Regioni: Rossi (Toscana), 20 sono davvero troppe

sabato 21 novembre 2015



ZCZC3515/SXR
OPG33927_SXR_QBXX
R POL S57 QBXX


(ANSA) - PERUGIA, 21 NOV - "Io penso che venti regioni in
Italia siano davvero troppe, che in Europa e nel mondo ma anche
rispetto alle esigenze economiche e sociali che hanno i
territori, questa dimensione della regione debba essere in
qualche modo superata per corrispondere a questa realtà diversa,
sia istituzionale, sia economica e sociale": è quanto ha
affermato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi,
oggi pomeriggio a Perugia, nel corso della conferenza stampa
svolta al termine dell'incontro con i governatori di Umbria e
Marche, Catiuscia Marini e Luca Ceriscioli, per discutere su
integrazione dei servizi e riforma dell'assetto regionalista
dello Stato.
"E quindi perché no - ha aggiunto Rossi - stiamo dentro un
processo e poi vediamo questo processo come si realizzerà, quali
saranno tutti gli accorgimenti da mettere in campo".
"Partiamo dalla base, è un buon modo per partire. C'è una
storia, c'è un'economia soprattutto, c'è un'identità di
paesaggio, c'è un'agricoltura che in qualche modo ci
identificano. E quindi ci sono anche dei problemi che ci
identificano: cominciamo a lavorare su questi problemi. Per il
resto vada avanti la discussione istituzionale, coinvolga,
questa discussione, le forze sociali e vediamo quello che
accade".
"A noi - ha spiegato ancora il presidente della Regione
Toscana - le riforme non fanno paura, anzi. Vorremmo che questa
Italia di mezzo desse anche un contributo al resto del Paese,
altre volte lo ha dato". (ANSA).

PE
21-NOV-15 16:19 NNN