L.elettorale:Marini,non cancellata positivita' maggioritario

venerdì 6 dicembre 2013


ZCZC5432/SXA OPG75854 R POL S0A QBXB

   (ANSA) - PERUGIA, 6 DIC - La sentenza della Corte Costituzionale "non puo' far cancellare la positivita' di un sistema elettorale basato sul principio maggioritario che ha in questi anni garantito, nel rispetto dei risultati elettorali, la stabilita' di governo nelle Regioni come nei Comuni": e' quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini (membro della segreteria nazionale del Pd), la quale sottolinea tuttavia di ritenere "importante e da rispettare la sentenza che ha definito incostituzionale in fondamentali parti l'attuale legge elettorale".    "I cittadini - sostiene Marini - hanno diritto ad eleggere direttamente i loro rappresentanti nelle istituzioni e ritengo sbagliate liste o listini bloccati, che impediscono all'elettore di esercitare il diritto di scelta dei propri rappresentanti. Occorre, dunque, una nuova legge elettorale che consenta ai cittadini elettori di sapere con certezza chi hanno eletto con il loro voto al vertice di una istituzione e la maggioranza politica a suo sostegno".    "Abbiamo la necessita' - afferma la presidente Marini - soprattutto in una fase come quella che vive il Paese, di avere istituzioni guidate da eletti in grado di poter decidere e governare, anche per poter dare le urgenti risposte ai bisogni di riforme e di cambiamento di cui il Paese necessita".    "La sentenza della Corte Costituzionale non puo', quindi, essere utilizzata per aprire a tentativi, in materia di sistema elettorale, di un ritorno al passato (cosi' come vedo emergere da posizioni espresse anche all'interno del mio partito, il Pd) - rendendo cosi' ancor piu' instabili - conclude Marini - il governo e la funzione delle istituzioni elettive". (ANSA).

     PE/AM 06-DIC-13 16:18 NNN