REFERENDUM: D'ATTORRE "VERGOGNOSO DIRE FALSITÀ SU SANITÀ"

martedì 22 novembre 2016



ZCZC IPN 326
POL --/T
REFERENDUM: D'ATTORRE "VERGOGNOSO DIRE FALSITÀ SU SANITÀ"
ROMA (ITALPRESS) - "E' vergognoso che la ministra Boschi continui
a dire falsita' sui benefici che la modifica della Costituzione
porterebbe in materia di sanita'". Lo afferma Alfredo D'Attorre
dell'esecutivo nazionale di Sinistra Italiana. "La tutela dei
livelli essenziali di prestazione da parte dello Stato - prosegue
- e' gia' prevista dall'articolo 117 vigente della Costituzione,
l'aggiunta della formula sulle 'disposizioni generali e comuni'
non aggiunge nulla di concreto, mentre la programmazione e la
gestione dei servizi sanitari resterebbe saldamente in mano alle
Regioni anche dopo l'eventuale approvazione della riforma. Renzi e
la Boschi - insiste D'Attorre - rispondano piuttosto del fatto che
11 milioni di italiani sono costretti a rinunciare alle cure e
alla prevenzione per effetto dei tagli e della privatizzazione
strisciante imposta al sistema sanitario nazionale. Il governo
dara' nel 2017 113 miliardi alla sanita' pubblica, dopo che si era
impegnato con il patto con le Regioni a darne 115 gia' nel 2016,
cifra a cui ora conta di arrivare solo nel 2019, abbassando la
spesa sanitaria in rapporto al Pil a un livello, nettamente
inferiore alla media europea, che l'Oms giudica rischioso per la
tutela dei livelli essenziali di prestazione. Giocare con falsita'
sulla pelle del diritto alla salute degli italiani - conclude
D'Attorre -  e' troppo anche per un governo che ormai ci ha
abituato a ogni spregiudicatezza".
(ITALPRESS).
ads/com
22-Nov-16 15:03
NNNN


NNNN