REGIONI. TOTI: GOVERNO CI RICEVA, SIAMO A LIMITE SUSSISTENZA

mercoledì 14 ottobre 2015



ZCZC
DIR0534 3 POL  0 RR1 / DIR 

 


(DIRE) Roma, 14 ott. - "Il governo deve chiarire se le Regioni
possono continuare a esistere con una funzione politica al
servizio dei cittadini oppure se li ritiene enti da rottamare
come successo con le province. Oltre questi tagli infatti non
possiamo piu' garantire la funzione per la quale le Regioni
esistono. Non possiamo essere ulteriormente strangolati, anche
perche' gia' oggi siamo al limite della sussistenza". Lo ha detto
il presidente della regione Liguria e vicepresidente della
Conferenza delle regioni, Giovanni Toti, all'indomani
dell'incontro romano a Palazzo Chigi sulle misure contenute nella
legge di stabilita' per gli enti locali.
   Poi, ha aggiunto: "Siamo ormai a chiedere l'elemosina a Roma.
Tuttavia le briciole non basteranno a far quadrare i conti,
soprattutto nella sanita' dove il paventato taglio al fondo
sanitario nazionale di 2 miliardi di euro metterebbe a rischio
servizi fondamentali, erogati dalle Regioni che si fondano
proprio sull'organizzazione e la programmazione del diritto alla
salute, della tutela del territorio, di un trasporto pubblico
efficiente e di un'assistenza adeguata ai disabili. Funzioni
impossibili da garantire senza opportune risorse". Da qui
l'invito a un chiarimento con il presidente del Consiglio: "Serve
un incontro urgente con il governo, vogliamo avere risposte
concrete rispetto a come intende muoversi l'esecutivo su questo
tema", conclude Toti.
  (Com/Anb/ Dire)
18:22 14-10-15

NNNN


NNNN