RIFORME: REGIONI AL LAVORO, ROSSI (TOSCANA), QUESTIONE VA PRESA DI PETTO

giovedì 23 maggio 2013


ZCZC ADN0747 6 POL 0 ADN POL NAZ TUT

            STASI (CALABRIA), SE PROVINCE ABOLITE SERVE ALTERNATIVA

      Roma, 23 mag. - (Adnkronos) - Hanno discusso di revisione dell'assetto delle Province, dell'istituzione del Senato federale, della legge elettorale e delle questioni del Mezzogiorno e dei fondi strutturali europei, i governatori delle Regioni, questa mattina a Roma nel corso di un seminario di approfondimento dedicato alle riforme istituzionali. Lunedi', gli stessi governatori incontreranno il presidente del consiglio Enrico Letta al quale presenteranno un documento di sintesi sulle principali questioni economiche e sociali presenti sul tavolo del confronto tra il governo e le Regioni.

      Il seminario e' stato introdotto da una relazione del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi dedicata esclusivamente alle riforme: "La mia relazione - ha detto Rossi - e' stata molto apprezzata e i presidenti presenti l'hanno condivisa. Siamo tutti d'accordo che la questione delle riforme istituzionali debba essere presa di petto. Il dibattito - ha concluso - e' stato molto proficuo". Quello di oggi e' stato un incontro tecnico su temi che i governatori ritengono importanti. Sono stati fissati gli obiettivi e dopo lunedi' i presidenti si riuniranno di nuovo per proseguire la discussione.

      "Abbiamo discusso in generale di riforme - ha dichiarato il vicepresidente della regione Calabria Antonella Stasi - e in particolare sul ruolo delle regioni, e ci siamo trovati d'accordo". Sulle Province, Stasi ha precisato che i governatori sono dell'idea che si debba rivedere il loro assetto e nel caso in cui fossero abolite bisogna studiare "un alternativa". (segue)

      (Gar/Ct/Adnkronos) 23-MAG-13 15:26

NNNN

ZCZC ADN0752 6 POL 0 ADN POL NAZ TUT

      RIFORME: REGIONI AL LAVORO, ROSSI (TOSCANA), QUESTIONE VA PRESA DI PETTO (2) =       CALDORO, STIAMO LAVORANDO PER UNA GOVERNANCE DEL PAESE PIU' MODERNA

      (Adnkronos) - "Noi stiamo lavorando per una governance del paese piu' moderna - ha detto Stefano Caldoro - in cui si riveda la distribuzione delle competenze e quindi il titolo V e tutto il capitolo delle materie concorrenti. Questa questione - ha sottolineato - non si puo' vedere solo in funzione dei confini amministrativi".

      Caldoro a titolo personale ha detto che la riforma elettorale dovrebbe essere fatta "in coda" perche', ha affermato, "e' conseguenza dell'assetto istituzionale che si definira'".

      "Stiamo lavorando", ha assicurato il presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Vasco Errani. All'incontro erano presenti anche i governatori del Molise Paolo Di Laura Frattura; della Puglia Nichi Vendola; dell'Umbria Catiuscia Marini; e della provincia autonoma di Trento Alberto Pacher.

      (Gar/Ct/Adnkronos) 23-MAG-13 15:30

NNNN