri delle prime
Commissioni Affari Costituzionali di Camera e Senato,
garantendo la stessa rappresentanza". Lo ha detto il ministro
per le Riforme, Gaetano Quagliariello, al termine del vertice a
Palazzo Chigi. (AGI)
Ser/Ted/Msc
221050 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0109 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, 'SAGGI' SOLO RUOLO CONSULTIVO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - La Commissione di 'esperti' che
aiutera' il Governo sulle riforme avra' "un ruolo solo
consultivo". Lo sottolinea il ministro per le Riforme, Gaetano
Quagliariello, al termine del vertice a Palazzo Chigi.
Quagliariello tiene a precisare che "il comitato dei 40 e
l'iter parlamentare delle riforme sono due fasi ben distinte
con il comitato degli esperti". (AGI)
Ser/Ted/Msc
221050 MAG 13

NNNN
ZCZC1205/SXA
XRR16923
U POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,PARLAMENTO E COMITATO DEI 40 AL CENTRO

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Il Parlamento sara' centrale nel
percorso delle riforme''. Lo spiega il ministro Gaetano
Quagliariello al termine del vertice chiarendo che un ruolo
importante avra' il 'Comitato dei 40' che sara' composto dalle
due Commissioni Affari Istituzionali di Camera e Senato in un
percorso che avra' ''l'approvazione finale da parte delle
assemblee congiunte'' di Montecitorio e Palazzo Madama. (ANSA).

FEL/MRS
22-MAG-13 10:51 NNN
ZCZC
ADN0186 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO, DA 'SAGGI' SOLO RUOLO CONSULTIVO =

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - La commissione di esperti sulle
riforme costituzionali che verra' nominata dal governo, avre' "un
ruolo solo consultivo". Lo spiega Gaetano Quagliariello al termine del
vertice di maggioranza. Il Parlamento sara' centrale, aggiunge,
spiegando che la prima fase dell'iter delle riforme sara' affidata al
'comitato dei 40', formato da membri delle commissioni Affari
Costituzionali di Camera e Senato, garantendo la stessa
rappresentanza".

(Mon/Ct/Adnkronos)
22-MAG-13 11:14

NNNN
ZCZC1878/SXA
XRR17603
U POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,DENUNCERO' CHI TENTERA' CINCISCHIARE

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Se qualcuno tentera' di
cincischiare'' per non fare le riforme ''avro' il coraggio di
denunciarlo facendo nome e cognome della persona o del partito
che stara' facendo una cosa del genere''. Cosi' il ministro
delle Riforme, Gaetano Quagliariello, parlando la convegno Luiss
'Generare classe dirigente'. Il ministro ha ricordato che
l'espediente per ''non fare le riforme e' stato in passato
parlare di metodo e non di merito: questa volta dobbiamo dare il
primato al merito''.(ANSA).

KYV/SCN
22-MAG-13 11:44 NNN
ZCZC2084/SXA
XRR17788
B POL S0A QBXB
++ RIFORME:QUAGLIARIELLO,GOVERNO ELABORERA'SUA PROPOSTA ++
SULLA BASE DEL LAVORO DI COMMISSIONE ESPERTI
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Avra' scopi solo consultivi la
Commissione di teorici e pratici del diritto'' che sara'
costituita dal Governo sul tema delle riforme costituzionali.
Del risultato di quel lavoro il Governo ''si servira' per
elaborare una sua proposta''. Cosi' il ministro Gaetano
Quagliariello, a margine di un convegno alla Luiss. (ANSA).

KYV/MRS
22-MAG-13 12:00 NNN
ZCZC2152/SXA
XRR17889
U POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,DA ESSE DIPENDE VITA GOVERNO LETTA
OGNI GIORNO POSSIBILE POLEMICA,DOVREMO MOSTRARE COMPATTEZZA
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Le riforme le dovra' fare il
Parlamento e il Governo lo dovra' aiutare in tutti modi anche
perche' da esse dipende la vita di questo Governo''. Cosi' il
ministro Gaetano Quagliariello parlando a un convegno Luiss.
''Il Governo dovra' dimostrare compattezza ed evitare che le
contraddizioni e le diversita' tra le forze politiche vengano
usate per provocare spaccature. Ogni giorno ci sara' una
possibile polemica - aggiunge - finora e' stata usata la massima
responsabilita' rispetto a iniziative eccentriche''. (ANSA).

KYV/MRS
22-MAG-13 12:06 NNN
ZCZC2214/SXA
XRR17962
U POL S0A QBXB
L.ELETTORALE:QUAGLIARIELLO,DOPO IL 29 SI ENTRERA' NEL MERITO

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Dopo il 29 maggio'', quando
verranno discusse le mozioni parlamentari che daranno il via
all'iter delle riforme, ''si entrera' nel merito'' delle
modifiche costituzionali e della legge elettorale. Cosi' il
ministro Gaetano Quagliariello a margine di un convegno Luiss. A
chi gli domanda se il Governo presentera' una propria proposta
di modifiche minime al Porcellum da fare subito, il ministro
risponde: ''lo vedremo. Lo si capira' dal testo delle mozioni''.
(ANSA).

KYV/MRS
22-MAG-13 12:10 NNN
ZCZC2317/SXA
XRR18065
U POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,ENTRO ESTATE LA CONSULTAZIONE POPOLARE
USEREMO ANCHE I SOCIAL NETWORK, COINVOLGERE IL PAESE
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Prendera' il via ''entro l'estate''
la consultazione popolare sulle riforme che il ministro Gaetano
Quagliariello ha in mente per coinvolgere i cittadini nel
processo costituente. Lo annuncia il ministro a margine di un
convegno Luiss, nel corso del quale spiega: ''vorrei coinvolgere
soprattutto le giovani generazioni usando gli strumenti che i
giovani usano di piu' come Twitter e i social network, ma in
maniera regolata no anarchica''. ''Vinciamo solo se coinvolgiamo
il Paese e non solo gli esperti e il Parlamento''. (ANSA).

KYV/MRS
22-MAG-13 12:19 NNN
ZCZC2326/SXA
XRR18090
U POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,SE FALLIAMO VENIAMO TRAVOLTI TUTTI

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Non fare le riforme sarebbe il
fallimento definitivo di tutta questa classe dirigente che
verrebbe travolta insieme: i campanelli d'allarme sono
innumerevoli e arrivano continuamente''. Cosi' il ministro
Gaetano Quagliariello al convegno Luiss 'Generare classe
dirigente'. ''Mi rendo conto - sottolinea - che non e' facile
riuscire dove non si e' riusciti per trent'anni, ma penso di
avere un aiuto dalla gravita' della situazione esterna: o
vinciamo o perdiamo tutti''. (ANSA).

KYV/MRS
22-MAG-13 12:20 NNN
ZCZC2623/SXA
XRR18426
R POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,SE FALLIAMO VENIAMO TRAVOLTI TUTTI (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Il compito di questo governo non e'
scardinare la Costituzione ma renderla adeguata ai tempi,
tenendo conto dei cambiamenti avvenuti nel mondo, ma anche dei
cambiamenti tecnologici e sociali che si sono verificati nel
nostro paese''. Lo spiega Gaetano Quagliariello, nel corso del
convegno Luiss 'Generare classe dirigente'. ''Abbiamo chiaro -
aggiunge - che questa volta una mancata riforma non
avvantaggerebbe questo o quel partito ma l'intera classe
dirigente verrebbe condannata: e' il nostro ultimo
appello''.(ANSA).

KYV/SCN
22-MAG-13 12:43 NNN
ZCZC2666/SXA
XRR18475
R POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, GOVERNO ELABORERA' SUA PROPOSTA (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - La Commissione di esperti con scopi
consultivi sulle riforme ''operera' nel tempo necessario per far
passare la legge che determinera' il percorso parlamentare''
delle modifiche costituzionali. Lo spiega Gaetano Quagliariello.
''Sulla legge elettorale c'e' la volonta' forte di riformarla
e sara' questo uno dei compiti delle Commissioni congiunte di
Camera e Senato - aggiunte il ministro - ma prima vorremmo
mettere in sicurezza la legge elettorale con un intervento il
piu' semplice possibile'' di modifica al porcellum, per poi
''fare la riforma definitiva insieme alle modifiche
costituzionali complessive''.(ANSA).

KYV/SCN
22-MAG-13 12:46 NNN
ZCZC2670/SXA
XRR18477
R POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,ENTRO ESTATE LA CONSULTAZIONE POPOLARE (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Mio compito e' fare uscire il
dibattito dal Palazzo e far lievitare la sensazione che le
riforme non sono solo astratta ingegneria costituzionale, ma
hanno a che fare con la salute del Paese e pesano sulla nostra
vita civile ed economica perche' le istituzioni che non
funzionano hanno un costo'', spiega Gaetano Quagliariello, nel
corso del convegno Luiss 'Generare classe dirigente'.
Il ministro annuncia che ascoltera' in questo percorso
''anche i rappresentanti delle giovani generazioni cercando di
coinvolgerli attraverso le loro rappresentanze''. Inoltre,
sottolinea, ''vorrei che questa iniziativa abbia come referenti
le universita', i grandi licei di tradizione e, attraverso
protocolli, riesca a coinvolgere il mondo studentesco''.(ANSA).

KYV/SCN
22-MAG-13 12:47 NNN
ZCZC
ADN0520 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO, LEGGE ELETTORALE NON HA VIRTU' SALVIFICHE =
VA INSERITA IN COERENTE ORDINAMENTO COSTITUZIONALE

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - "La legge elettorale ha un peso non
secondario nell'orientamento della configurazione istituzionale. Ma
per essere realmente efficace, deve essere inserita in un coerente
contesto di norme costituzionali e regolamentari". Lo afferma il
ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello, nella sua audizione di
fronte alle commissioni riunite Affari costituzionali di Camera e
Senato.

"Viceversa, e' stata proprio la scelta di affidarsi
completamente alle sole virtu' salvifiche del sistema elettorale
-aggiunge- la causa prima delle difficolta' e delle inefficienze che
sono sotto gli occhi di tutti. Del resto, si tratta di un errore con
il quale il nostro Paese fa i conti ormai da un secolo".

(Sam/Opr/Adnkronos)
22-MAG-13 14:22

NNNN
ZCZC
AGI0503 3 POL 0 R01 /

L.ELETTORALE: QUAGLIARIELLO, BASTA AFFIDARSI A VIRTU' SALVIFICHE =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "La legge elettorale, sia chiaro, ha un
peso non secondario nell'orientamento della configurazione
istituzionale. Ma per essere realmente efficace, deve essere
inserita in un coerente contesto di norme costituzionali e
regolamentari", afferma il ministro delle Riforme, Gaetano
Quagliariello, parlando alle commissioni Affari costituzionali
di Camera e Senato.
"Viceversa, e' stata proprio la scelta di affidarsi
completamente alle sole virtu' salvifiche del sistema
elettorale - osserva il ministro - la causa prima delle
difficolta' e delle inefficienze che sono sotto gli occhi di
tutti. Del resto, si tratta di un errore con il quale il nostro
Paese fa i conti ormai da un secolo". (AGI)
Ser
221423 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0506 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, SNODO INELUDIBILE. E' PRIORITA' GOVERNO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Il tema del cambiamento istituzionale
e' uno snodo ineludibile, una delle priorita' per il Governo e
per il Parlamento". Lo afferma il ministro delle Riforme,
Gaetano Quagliariello, parlando alle commissioni Affari
costituzionali di Senato e Camera riunite congiuntamente.
"Cio' per molte ragioni, fra le quali in questo momento di
crisi mi preme sottolineare il valore anche economico
rappresentato da istituzioni che funzionano. Vi e' un'ampia
letteratura internazionale - sottolinea Quagliariello - a
dimostrare che l'architettura dello Stato non e' un trastullo
per politologi e costituzionalisti: al contrario, l'efficienza
istituzionale e' una variabile fondamentale per la
competitivita' del sistema economico, e quindi per la sua
capacita' di affrontare la recessione in atto e le pesanti
ricadute sociali". (AGI)
Ser
221424 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0511 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, TRA RAGIONI COSTITUENTI DEL GOVERNO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - Le riforme costituzionali sono "una
delle 'ragioni costituenti' dello stesso Governo, come
dimostrato non solo dalla scelta di nominare un Ministro per le
Riforme costituzionali, ma anche e soprattutto dal carattere
'condizionante' delle riforme rispetto all'intero mandato
dell'Esecutivo". Lo afferma il ministro delle Riforme, Gaetano
Quagliariello, parlando alle commissioni Affari costituzionali
di Camera e Senato. (AGI)
Ser
221427 MAG 13

NNNN
ZCZC4209/SXA
XPP20273
U POL S0A QBXB
QUAGLIARIELLO, NON ESASPERARE SCELTA SU FORMA GOVERNO
SCELTA TRA PARLAMENTARISMO RAZIONALIZZATO O SEMIPRESIDENZIALISMO
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Il pilastro fondamentale del
disegno riformatore e' quello della forma di Governo''. Lo ha
detto il ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello, nel corso
dell'audizione davanti alle commissioni di Camera e Senato.
''Abbiamo di fronte due strade: la forma di governo parlamentare
razionalizzata e il semipresidenzialismo secondo il modello
francese''. ''La scelta fra le due opzioni e' delicata ma credo
non debba essere esasperata, poiche' si tratta in entrambi i
casi di modelli che possono raggiungere risultati eccellenti''.

KYV-CIA
22-MAG-13 14:27 NNN
ZCZC
ADN0530 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO, NO A CONSERVATORISMO COSTITUZIONALE E ACCANIMENTO MODELLI =
NON BASTA MERA MANUTENZIONE A 'COSTITUZIONE PIU' BELLA DEL
MONDO'

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - In tema di riforme "perche' dalle
astratte declamazioni si possa giungere a risultati concreti bisogna
guardarsi da due pericoli speculari: il conservatorismo costituzionale
e l'accanimento modellistico". Lo afferma il ministro per le Riforme
Gaetano Quagliariello, nella sua audizione di fronte alle commissioni
riunite Affari costituzionali di Camera e Senato.

"Il primo, sulla scorta dell'idea che la nostra sia la
Costituzione piu' bella del mondo, induce a rifiutare -spiega
qualunque intervento su di essa che non sia di mera manutenzione. Ogni
disegno di riforma viene bollato come attentato alla democrazia, come
sintomo di una deriva autoritaria. In realta', non e' oggi in
discussione il valore della Costituzione italiana; nessuno immagina di
lavorare per adottarne una nuova e diversa, nessuno ne mette in
discussione i principi fondamentali o la prima parte relativa ai
diritti e doveri dei cittadini. La Carta del 1947 rappresenta
storicamente un nobilissimo compromesso che ha reso possibile quello
che chiamiamo 'miracolo costituente'".

"Oggi si tratta solo di verificare se la parte seconda
sull'ordinamento della Repubblica sia adeguata ai tempi o viceversa
richieda un profondo ripensamento, soprattutto nei tre capitoli
cruciali relativi alla forma di Stato, alla forma di governo e al
bicameralismo, che i padri costituenti nelle temperie della guerra
fredda affidarono alle successive generazioni". (segue)

(Sam/Opr/Adnkronos)
22-MAG-13 14:29

NNNN
ZCZC
DIR0359 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: SNODO INELUDIBILE, PRIORITÀ PER GOVERNO


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Il tema del cambiamento istituzionale e'
uno snodo ineludibile, una delle priorita' per il governo e per
il Parlamento". Lo dice il ministro delle Riforme Gaetano
Quagliariello, nel corso di una audizione alla Camera davanti
alle commissioni Affari costituzionali.

(Lum/ Dire)
14:28 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC4229/SXA
XPP20289
B POL S0A QBXB
++ QUAGLIARIELLO, VALUTARE ELEZIONE DIRETTA PRESIDENTE ++

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Il ''sempre piu' marcato scollamento
fra politica e opinione pubblica'' e il contesto europeo,
''inducono a valutare se non sia preferibile adottare un
sistema'' con elezione diretta del Presidente della Repubblica e
adeguati contrappesi istituzionali. Cosi' il ministro delle
Riforme Gaetano Quagliariello parlando alla Camera.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:28 NNN
ZCZC
AGI0519 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, ATTENZIONE A ACCANIMENTO MODELLISTICO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Perche' dalle astratte declamazioni si
possa giungere a risultati concreti bisogna tuttavia guardarsi
da due pericoli speculari: il conservatorismo costituzionale e
l'accanimento modellistico", mette in guardia il ministro delle
Riforme, Gaetano Quagliariello, parlando alle commissioni
Affari costituzionali di Camera e Senato.
"Il primo, sulla scorta dell'idea che la nostra sia la
Costituzione piu' bella del mondo - osserva Quagliariello -
induce a rifiutare qualunque intervento su di essa che non sia
di mera manutenzione. Ogni disegno di riforma viene bollato
come attentato alla democrazia, come sintomo di una deriva
autoritaria".(AGI)
Ser (Segue)
221430 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0520 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, ATTENZIONE A ACCANIMENTO MODELLISTICO (2)=
(AGI) - Roma, 22 mag. - "In realta', non e' oggi in discussione
il valore della Costituzione italiana; nessuno immagina di
lavorare per adottarne una nuova e diversa, nessuno ne mette in
discussione i principi fondamentali o la prima parte relativa
ai diritti e doveri dei cittadini. Oggi - spiega il ministro -
si tratta solo di verificare se la parte seconda
sull'ordinamento della Repubblica sia adeguata ai tempi o
viceversa richieda un profondo ripensamento, soprattutto nei
tre capitoli cruciali relativi alla forma di Stato, alla forma
di governo e al bicameralismo, che i padri costituenti nelle
temperie della guerra fredda affidarono alle successive
generazioni".
"Il secondo pericolo da schivare e' quello dell'accanimento
modellistico. Tante discussioni senza risultati concreti hanno
infatti confinato il tema delle riforme nella categoria delle
dispute teoriche e accademiche, nella quale ciascuno e' portato
a sostenere con rigore inflessibile la superiorita' del proprio
modello rispetto a tutti gli altri. Ma un approccio simile, per
certi versi fisiologico in un ambito accademico o speculativo,
se trasferito nella concreta dinamica politica non e' solo
sbagliato: e' anche pericoloso perche' e' il miglior modo per
non concludere nulla. Lavorare sul tema delle riforme non vuol
dire disegnare il modello costituzionale astrattamente ideale
da calare dall'alto sul sistema sociale e politico", conclude
Quagliariello. (AGI)
Ser
221430 MAG 13

NNNN
ZCZC
ADN0532 7 POL 0 ADN POL NAZ

**FLASH -LEGGE ELETTORALE: QUAGLIARIELLO, INTERVENTO SALVAGUARDIA AIUTA RIFORME- FLASH** =

(Sam/Opr/Adnkronos)
22-MAG-13 14:30

NNNN
ZCZC4342/SXA
XPP20310
U POL S0A QBXB
RIFORME:QUAGLIARIELLO,SISTEMA PARLAMENTARE VA RAZIONALIZZATO

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Qualora dovesse essere confermata
la scelta della forma di governo parlamentare, bisognera'
razionalizzare il sistema per garantirgli un adeguato grado di
efficienza, evitando quelle degenerazioni del parlamentarismo
che abbiamo sperimentato negli ultimi decenni''. Cosi' il
ministro Gaetano Quagliariello. ''Occorrera' valutare interventi
sul procedimento di concessione della fiducia, sulla nomina e
revoca dei ministri, sul potere di scioglimento delle Camere,
sulle prerogative del Governo in Parlamento''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:34 NNN
ZCZC4350/SXA
XPP20387
U POL S0A QBXB
L.ELETTORALE: QUAGLIARIELLO,MODIFICA PORCELLUM AIUTA RIFORME

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Le posizioni sulle modifiche al
Porcellum tra i partiti della maggioranza sono ''diverse'' ma
oggi ''c'e' stato un primo confronto che mira ad arrivare a una
soluzione che possa portare a varare prima della pausa estiva un
provvedimento che metta in sicurezza l'attuale normativa e renda
certamente costituzionale il sistema vigente e cosi' agevoli il
sistema complessivo di riforme costituzionali''. Lo ha detto il
ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello, nel corso
dell'audizione in commissione.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:35 NNN
ZCZC
DIR0371 3 POL 0 RR1 / DIR

--RIFORME. QUAGLIARIELLO: VALUTARE ELEZIONE DIRETTA CAPO STATO


(DIRE) Roma, 22 mag. - E' da "valutare se nell'attuale fase
storica non sia preferibile adottare un sistema che, grazie
all'elezione diretta del presidente della Repubblica e
all'introduzione di adeguati contrappesi istituzionali, sia piu'
idoneo a restituire legittimazione e capacita' decisionale alle
istituzioni elevando al contempo il grado di trasparenza e di
accountability del potere". Lo dice il ministro delle Riforme
Gaetano Quagliariello, nel corso di una audizione alla Camera
davanti alle commissioni Affari costituzionali.

(Lum/ Dire)
14:37 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0372 3 POL 0 RR1 / DIR

L. ELETTORALE.QUAGLIARIELLO: BASTA PENSARE A SUE VIRTÙ SALVIFICHE


(DIRE) Roma, 22 mag. - "La legge elettorale, sia chiaro, ha un
peso non secondario nell'orientamento della configurazione
istituzionale. Ma per essere realmente efficace, deve essere
inserita in un coerente contesto di norme costituzionali e
regolamentari". Lo dice il ministro delle Riforme Gaetano
Quagliariello, nel corso di una audizione alla Camera davanti
alle commissioni Affari costituzionali.
Viceversa, aggiunge, "e' stata proprio la scelta di affidarsi
completamente alle sole virtu' salvifiche del sistema elettorale
la causa prima delle difficolta' e delle inefficienze che sono
sotto gli occhi di tutti. Del resto, si tratta di un errore con
il quale il nostro Paese fa i conti ormai da un secolo".

(Lum/ Dire)
14:37 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC4409/SXA
XPP20441
U POL S0A QBXB
QUAGLIARIELLO, AMPIO CONSENSO SU SUPERAMENTO BICAMERALISMO

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - E' centrale il ''superamento del
bicameralismo paritario e simmetrico'', ''una delle cause di
malfunzionamento del nostro sistema istituzionale''. Cosi' il
ministro Gaetano Quagliariello. ''La soluzione sulla quale si
registra un ampio consenso e' quella di una sola Camera politica
che esprime la fiducia al Governo e di una seconda Camera
rappresentativa delle autonomie (Senato delle regioni e delle
autonomie)''. (SEGUE).

KYV
22-MAG-13 14:38 NNN
= RIFORME: QUAGLIARIELLO, VEDERE SE PREFERIBILE PRESIDENZIALISMO =
ZCZC
AGI0538 3 POL 0 R01 /

== RIFORME: QUAGLIARIELLO, VEDERE SE PREFERIBILE PRESIDENZIALISMO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Valutare se non sia preferibile" in
questo momento "il semipresidenzialismo". L'invito e' rivolto
dal ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello, parlando
alle commissioni Affari costtiuzionali di Camera e Senato.
Per Quagliariello, infatti, "abbiamo di fronte due strade:
la forma di governo parlamentare razionalizzata e il
semipresidenzialismo secondo il modello francese. Si tratta
certamente di due forme di governo democratiche, ciascuna delle
quali, con i necessari contrappesi istituzionali, puo'
assicurare governabilita', equilibrio tra i poteri e garanzia
per i diritti dei cittadini".(AGI)
Ser (Segue)
221439 MAG 13

NNNN
= RIFORME: QUAGLIARIELLO, VEDERE SE PREFERIBILE PRESIDENZIALISMO (2)=
ZCZC
AGI0539 3 POL 0 R01 /

== RIFORME: QUAGLIARIELLO, VEDERE SE PREFERIBILE PRESIDENZIALISMO (2)=
(AGI) - Roma, 22 mag. - "La scelta fra le due opzioni e'
naturalmente delicata ma credo non debba essere esasperata,
poiche' si tratta in entrambi i casi di modelli che possono
raggiungere risultati eccellenti", aggiunge Quagliariello,
"Piuttosto, tale scelta deve essere il frutto non tanto di una
preferenza astratta e teorica, quanto di un'analisi puntuale e
concreta del contesto storico, sociale e politico nel quale il
nuovo modello andra' a calarsi".
"Grande attenzione va attribuita, ad esempio - sottolinea
Quagliariello - all'evoluzione del sistema partitico italiano
negli ultimi decenni, ai fenomeni sempre piu' marcati di
scollamento fra politica e opinione pubblica, al contesto
europeo che richiede una accresciuta capacita' di
negoziazione".
"Tali elementi inducono a valutare se nell'attuale fase
storica non sia preferibile adottare un sistema che, grazie
all'elezione diretta del Presidente della Repubblica e
all'introduzione di adeguati contrappesi istituzionali, sia
piu' idoneo a restituire legittimazione e capacita' decisionale
alle istituzioni elevando al contempo il grado di trasparenza e
di accountability del potere", conclude il ministro. (AGI)
Ser
221439 MAG 13

NNNN
ZCZC
ADN0543 7 POL 0 ADN POL NAZ

**FLASH -PARTITI: QUAGLIARIELLO, SI' A REGOLE MA NON VINCOLI PER ELEZIONI- FLASH** =

(Sam/Opr/Adnkronos)
22-MAG-13 14:39

NNNN
ZCZC
ADN0544 7 POL 0 ADN POL NAZ

LEGGE ELETTORALE: QUAGLIARIELLO, INTERVENTO SALVAGUARDIA AIUTA RIFORME =
POSSIBILE SOLUZIONE PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - "La legge elettorale e' uno
strumento -decisivo, ma pur sempre uno strumento - che serve a rendere
coerente ed efficace il modello istituzionale prescelto. Non avrebbe
dunque alcun senso compiere oggi una opzione stabile in favore di
questo o quel sistema di voto senza sapere se la meta del percorso
riformatore sara' Parigi, Londra o Berlino. Cio' naturalmente non
esclude la possibilita' di interventi immediati e mirati sulla legge
elettorale vigente, per eliminarne i difetti piu' evidenti, a piu'
riprese segnalati dalla Corte costituzionale e dallo stesso Presidente
della Repubblica". Lo afferma il ministro per le Riforme Gaetano
Quagliariello, nella sua audizione di fronte alle commissioni riunite
Affari costituzionali di Camera e Senato.

"Del resto, l'iniziativa assunta dalla Corte di Cassazione
-aggiunge- rende il tema non piu' rinviabile. Non sarebbe in alcun
modo auspicabile che la scelta di proseguire la legislatura derivasse
non dal perdurare dell'accordo che sostiene l'attuale governo, ma
dall'impossibilita' di celebrare nuove elezioni per inidoneita' del
sistema di voto. Pertanto, ritengo che in questa prima fase sia
necessario un intervento di 'salvaguardia' che renda certamente
costituzionale il sistema vigente e, 'sterilizzando' il problema
immediato della legge elettorale, agevoli il percorso complessivo di
riforma istituzionale, all'interno del quale anche il tema della legge
elettorale trovera' una compiuta definizione".

Riferendosi al vertice di maggioranza svoltosi questa mattina,
Quagliariello non ha nascosto i diversi punti di partenza delle forze
politiche, "ma c'e' stato un primo confronto che mira ad arrivare ad
una soluzione che possa portare a varare prima della pausa estiva un
provvedimento che metta in sicurezza l'attuale normativa".

(Sam/Col/Adnkronos)
22-MAG-13 14:39

NNNN
ZCZC
ADN0547 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO, NO A CONSERVATORISMO COSTITUZIONALE E ACCANIMENTO MODELLI (2) =
NO A DISPUTE TEORICHE E ACCADEMICHE

(Adnkronos) - "Il secondo pericolo da schivare -ammonisce il
ministro- e' quello dell'accanimento modellistico. Tante discussioni
senza risultati concreti hanno infatti confinato il tema delle riforme
nella categoria delle dispute teoriche e accademiche, nella quale
ciascuno e' portato a sostenere con rigore inflessibile la
superiorita' del proprio modello rispetto a tutti gli altri. Ma un
approccio simile, per certi versi fisiologico in un ambito accademico
o speculativo, se trasferito nella concreta dinamica politica non e'
solo sbagliato: e' anche pericoloso perche' e' il miglior modo per non
concludere nulla".

"Lavorare sul tema delle riforme non vuol dire disegnare il
modello costituzionale astrattamente ideale da calare dall'alto sul
sistema sociale e politico. La Carta fondamentale di un Paese non e'
un bellissimo e solenne documento consegnatoci dalla Storia. Le
Costituzioni sono materia viva e vitale, che evolve continuamente e
che, proprio per salvaguardare l'originario spirito costituente, in
alcune fasi storiche richiede di adattare ai mutamenti intervenuti le
regole che governano il funzionamento della nostra democrazia".

(Sam/Opr/Adnkronos)
22-MAG-13 14:40

NNNN
ZCZC
DIR0376 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: 'SALVAGUARDIA' AIUTA LEGGE ELETTORALE


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Ritengo che in questa prima fase sia
necessario un intervento di salvaguardia che renda certamente
costituzionale il sistema vigente e, 'sterilizzando' il problema
immediato della legge elettorale, agevoli il percorso complessivo
di riforma istituzionale, all'interno del quale anche il tema
della legge elettorale trovera' una compiuta definizione". Lo
dice il ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello, nel corso
di una audizione alla Camera davanti alle commissioni Affari
costituzionali, riferendosi al vertice di maggioranza che si e'
svolto questa mattina.

(Lum/ Dire)
14:40 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
ADN0551 7 POL 0 ADN POL NAZ

PARTITI: QUAGLIARIELLO, SI' A REGOLE MA NON VINCOLI PER ELEZIONI =

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - "Nessun sistema di finanziamento
della politica puo' essere efficace nell'assicurare al contempo
uguaglianza e trasparenza nella competizione, se lo stesso non e'
strutturalmente connesso a un sistema di regole che garantisca la
democraticita' dei partiti politici. Naturalmente, qualunque
intervento in materia dovra' scrupolosamente farsi carico di trovare
un punto di equilibrio fra il principio di liberta' di associazione
politica -un fondamento di ogni democrazia- e le altrettanto
importanti esigenze di legalita' e trasparenza. In questo senso,
ritengo che in nessun modo, e' una mia opinione personale, una
disciplina dello statuto dei partiti politici possa diventare elemento
condizionante la possibilita' stessa di movimenti o associazioni di
partecipare alla competizioni elettorali". Lo afferma il ministro per
le Riforme Gaetano Quagliariello, nella sua audizione di fronte alle
commissioni riunite Affari costituzionali di Camera e Senato.

(Sam/Opr/Adnkronos)
22-MAG-13 14:42

NNNN
ZCZC
AGI0549 3 POL 0 R01 /

L.ELETTORALE: QUAGLIARIELLO, NON HA SENSO SCEGLIERE ORA MODELLO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Strettamente legata alla forma di
governo e' la questione della riforma della legge elettorale.
La legge elettorale e' uno strumento - decisivo, ma pur sempre
uno strumento - che serve a rendere coerente ed efficace il
modello istituzionale prescelto. Non avrebbe dunque alcun senso
compiere oggi una opzione stabile in favore di questo o quel
sistema di voto senza sapere se la meta del percorso
riformatore sara' Parigi, Londra o Berlino". Lo ha detto il
ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello, in audizione
alle commisisoni Affari costituzionali di Camera e Senato.
(AGI)
Ser
221442 MAG 13

NNNN
ZCZC4467/SXA
XPP20467
R POL S0A QBXB
QUAGLIARIELLO, AMPIO CONSENSO SU SUPERAMENTO BICAMERALISMO (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''La Camera dei Deputati, eletta a
suffragio universale e diretto, diverrebbe titolare
dell'indirizzo politico, avrebbe competenza esclusiva sul
rapporto fiduciario, esprimerebbe il voto definitivo sui disegni
di legge'', spiega Quagliariello. ''Il Senato sarebbe costituito
da tutti i Presidenti di Regione e da rappresentanti delle
Regioni (ed eventualmente dei Comuni), eletti da ciascun
Consiglio Regionale in misura proporzionale al numero degli
abitanti. Nel nuovo quadro il Senato, oltre ad assorbire le
competenze del sistema delle Conferenze, parteciperebbe al
procedimento legislativo'', aggiunge.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:42 NNN
ZCZC4471/SXA
XPP20503
B POL S0A QBXB
++ QUAGLIARIELLO, NO ESCLUSIONE MOVIMENTI DA ELEZIONI ++
DISCIPLINA STATUTO PARTITI MA NON DIVENTI ELEMENTO CONDIZIONANTE
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''In nessun modo una disciplina dello
statuto dei partiti politici puo' diventare elemento
condizionante la possibilita' stessa di movimenti o associazioni
di partecipare alla competizioni elettorali''. Cosi' il ministro
delle Riforme Gaetano Quagliariello.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:42 NNN
= PARTITI: QUAGLIARIELLO, NO LIMITI SU ELEZIONI PER MOVIMENTI =
ZCZC
AGI0554 3 POL 0 R01 /

== PARTITI: QUAGLIARIELLO, NO LIMITI SU ELEZIONI PER MOVIMENTI =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Ritengo che in nessun modo una
disciplina dello statuto dei partiti politici possa diventare
elemento condizionante la possibilita' stessa di movimenti o
associazioni di partecipare alla competizioni elettorali". Lo
ha detto il ministro per le Riforme, Gaetano Quagliariello,
parlando alle commissioni Affari costituzionali di camera e
Senato. (AGI)
Ser
221445 MAG 13

NNNN
ZCZC4532/SXA
XPP20512
U POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, FORTE RIDUZIONE DEPUTATI E SENATORI

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Ampiamente condivisa e' la
riduzione del numero dei Parlamentari. Il problema si pone
autonomamente ma dovra' trovare una soluzione coerente con la
riforma del nostro assetto bicamerale''. Cosi' il ministro delle
Riforme Gaetano Quagliariello. ''A mio avviso, l'obiettivo deve
essere quello di un allineamento agli standard europei nel
rapporto parlamentari-elettori, operando una forte riduzione del
numero degli attuali deputati e degli attuali senatori che
andranno a comporre la nuova Camera politica''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:45 NNN
= RIFORME: QUAGLIARIELLO, NECESSARIA REGOLAMENTAZIONE LOBBY =
ZCZC
AGI0555 3 POL 0 R01 /

== RIFORME: QUAGLIARIELLO, NECESSARIA REGOLAMENTAZIONE LOBBY =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Segnalo la necessita' di una
regolamentazione dell'attivita' di lobbying, in grado di
evitare ingiuste demonizzazioni ma anche di scongiurare che
l'attivita' dei gruppi di pressione possa indebitamente
inquinare la vita democratica e alterare la concorrenza". Lo ha
detto il ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello,
parlando alle comissioni Affari costituzionali di Camera e
Senato. (AGI)
Ser
221447 MAG 13

NNNN
ZCZC4555/SXA
XPP20579
U POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, SMASCHERARE ISTINTI CONSERVATORI
RISCHIO DIETRO POLEMICHE SIA IDEA MEGLIO NON RIFORMARE NULLA
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Il rischio che vedo nelle polemiche
di questi giorni e' che le obiezioni rispetto alla definizione
di un metodo speciale di approvazione delle riforme, alcune
fondate altre strumentali, nascondano una malcelata idea che sia
meglio non riformare nulla''. Cosi' il ministro Gaetano
Quagliariello. ''Ma questa strategia di dissimulazione dei piu'
profondi istinti conservatori deve essere smascherata. Se
qualcuno ritiene'' che la Costituzione non vada modificata ''lo
dica chiaramente e si apra il confronto pubblico sul punto''.

KYV
22-MAG-13 14:47 NNN
ZCZC
ADN0561 7 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO, POLEMICHE SU STRUMENTI NON SIANO ALIBI PER NON FARE NULLA =
CHI VUOLE RESTARE FERMO AL 1947 LO DICA CHIARAMENTE

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - "Il rischio che vedo nelle polemiche
di questi giorni" sullo strumento da attuare per le riforme
istituzionali, "e' che alcune delle obiezioni avanzate rispetto alla
definizione di un metodo speciale di approvazione delle riforme
costituzionali, alcune fondate altre strumentali, nascondano una
malcelata idea che sia meglio non riformare nulla". Lo afferma il
ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello, nella sua audizione di
fronte alle commissioni riunite Affari costituzionali di Camera e
Senato.

"Ma questa strategia di dissimulazione dei piu' profondi istinti
conservatori -aggiunge- deve essere smascherata. Se qualcuno ritiene
che l'assetto costituzionale disegnato nel 1947 sia perfettamente
adeguato all'Italia di oggi lo dica chiaramente e si apra il confronto
pubblico sul punto".

(Sam/Col/Adnkronos)
22-MAG-13 14:48

NNNN
ZCZC
ADN0563 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO, POLEMICHE SU STRUMENTI NON SIANO ALIBI PER NON FARE NULLA (2) =
GOVERNO NON E' DISPOSTO A CINCISCHIARE

(Adnkronos) - "L'unica cosa che il governo non e' disponibile a
fare, e mi auguro non lo sia nemmeno il Parlamento, e' 'cincischiare'
sulle questioni di metodo -ribadisce Quagliariello- per arrestare il
cambiamento".

(Sam/Col/Adnkronos)
22-MAG-13 14:49

NNNN
ZCZC4583/SXA
XPP20623
R POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, SNELLIRE ITER APPROVAZIONE LEGGI
MOLTO IMPORTANTE RIVISITARE I REGOLAMENTI PARLAMENTARI
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Di grande importanza sarebbe anche
una rivisitazione dei regolamenti parlamentari da parte delle
Camere, per migliorarne il lavoro e in particolare snellire
l'iter di approvazione delle leggi''. Cosi' il ministro Gaetano
Quagliariello. ''Nel momento in cui saranno messi a disposizione
del Governo strumenti idonei a realizzare con efficacia e
tempestivita' il proprio programma, tra l'altro, potra'
concretizzarsi l'intenzione manifestata dal Presidente del
Consiglio di porre un limite all'abuso della decretazione
d'urgenza e al ricorso sistematico alla questione di fiducia su
maxi emendamenti, che negli ultimi decenni hanno logorato il
rapporto tra potere legislativo e potere esecutivo e inciso
negativamente sulla qualita' della produzione
normativa''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:50 NNN
ZCZC4586/SXA
XPP20652
U POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, NECESSARIO REGOLAMENTARE LOBBY

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Segnalo la necessita' di una
regolamentazione dell'attivita' di lobbying, in grado di evitare
ingiuste demonizzazioni ma anche di scongiurare che l'attivita'
dei gruppi di pressione possa indebitamente inquinare la vita
democratica e alterare la concorrenza''. Lo ha detto il ministro
delle Riforme Gaetano Quagliariello, davanti alle comissioni
Affari costituzionali di Camera e Senato.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 14:50 NNN
ZCZC
AGI0564 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, OPPORTUNA GRANDE CONSULTAZIONE PUBBLICA =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Il futuro della nostra democrazia
riguarda tutti. In questo senso, ritengo sarebbe opportuno
attivare una grande procedura pubblica di consultazione,
finalizzata a valutare spunti e riflessioni sulle materie in
discussione. Tutto cio', ovviamente, attraverso una procedura
rigorosa gia' sperimentata prima di me dai ministri Brunetta,
Barca e Profumo". Lo ha detto il ministro delle Riforme,
Gaetano Quagliariello, in audizione in commissione Affari
costituzionali di Camera e Senato. (AGI)
Ser
221453 MAG 13

NNNN
ZCZC
DIR0388 3 POL 0 RR1 / DIR

--PARTITI. QUAGLIARIELLO: NON ESCLUDERE MOVIMENTI DA ELEZIONI


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Ritengo che in nessun modo una disciplina
dello statuto dei partiti politici possa diventare elemento
condizionante la possibilita' stessa di movimenti o associazioni
di partecipare alla competizioni elettorali". Lo
dice il ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello, nel corso
di una audizione alla Camera davanti alle commissioni Affari
costituzionali.
"Qualunque intervento in materia- spiega- dovra'
scrupolosamente farsi carico di trovare un punto di equilibrio
fra il principio di liberta' di associazione politica, un
fondamento di ogni democrazia, e le altrettanto importanti
esigenze di legalita' e trasparenza", conclude.

(Lum/ Dire)
14:53 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0389 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: POLEMICHE DA CHI NON VUOLE CAMBIARE NULLA


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Il vero terreno sul quale si misurera' la
capacita' riformatrice del Parlamento e del governo e'
l'individuazione di soluzioni di merito condivise e adeguate alla
sfida che abbiamo di fronte". Lo dice il ministro delle Riforme
Gaetano Quagliariello, nel corso di una audizione alla Camera
davanti alle commissioni Affari costituzionali.
"Il rischio che vedo nelle polemiche di questi giorni,
infatti- spiega- e' che le obiezioni avanzate rispetto alla
definizione di un metodo speciale di approvazione delle riforme
costituzionali, alcune fondate altre strumentali, nascondano una
malcelata idea che sia meglio non riformare nulla. Ma questa
strategia di dissimulazione dei piu' profondi istinti
conservatori deve essere smascherata". Il ministro attacca: "Se
qualcuno ritiene che l'assetto costituzionale disegnato nel 1947
sia perfettamente adeguato all'Italia di oggi lo dica chiaramente
e si apra il confronto pubblico sul punto".

(Lum/ Dire)
14:53 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
AGI0565 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, GOVERNO NO DISPONIBILE A 'CINCISCHIARE' =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "L'unica cosa che il Governo non e'
disponibile a fare, e mi auguro non lo sia nemmeno il
Parlamento, e' 'cincischiare' sulle questioni di metodo per
arrestare il cambiamento". Lo ha sottolineato il ministro delle
Riforme, Gaetano Quagliariello, parlando alle commissioni
Affari costituzionali di Camera e Senato. (AGI)
Ser
221454 MAG 13

NNNN
ZCZC
DIR0391 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: VALUTARE ELEZIONE DIRETTA CAPO STATO -2-


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Il pilastro fondamentale del disegno
riformatore", spiega il ministro Quagliariello alle comissioni
parlamentari, e' "naturalmente quello della forma di governo".
L'obiettivo e' "un assetto che garantisca la formazione di
esecutivi stabili, sorretti da maggioranze certe e durature, e in
grado di assumere le decisioni necessarie per incidere con
efficacia e risolutezza sul tessuto socio - economico del Paese,
traghettandolo verso l'auspicata modernizzazione".
A tale riguardo, "abbiamo di fronte due strade: la forma di
governo parlamentare razionalizzata e il semipresidenzialismo
secondo il modello francese. Si tratta certamente di due forme di
governo democratiche, ciascuna delle quali, con i necessari
contrappesi istituzionali, puo' assicurare governabilita',
equilibrio tra i poteri e garanzia per i diritti dei cittadini.
La scelta fra le due opzioni e' naturalmente delicata ma credo
non debba essere esasperata, poiche' si tratta in entrambi i casi
di modelli che possono raggiungere risultati eccellenti",
conclude.

(Lum/ Dire)
14:53 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0392 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: SE FALLIMENTO CLASSE POLITICA SCREDITATA


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Conforta tuttavia sapere che e' diffusa
la consapevolezza di come un fallimento non gioverebbe a nessuna
delle forze parlamentari ma avrebbe l'unico effetto di screditare
l'intera classe politica".
"Se terremo tutto cio' ben presente- continua- credo che il
lavoro che ci attende nei prossimi mesi potra' essere utile non
per aggiungere un ennesimo capitolo al libro sui tentativi di
riforma costituzionale nel nostro Paese, ma per garantire
finalmente ai cittadini un assetto istituzionale piu' efficiente,
piu' moderno e, soprattutto, piu' democratico".
Certo, ammette Quagliariello, "il percorso che il Parlamento e
le forze politiche in esso rappresentate hanno davanti si
presenta inevitabilmente complesso e non privo di ostacoli".

(Lum/ Dire)
14:53 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
ASC0241 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

Riforme: Quagliariello, evitare rischio di non fare nulla =
(ASCA) - Roma, 22 mag - ''Vedo un rischio nelle polemiche di
questi giorni sulle riforme costituzionali: possono
nascondere l'idea che la Costituzione del 1947 sia la
migliore del mondo e che non siano necessarie riforme. Se
qualcuno la pensa cosi', e' meglio che lo dica, in modo che
il confronto sia il piu' trasparente possibile''. Lo ha detto
Gaetano Quagliariello, ministro per le Riforme
costituzionali, nel corso della sua audizione presso le
commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato. ''Di
sicuro non cincischieremo su questioni di metodo per non fare
nulla'', ha concluso su questo punto.
gar/vlm
221455 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0571 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO, FALLIMENTO SCREDITEREBBE TUTTI PARTITI =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Il percorso che il Parlamento e le
forze politiche in esso rappresentate hanno davanti si presenta
inevitabilmente complesso e non privo di ostacoli", riconosce
il ministro Gaetano Quagliariello durante l'audizione in
commissione Affari costituzionali di Camera e Senato.
"Conforta tuttavia sapere che e' diffusa la consapevolezza
di come un fallimento non gioverebbe a nessuna delle forze
parlamentari ma avrebbe l'unico effetto di screditare l'intera
classe politica. Se terremo tutto cio' ben presente -
sottolinea il ministro delle Riforme - credo che il lavoro che
ci attende nei prossimi mesi potra' essere utile non per
aggiungere un ennesimo capitolo al libro sui tentativi di
riforma costituzionale nel nostro Paese, ma per garantire
finalmente ai cittadini un assetto istituzionale piu'
efficiente, piu' moderno e, soprattutto, piu' democratico",
conclude Quagliariello. (AGI)
Ser
221455 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0584 3 POL 0 R01 /

L.ELETTORALE: QUAGLIARIELLO, NECESSARIO INTERVENTO SALVAGUARDIA =
(AGI) - Roma, 22 mag. - La riforma elettorale deve essere
conseguente alle riforme costituzionali, sottolinea il ministro
delle Riforme, Gaetano Quagliariello. Ma "cio' naturalmente non
esclude la possibilita' di interventi immediati e mirati sulla
legge elettorale vigente", osserva parlando alle commissioni
Affari costituzionali di Camera e Senato, "per eliminarne i
difetti piu' evidenti, a piu' riprese segnalati dalla Corte
costituzionale e dallo stesso Presidente della Repubblica. Del
resto, l'iniziativa assunta dalla Corte di Cassazione rende il
tema non piu' rinviabile. Non sarebbe in alcun modo auspicabile
che la scelta di proseguire la legislatura derivasse non dal
perdurare dell'accordo che sostiene l'attuale Governo, ma
dall'impossibilita' di celebrare nuove elezioni per inidoneita'
del sistema di voto. Pertanto - conclude - ritengo che in
questa prima fase sia necessario un intervento di
'salvaguardia' che renda certamente costituzionale il sistema
vigente e, 'sterilizzando' il problema immediato della legge
elettorale, agevoli il percorso complessivo di riforma
istituzionale, all'interno del quale anche il tema della legge
elettorale trovera' una compiuta definizione". (AGI)
Ser
221500 MAG 13

NNNN
ZCZC4742/SXA
XPP20722
R POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, RIVEDERE ISTITUTI DEMOCRAZIA DIRETTA

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Gli istituti di democrazia
diretta'' sono ''da rivedere al fine di favorire una piu'
intensa e piu' responsabile partecipazione dei cittadini alla
vita politica della Nazione''. Cosi' il ministro delle Riforme
Gaetano Quagliariello, in audizione in commissione. Il ministro
cita ad esempio ''l'obbligatorieta' del referendum confermativo
sulle leggi di revisione costituzionale'', ''la revisione della
legge sul referendum abrogativo'' per ''adeguare all'aumento
della popolazione il numero di sottoscrizioni richieste'',
''definire con maggior precisione i requisiti di ammissibilita'
e anticiparne il giudizio'', ''modificare la disciplina del
quorum di validita' del risultato sulla base della percentuale
dei votanti'', ''formalizzare il divieto, per un periodo
determinato, di ripristino della norma abrogata''.
''Interventi ulteriori - aggiunge - potranno riguardare le
proposte di legge di iniziativa popolare e, su un piano
differente, la disciplina che regola il dibattito pubblico sui
grandi interventi infrastrutturali (sul modello adottato da
altri Paesi europei)''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 15:01 NNN
ZCZC
ASC0254 1 POL 0 R01 / LK XX ! 1 X

Legge elettorale: Quagliariello, entro l'estate clausola di sicurezza =
(ASCA) - Roma, 22 mag - ''Anche se occorre decidere se andare
a Parigi, Londra o Berlino, cio' non esclude interventi sulla
legge elettorale in vigore che possono essere varati prima
della pausa estiva per la messa in salvaguardia della legge
elettorale''. Lo ha detto Gaetano Quagliariello, ministro per
le Riforme costituzionali, nel corso della sua audizione
presso le commissioni Affari costituzionali di Camera e
Senato. Il ministro ha fatto riferimento, pur non entrando
nel merito delle possibili correzioni del Porcellum, alla
richiesta del premier Enrico Letta di mettere in sicurezza la
legge elettorale in attesa di una riforma piu' complessiva
della forma di governo, in modo che in caso di non augurabili
dall'attuale governo elezioni anticipate non si torni al voto
con il Porcellum. ''Andare a Parigi, Londra o Berlino''
indica da parte di Quagliariello la necessita' di scegliere
tra i diversi modelli istituzionali esistenti in Francia,
Gran Bretagna e Germania.
gar/mau/rob
221508 MAG 13

NNNN
ZCZC
ADN0609 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO,IN QUESTA FASE STORICA PREFERIBILE SEMIPRESIDENZIALISMO =
FORMA GOVERNO PILASTRO FONDAMENTALE

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - "Valutare se nell'attuale fase
storica non sia preferibile adottare un sistema che, grazie
all'elezione diretta del Presidente della Repubblica e
all'introduzione di adeguati contrappesi istituzionali, sia piu'
idoneo a restituire legittimazione e capacita' decisionale alle
istituzioni elevando al contempo il grado di trasparenza e di
accountability del potere". E' l'invito del ministro per le Riforme
Gaetano Quagliariello nella sua audizione dinanzi alle commissioni
riunite Affari costituzionali di Camera e Senato.

"Il pilastro fondamentale del disegno riformatore -spiega- e'
naturalmente quello della forma di governo. L'obiettivo e' un assetto
che garantisca la formazione di esecutivi stabili, sorretti da
maggioranze certe e durature, e in grado di assumere le decisioni
necessarie per incidere con efficacia e risolutezza sul tessuto
socio-economico del Paese, traghettandolo verso l'auspicata
modernizzazione.

A tale riguardo, abbiamo di fronte due strade: la forma di
governo parlamentare razionalizzata e il semipresidenzialismo secondo
il modello francese. Si tratta certamente di due forme di governo
democratiche, ciascuna delle quali, con i necessari contrappesi
istituzionali, puo' assicurare governabilita', equilibrio tra i poteri
e garanzia per i diritti dei cittadini".(segue)

(Sam/Col/Adnkronos)
22-MAG-13 15:10

NNNN
ZCZC
AGI0598 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO,RIDUZIONE PARLAMENTARI E VIA BICAMERALISMO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - Due gli interventi ritenuti "centrali"
nel quadro delle riforme costituzionali: riduzione del numero
dei parlamentari e superamento del bicameralismo perfetto. A
sottolinearlo il ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello,
parlando alle commissioni Affari costituzionali di Camera e
Senato.
"Tema centrale e' il superamento del bicameralismo
paritario e simmetrico, una delle cause di malfunzionamento del
nostro sistema istituzionale - spiega Quagliariello - La
soluzione sulla quale si registra un ampio consenso e' quella
di una sola Camera politica che esprime la fiducia al Governo e
di una seconda Camera rappresentativa delle autonomie (Senato
delle regioni e delle autonomie)". (AGI)
Ser (Segue)
221510 MAG 13

NNNN
ZCZC
AGI0599 3 POL 0 R01 /

RIFORME: QUAGLIARIELLO,RIDUZIONE PARLAMENTARI E VIA BICAMERALISMO (2)=
(AGI) - Roma, 22 mag. - "La Camera dei Deputati, eletta a
suffragio universale e diretto - spiega ancora Quagliariello -
diverrebbe titolare dell'indirizzo politico, avrebbe competenza
esclusiva sul rapporto fiduciario, esprimerebbe il voto
definitivo sui disegni di legge. Il Senato sarebbe costituito
da tutti i Presidenti di Regione e da rappresentanti delle
Regioni (ed eventualmente dei Comuni), eletti da ciascun
Consiglio Regionale in misura proporzionale al numero degli
abitanti. Nel nuovo quadro il Senato, oltre ad assorbire le
competenze del sistema delle Conferenze, parteciperebbe al
procedimento legislativo".
"Ulteriore questione ampiamente condivisa e' la riduzione
del numero dei Parlamentari. Il problema si pone autonomamente
ma, com'e' ovvio, dovra' trovare una soluzione coerente con la
riforma del nostro assetto bicamerale. A mio avviso,
l'obiettivo deve essere quello di un allineamento agli standard
europei nel rapporto parlamentari-elettori, operando una forte
riduzione del numero degli attuali deputati e degli attuali
senatori che andranno a comporre la nuova Camera politica.
In questo contesto, di grande importanza sarebbe anche una
rivisitazione dei regolamenti parlamentari da parte delle
Camere, per migliorarne il lavoro e in particolare snellire
l'iter di approvazione delle leggi" e di conseguenza - conclude
Quagliarielo - "porre un limite all'abuso della decretazione
d'urgenza e al ricorso sistematico alla questione di fiducia su
maxi emendamenti". (AGI)
Ser
221510 MAG 13

NNNN
ZCZC4859/SXA
XPP20804
U POL S0A QBXB
COSTI POLITICA: QUAGLIARIELLO, ABOLIRE FINANZIAMENTI PARTITI
MA COSTO DEMOCRAZIA NON VA DISCONOSCIUTO MA RESO SOSTENIBILE
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Si impone una ''rivisitazione dei
costi della politica e in particolare dei suoi meccanismi di
finanziamento''. Ma ''la democrazia ha un costo che, per una sua
parte incomprimibile, non puo' essere disconosciuto''. Cosi' il
ministro Gaetano Quagliariello. ''Se dunque da un lato deve
essere abrogata l'attuale legge sul finanziamento ai partiti,
dall'altro e' necessario definire nuovi meccanismi che rendano
tale costo sostenibile''. (SEGUE)

KYV
22-MAG-13 15:12 NNN
ZCZC4865/SXA
XPP20902
R POL S0A QBXB
QUAGLIARIELLO, NO ESCLUSIONE MOVIMENTI DA ELEZIONI (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Accanto agli interventi sul
versante del finanziamento, ritengo opportuno che il Parlamento
affronti il tema dello statuto dei partiti politici in
attuazione dell'articolo 49 della Costituzione'', sottolinea il
ministro Gaetano Quagliariello.
''La rilegittimazione dei partiti politici come strumento a
disposizione dei cittadini per partecipare alla vita politica
del Paese, passa infatti anche attraverso un aumento della
trasparenza della loro vita interna - aggiunge - Nessun sistema
di finanziamento della politica puo' essere efficace
nell'assicurare al contempo uguaglianza e trasparenza nella
competizione, se lo stesso non e' strutturalmente connesso a un
sistema di regole che garantisca la democraticita' dei partiti
politici''.
''Naturalmente, qualunque intervento in materia dovra'
scrupolosamente farsi carico di trovare un punto di equilibrio
fra il principio di liberta' di associazione politica - un
fondamento di ogni democrazia - e le altrettanto importanti
esigenze di legalita' e trasparenza'', conclude.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 15:12 NNN
ZCZC
ADN0615 6 POL 0 ADN POL NAZ

PARTITI: QUAGLIARIELLO, SERVONO NUOVI MECCANISMI FINANZIAMENTO =

Roma, 22 mag. - (Adnkronos) - "Se da un lato deve essere
abrogata l'attuale legge sul finanziamento ai partiti, dall'altro e'
necessario definire nuovi meccanismi che rendano tale costo
sostenibile". Lo afferma il ministro per le Riforme Gaetano
Quagliariello, nella sua audizione di fronte alle commissioni riunite
Affari costituzionali di Camera e Senato.

"Diversi -spiega- sono gli interventi possibili. Occorre ad
esempio ricondurre i rimborsi elettorali alla loro reale funzione: non
finanziamento elettorale mascherato, ma rimborso effettivo commisurato
nei tempi e nelle misure alle spese sostenute e documentate per la
campagna elettorale. Quanto invece alle necessita' strutturali dei
partiti, si impongono interventi fiscali e di semplificazione che
incentivino la partecipazione diretta dei cittadini al finanziamento
della politica. Infine, appare opportuno che lo Stato sostituisca
l'erogazione diretta di denaro con la fornitura di servizi in ogni
caso in cui cio' sia possibile".

"Il vero rischio da scongiurare -conclude il ministro- e' quello
di un cattivo finanziamento. Oltre al dato quantitativo, altrettanto
importante e' la questione dei criteri e delle modalita' per
l'utilizzo delle risorse. La completa assenza di regole in proposito
ha reso possibile e in qualche modo favorito il diffondersi di
gestioni opache e 'autoreferenziali'".

(Sam/Zn/Adnkronos)
22-MAG-13 15:12

NNNN
ZCZC4895/SXA
XPP20972
R POL S0A QBXB
RIFORME: QUAGLIARIELLO, INDIFFERIBILE REVISIONE TITOLO V

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Bisogna superare il ''policentrismo
caotico'' attraverso la revisione della ripartizione delle
competenze legislative tra Stato e Regioni (art. 117) come
individuate nel titolo V della Costituzione. Cosi' il ministro
Gaetano Quagliariello. ''Appare indifferibile - sottolinea - un
riordino dei criteri di riparto delle competenze fra i diversi
livelli di governo che ponga fine alla eccessiva frammentazione
che oggi rappresenta un fattore di grave complicazione
istituzionale. Allo stesso tempo, occorre restituire allo Stato
quella essenziale funzione di coordinamento finalizzata da un
lato a garantire i diritti fondamentali sul territorio
nazionale, e dall'altro a promuovere i migliori modelli
organizzativi recuperando le situazioni di inefficienza. Un
equilibrato sistema di governo multilivello deve essere in grado
di coniugare i principi di responsabilita' e di solidarieta''',
aggiunge.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 15:13 NNN
ZCZC
ADN0621 6 POL 0 ADN POL NAZ

RIFORME: QUAGLIARIELLO,IN QUESTA FASE STORICA PREFERIBILE SEMIPRESIDENZIALISMO (2) =
SCELTA MODELLI NON SIA ASTRATTA E TEORICA

(Adnkronos) - "La scelta fra le due opzioni e' naturalmente
delicata ma credo -amminisce il ministro- non debba essere esasperata,
poiche' si tratta in entrambi i casi di modelli che possono
raggiungere risultati eccellenti. Piuttosto, tale scelta deve essere
il frutto non tanto di una preferenza astratta e teorica, quanto di
un'analisi puntuale e concreta del contesto storico, sociale e
politico nel quale il nuovo modello andra' a calarsi".

"Grande attenzione va attribuita, ad esempio, all'evoluzione del
sistema partitico italiano negli ultimi decenni, ai fenomeni sempre
piu' marcati di scollamento fra politica e opinione pubblica, al
contesto europeo che richiede una accresciuta capacita' di
negoziazione. Tali elementi inducono a valutare se nell'attuale fase
storica non sia preferibile adottare un sistema che, grazie
all'elezione diretta del Presidente della Repubblica e
all'introduzione di adeguati contrappesi istituzionali, sia piu'
idoneo a restituire legittimazione e capacita' decisionale alle
istituzioni elevando al contempo il grado di trasparenza e di
accountability del potere".

"Qualora invece dovesse essere confermata la scelta in favore
della forma di governo parlamentare, bisognera' naturalmente
razionalizzare il sistema per garantirgli un adeguato grado di
efficienza, evitando quelle degenerazioni del parlamentarismo che
abbiamo sperimentato negli ultimi decenni e che erano gia' oggetto
delle preoccupazioni dei Padri costituenti. In questa prospettiva
occorrera' valutare interventi sul procedimento di concessione della
fiducia parlamentare, sulla nomina e revoca dei ministri, sul potere
di scioglimento delle Camere, sulle prerogative del governo in
Parlamento".

(Sam/Col/Adnkronos)
22-MAG-13 15:15

NNNN
ZCZC
AGI0614 3 POL 0 R01 /

PARTITI: QUAGLIARIELLO, NO FINANZIAMENTO MASCHERATO MA RIMBORSO =
(AGI) - Roma, 22 mag. - "Si impone una rivisitazione dei costi
della politica e in particolare dei suoi meccanismi di
finanziamento, secondo canoni di sobrieta' e trasparenza",
sottolinea il ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello.
Tuttavia, afferma parlando alle commissioni Affari
costituzionali di camera e Senato, "la democrazia ha un costo
che, per una sua parte incomprimibile, non puo' essere
disconosciuto. Se dunque da un lato deve essere abrogata
l'attuale legge sul finanziamento ai partiti, dall'altro e'
necessario definire nuovi meccanismi che rendano tale costo
sostenibile". Occorre ad esempio "ricondurre i rimborsi
elettorali alla loro reale funzione: non finanziamento
elettorale mascherato, ma rimborso effettivo commisurato nei
tempi e nelle misure alle spese sostenute e documentate per la
campagna elettorale", conclude il ministro che sottolinea
"l'opportunita' dell'attuazioen dell'articolo 49 della
Costituzione". (AGI)
Ser
221515 MAG 13

NNNN
ZCZC
ADN0625 6 POL 0 ADN POL NAZ

PARLAMENTO: QUAGLIARIELLO, LOBBY DA REGOLAMENTARE SENZA DEMONIZZARE =

Roma, 22 mag. (Adnkronos) - E' necessaria "una regolamentazione
dell'attivita' di lobbying, in grado di evitare ingiuste
demonizzazioni ma anche di scongiurare che l'attivita' dei gruppi di
pressione possa indebitamente inquinare la vita democratica e alterare
la concorrenza". Lo afferma il ministro per le Riforme Gaetano
Quagliariello, nella sua audizione di fronte alle commissioni riunite
Affari costituzionali di Camera e Senato.

(Sam/Col/Adnkronos)
22-MAG-13 15:18

NNNN
ZCZC
DIR0412 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: SE FALLIMENTO CLASSE POLITICA SCREDITATA


(DIRE) Roma, 22 mag. - "Conforta tuttavia sapere che e' diffusa
la consapevolezza di come un fallimento non gioverebbe a nessuna
delle forze parlamentari ma avrebbe l'unico effetto di screditare
l'intera classe politica". Lo dice il ministro delle Riforme
Gaetano Quagliariello, nel corso di una audizione alla Camera
davanti alle commissioni Affari costituzionali.
"Se terremo tutto cio' ben presente- continua- credo che il
lavoro che ci attende nei prossimi mesi potra' essere utile non
per aggiungere un ennesimo capitolo al libro sui tentativi di
riforma costituzionale nel nostro Paese, ma per garantire
finalmente ai cittadini un assetto istituzionale piu' efficiente,
piu' moderno e, soprattutto, piu' democratico".
Certo, ammette Quagliariello, "il percorso che il Parlamento e
le forze politiche in esso rappresentate hanno davanti si
presenta inevitabilmente complesso e non privo di ostacoli".

(Lum/ Dire)
15:18 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0418 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: VALUTARE ELEZIONE DIRETTA CAPO STATO -3-


(DIRE) Roma, 22 mag. - Qualora invece dovesse essere confermata
la scelta in favore della forma di governo parlamentare, continua
il ministro Quagliariello, "bisognera' naturalmente
razionalizzare il sistema per garantirgli un adeguato grado di
efficienza". In questa prospettiva "occorrera' valutare
interventi sul procedimento di concessione della fiducia
parlamentare, sulla nomina e revoca dei ministri, sul potere di
scioglimento delle Camere, sulle prerogative del governo in
Parlamento".
Altro tema centrale, prosegue Quagliariello davanti alle
commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato, "e' il
superamento del bicameralismo paritario e simmetrico, una delle
cause di malfunzionamento del nostro sistema istituzionale. La
soluzione sulla quale si registra un ampio consenso e' quella di
una sola Camera politica che esprime la fiducia al governo e di
una seconda Camera rappresentativa delle autonomie (Senato delle
regioni e delle autonomie)". La Camera dei Deputati, eletta a
suffragio "universale e diretto, diverrebbe titolare
dell'indirizzo politico, avrebbe competenza esclusiva sul
rapporto fiduciario, esprimerebbe il voto definitivo sui disegni
di legge". Il Senato sarebbe quindi costituito "da tutti i
Presidenti di Regione e da rappresentanti delle Regioni (ed
eventualmente dei Comuni), eletti da ciascun Consiglio Regionale
in misura proporzionale al numero degli abitanti. Nel nuovo
quadro il Senato, oltre ad assorbire le competenze del sistema
delle Conferenze, parteciperebbe al procedimento
legislativo".(SEGUE)

(Lum/ Dire)
15:21 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0419 3 POL 0 RR1 / DIR

RIFORME. QUAGLIARIELLO: VALUTARE ELEZIONE DIRETTA CAPO STATO -4-


(DIRE) Roma, 22 mag. - Il ministro delle Riforme da' "grande
importanza" anche a "una rivisitazione dei regolamenti
parlamentari da parte delle Camere, per migliorarne il lavoro e
in particolare snellire l'iter di approvazione delle leggi". Nel
momento in cui saranno messi a disposizione del governo
"strumenti idonei a realizzare con efficacia e tempestivita' il
proprio programma", sottolinea, si potra' "porre un limite
all'abuso della decretazione d'urgenza e al ricorso sistematico
alla questione di fiducia su maxi emendamenti, che negli ultimi
decenni hanno logorato il rapporto tra potere legislativo e
potere esecutivo e inciso negativamente sulla qualita' della
produzione normativa".
Il ministro non dimentica gli istituti di democrazia diretta,
"da rivedere al fine di favorire una piu' intensa e piu'
responsabile partecipazione dei cittadini alla vita politica
della Nazione". Quagliariello pensa ad esempio
"all'obbligatorieta' del referendum confermativo sulle leggi di
revisione costituzionale". Alla "revisione della legge sul
referendum abrogativo per adeguare all'aumento della popolazione
il numero di sottoscrizioni richieste; definire con maggior
precisione i requisiti di ammissibilita' e anticiparne il
giudizio; modificare la disciplina del quorum di validita' del
risultato sulla base della percentuale dei votanti; formalizzare
il divieto, per un periodo determinato, di ripristino della norma
abrogata". Interventi ulteriori potranno riguardare "le proposte
di legge di iniziativa popolare e, su un piano differente, la
disciplina che regola il dibattito pubblico sui grandi interventi
infrastrutturali (sul modello adottato da altri Paesi europei)".

(Lum/ Dire)
15:21 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC
DIR0420 3 POL 0 RR1 / DIR

CAMERE. QUAGLIARIELLO: EVITIAMO DEMONIZZAZIONI E REGOLIAMO LOBBY


(DIRE) Roma, 22 mag. - C'e' "la necessita' di una
regolamentazione dell'attivita' di lobbying, in grado di evitare
ingiuste demonizzazioni ma anche di scongiurare che l'attivita'
dei gruppi di pressione possa indebitamente inquinare la vita
democratica e alterare la concorrenza". Lo dice il ministro delle
Riforme Gaetano Quagliariello, nel corso di una audizione alla
Camera davanti alle commissioni Affari costituzionali.

(Lum/ Dire)
15:21 22-05-13

NNNN


NNNN
ZCZC5057/SXA
XPP21007
R POL S0A QBXB
COSTI POLITICA: QUAGLIARIELLO, ABOLIRE FINANZIAMENTI PARTITI (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - I costi della politica vanno rivisti
''secondo canoni di sobrieta' e trasparenza'', sottolinea
Quagliariello. ''Diversi sono gli interventi possibili. Occorre
ad esempio ricondurre i rimborsi elettorali alla loro reale
funzione: non finanziamento elettorale mascherato, ma rimborso
effettivo commisurato nei tempi e nelle misure alle spese
sostenute e documentate per la campagna elettorale''.
''Quanto invece alle necessita' strutturali dei partiti, si
impongono interventi fiscali e di semplificazione che
incentivino la partecipazione diretta dei cittadini al
finanziamento della politica. Infine, appare opportuno che lo
Stato sostituisca l'erogazione diretta di denaro con la
fornitura di servizi in ogni caso in cui cio' sia possibile'',
aggiunge il ministro delle Riforme.
''Il vero rischio da scongiurare e' quello di un cattivo
finanziamento - conclude - Oltre al dato quantitativo,
altrettanto importante e' la questione dei criteri e delle
modalita' per l'utilizzo delle risorse. La completa assenza di
regole in proposito ha reso possibile e in qualche modo favorito
il diffondersi di gestioni opache e 'autoreferenziali'''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 15:27 NNN
ZCZC5142/SXA
XPP21148
R POL S0A QBXB
L.ELETTORALE: QUAGLIARIELLO,MODIFICA PORCELLUM AIUTA RIFORME (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Interventi immediati e mirati sulla
legge elettorale vigente, per eliminarne i difetti piu'
evidenti'', sono possibili. E ''l'iniziativa assunta dalla Corte
di Cassazione rende il tema non piu' rinviabile'', sottolinea il
ministro Gaetano Quagliariello.
''Non sarebbe in alcun modo auspicabile che la scelta di
proseguire la legislatura derivasse non dal perdurare
dell'accordo che sostiene l'attuale Governo, ma
dall'impossibilita' di celebrare nuove elezioni per inidoneita'
del sistema di voto'', aggiunge il ministro. ''Pertanto, ritengo
che in questa prima fase sia necessario un intervento di
'salvaguardia' che renda certamente costituzionale il sistema
vigente e, 'sterilizzando' il problema immediato della legge
elettorale, agevoli il percorso complessivo di riforma
istituzionale, all'interno del quale anche il tema della legge
elettorale trovera' una compiuta definizione''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 15:32 NNN
ZCZC5166/SXA
XPP21108
R POL S0A QBXB
QUAGLIARIELLO, VALUTARE ELEZIONE DIRETTA PRESIDENTE (2)

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Grande attenzione va attribuita
all'evoluzione del sistema partitico italiano negli ultimi
decenni, ai fenomeni sempre piu' marcati di scollamento fra
politica e opinione pubblica, al contesto europeo che richiede
una accresciuta capacita' di negoziazione'', sottolinea Gaetano
Quagliariello. ''Tali elementi inducono a valutare - aggiunge -
se nell'attuale fase storica non sia preferibile adottare un
sistema che, grazie all'elezione diretta del Presidente della
Repubblica e all'introduzione di adeguati contrappesi
istituzionali, sia piu' idoneo a restituire legittimazione e
capacita' decisionale alle istituzioni elevando al contempo il
grado di trasparenza e di accountability del potere''.
Il ministro avverte la necessita' di ''guardarsi da due
pericoli'', nel percorso delle riforme: ''Il conservatorismo
costituzionale e l'accanimento modellistico'', che ''e' il
miglior modo per non concludere nulla''.(ANSA).

KYV
22-MAG-13 15:33 NNN