Regionali: Chiamparino, calo affluenza? non drammatizzare

lunedì 24 novembre 2014



ZCZC4913/SXR
OTO53846
R POL S45 QBXU

Tutti sapevano che Bonaccini e Olivero avrebbero vinto
(ANSA) - TORINO, 24 NOV - "Il calo di affluenza alle
regionali è certamente da valutare con attenzione ma non da
drammatizzare": lo ha affermato il presidente della Regione
Piemonte, Sergio Chiamparino, rispondendo ai giornalisti a
Torino.
"Secondo me l'unico dato politico - ha sottolineato
Chiamparino - è lo sganciamento di queste elezioni da altri
traini, il fatto che vi fossero risultati ampliamente scontati,
e che la Regione da sola non è un elemento catalizzatore forte.
Sono convinto che quando si andrà a votare per un blocco di
Regioni più amplio ci sarà un maggiore coinvolgimento".
"La presunta longa manus della Cgil e i messaggi al
presidente del Consiglio - ha rimarcato Chiamparino - secondo me
non c'entrano niente. Le Regioni, ha aggiunto, conoscono un
momento non esaltante istituzionalmente e poi tutti sapevano che
Bonaccini e Olivero sarebbero stati vincitori prima ancora di
cominciare";
"Nessuna carenza di legittimazione - ha concluso Chiamparino
- andate a vedere le percentuali di affluenza alle elezioni
locali americane e in tutta Europa". (ANSA).

PL/CLD
24-NOV-14 14:47 NNN