Corte Conti: Sicilia, Formazione grave anomalia parassistenziale

sabato 28 febbraio 2015



ZCZC
AGI0105 3 CRO 0 R01 /


(AGI) - Palermo, 28 feb. - "Nel settore della formazione
professionale e' stata evidenziata, quale grave anomalia del
sistema, l'eccessiva spesa di soldi pubblici, non tanto e non
solo per formare lavoratori, ma per sostenere finanziariamente
gli enti". Ad affermarlo la presidente della sezione
giurisdizionale della Corte dei conti per la Regione siciliana,
Luciana Savagnone, in occasione dell'inaugurazione dell'anno
giudiziario in corso allo Steri di Palermo. (AGI)
Pa3/Mrg//Mzu  (Segue)
281154 FEB 15

NNNN


ZCZC
AGI0106 3 CRO 0 R01 /

Corte Conti: Sicilia, Formazione grave anomalia parassistenziale (2)=
(AGI) - Palermo, 28 feb. - "In definitiva -ha proseguito-
sembrerebbe trattarsi di una spesa fine a se stessa che rischia
di trasformare lo scopo del settore, originariamente unicamente
formativo, in uno scopo parassistenziale. La maggior parte
delle condanne in questione sono state emesse nei confronti di
enti di formazione, ritenuti responsabili di danno erariale per
aver sottratto o distratto finanziamenti dal fine per cui erano
stati concessi o per la mancata restituzione
all'amministrazione erogatrice delle somme non ammesse a
discarico". La Procura regionale ha depositato, nel corso del
2014, 109 atti di citazione in giudizio a carico di 255
amministratori o dipendenti pubblici, per un danno erariale
accertato e contestato di 48,8 milioni di euro. "C'e' un danno
erariale che non si riesce mai a rifondere, provocato dagli
errori della politica. Nel 2014 abbiamo avuto condanne per 39
milioni di euro che e' una cifra enorme, quasi il doppio
dell'anno scorso", ha denunciato la presidente Savagnone. (AGI)
Pa3/Mrg//Mzu
281154 FEB 15

NNNN