Autonomie:proposta Bressa,commissione paritetica per riforma

giovedì 18 giugno 2015



ZCZC2135/SXR
OBZ65493_SXR_QBJC
R POL S41 QBJC


(ANSA) - BOLZANO, 18 GIU - Una commissione paritetica
lavorerà alla stesura di un testo per la riforma degli statuti
speciali: è la proposta emersa a Roma durante un incontro tra i
presidenti di Regioni e Province a statuto speciale, tra cui
l'altoatesino Arno Kompatscher ed il trentino Ugo Rossi, ed il
sottosegretario agli affari regionali, Gianclaudio Bressa.
Durante l'incontro presso la presidenza del consiglio dei
ministri, si è iniziato ad esaminare il percorso che dovrebbe
portare ad un disegno di legge costituzionale che definisca
procedure condivise di modifica degli statuti speciali. Il
principio da garantire è quello per il quale le modifiche devono
avvenire solo attraverso l'intesa espressa dai consigli
provinciali e regionali interessati.
Sulla base di questo principio, già contenuto nella clausola
di salvaguardia che il governo si è impegnato a garantire nel
progetto di legge di riforma costituzionale in corso, il
sottosegretario Bressa, recependo le richieste espresse dai
presidenti Rossi e Kompatscher lo scorso maggio al premier
Matteo Renzi, ha formulato alle regioni a Statuto speciale la
proposta di dare vita ad una apposita commissione che lavori
alla stesura di un testo in grado di sancire definitivamente il
meccanismo pattizio, definendone anche la proceda applicativa.
I lavori preparatori di questa commissione dovrebbero
concludersi durante l'estate. "All'interno di un quadro
giuridico comune a tutte le autonomie speciali il percorso
avviato oggi dovrà garantire le particolari caratteristiche
delle singole realtà, soprattutto per ciò che concerne la difesa
e il potenziamento delle competenze", ha commentato Kompatscher.
(ANSA).

YD7-MAI
18-GIU-15 16:35 NNN