(SAR) AUTONOMIA. GANAU: GOVERNO POCO RISPETTOSO DELLE SPECIALITÀ

giovedì 18 giugno 2015



ZCZC
DIR0215 3 POL  0 RR1 / DIR 


"IN SARDEGNA AUTORIFORME GIÀ FATTE E VALORE AGGIUNTO PER STATO"

(DIRE) Cagliari, 18 giu. - "La mancanza di norme di attuazione
non puo' essere un freno all'attuazione degli Statuti, perche'
oggi nella fase ormai lunga della crisi economica, delle
politiche economiche restrittive e del patto di stabilita', il
confronto fra Stato e Regioni e' sempre piu' incentrato sulle
risorse e la spesa. Il Governo ha assunto iniziative unilaterali,
poco rispettose della specialita'". Cosi' il Presidente del
Consiglio sardo Gianfranco Ganau, che questa mattina e' stato
ascoltato in audizione a Roma dalla commissione bicamerale per le
questioni regionali, nell'ambito dell'indagine conoscitiva
portata avanti dal Parlamento relativamente all'attuazione degli
statuti delle regioni autonome, con particolare riferimento al
ruolo delle commissioni paritetiche, alla luce della riforma
costituzionale in atto.
   In merito all'adeguamento degli Statuti il rappresentante
dell'Assemblea legislativa sarda ha chiarito che alla loro piena
attuazione e' legato il destino del progresso e della crescita
civile e sociale dell'isola. "La clausola di salvaguardia per la
sopravvivenza degli Statuti e la loro modifica prevista dalla
riforma costituzionale in atto- continua- e' dettata piu' dalla
necessita' di portare a termine rapidamente la riforma che da una
reale salvaguardia e ripensamento del ruolo delle autonomie".
(SEGUE)
  (Api/ Dire)
13:15 18-06-15

NNNN


NNNN


ZCZC
DIR0216 3 POL  0 RR1 / DIR 

(SAR) AUTONOMIA. GANAU: GOVERNO POCO RISPETTOSO DELLE SPECIALITÀ -2-


(DIRE) Cagliari, 18 giu. - Il percorso di revisione degli
statuti, secondo il presidente del Consiglio sardo, comporterebbe
un effettivo rischio di appiattimento, "da qui la necessita' di
rivedere il rapporto tra Stato e Regione in un'ottica di leale
collaborazione per rafforzare e supportare le ragioni di fondo
della specialita', vedi l'adozione da parte della Sardegna dei
principi di omogeneizzazione degli ordinamenti contabili, attuata
senza attendere le norme di attuazione", oppure "la riduzione del
numero dei consiglieri o la riduzione delle spese di
funzionamento degli organi, gia' applicate".
   La Sardegna "interpreta e declina la specialita' come
questione di sostanza- sottolinea con forza Ganau- quello che ci
aspettiamo non e' tanto un adeguamento in se' alla riforma
costituzionale, ma piuttosto una valorizzazione e una piena
attuazione della specialita' che puo' essere, se opportunamente
declinata, un valore aggiunto per lo Stato e l'intero
regionalismo".
  (Api/ Dire)
13:15 18-06-15

NNNN


NNNN