Regioni: asse Sicilia-Sardegna per proposte legge su insularita'

martedì 13 marzo 2018



ZCZC
AGI0199 3 POL 0 R01 /

(AGI) - Palermo, 13 mar. - Una proposta di legge voto, che
riconosca l'insularita' della Sicilia e dia attuazione
all'articolo 38 bis dello Statuto siciliano, a quella norma
cioe' che riconosce lo svantaggio dell'insularita' e prevede
risorse economiche e vantaggi fiscali per rilanciare l'economia
regionale. E' stata presentata oggi all'Ars dalla deputata Udc
Eleonora Lo Curto, prima firmataria, insieme con l'autonomista
Rino Piscitello, i deputati Gaetano Galvagno (FdI), Giovanni
Bulla (Udc), Giuseppe Compagnone (Autonomisti) e Vincenzo
Figuccia, che guida l'associazione Cambiamo la Sicilia.
Un'altra proposta di legge per modificare l'articolo 19
della Costituzione e' stata elaborata in collaborazione con il
Consiglio regionale della Sardegna, e presentata nel corso di
una conferenza stampa, trasmessa in streaming e in diretta
Facebook, in video collegamento con il consiglio regionale
sardo. La proposta, elaborata da parlamentari, sara' sottoposta
al referendum consultivo, dunque al vaglio dei cittadini
siciliani, in caso di approvazione dovra' essere approvata in
doppia battuta dalle due Camere. Il primo step del ddl sara' la
raccolta di 50 mila firme a sostegno.
"Oggi insieme ai movimenti sicilianisti, mettiamo al centro
del dibattito regionale e nazionale un tema, quello del
riconoscimento del principio di insularita'", ha detto
Figuccia, "questo passa da due strumenti legislativi, il primo
legato alla modifica dello statuto siciliano per fare i conti
con questa opportunita', l'altra da una proposta di legge
popolare che interverrebbe sulla modifica dell' articolo 119
della Costituzione che inserirebbe il principio di insularita'
per uscire da questa condizione di svantaggio". (AGI)
Pa5/Mrg
131224 MAR 18

NNNN