Regionali: Bonaccini, astensionismo? In parte schiaffo al governo

lunedì 24 novembre 2014


 =

(AGI) - Bologna, 24 nov. - Uno "schiaffo" dato al Pd da una

parte degli elettori che non condividono la posizione del

governo Renzi sui sindacati: il neo presidente della Regione

Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, annovera anche questo

elemento tra le ragioni che hanno portato al crollo

dell'affluenza alle elezioni regionali.

"Ci puo' essere una parte del Pd - ha detto Bonaccini -

che ha deciso di provare a darci un segnale peraltro senza

buttarsi in un'alternativa perche', alla sinistra del Pd,

Tsipras raccoglie solo un 3.5 per cento". Per il neo

governatore

, insomma, "alcuni hanno voluto dare un segnale che

va ascoltato. Come sempre in politica ci sono scelte legittime

anche se queste elezioni erano per il

consiglio regionale".

Detto questo, secondo Bonaccini, l'astensionismo ha

caratterizzato "non solo il Pd" ma anche le altre forze

politiche ("da Forza Italia che quasi scompare al M5S"). "C'e'

un problema piu' generale dei partiti. Per questo - ha concluso

- dobbiamo accorciare la distanza tra cittadini ed

istituzioni". (AGI)

Bo1/Gim

241645 NOV 14

NNNN