EDITORIA: TOMA, ORA TRATTARE CON IL GOVERNO

sabato 15 dicembre 2018


ZCZC
ADN0879 7 ECO 0 ADN EDI RMO

      Campobasso, 15 dic. (AdnKronos) - "Mi ero impegnato affinché la
Conferenza delle Regioni intervenisse sul governo per indurlo ad un
ripensamento sulla norma contenuta nel milleproroghe che penalizza, di
fatto, le emittenti televisive e radiofoniche locali, ma anche per
chiedere al governo stesso di rivedere la sua posizione relativa ai
contributi all''editoria che, secondo quanto annunciato, nel prossimo
triennio verrebbero ridotti progressivamente fino all''azzeramento". Lo
ha detto il presidente della Regione Molise, Donato Toma, a margine
delle iniziative che la Conferenza delle Regioni ha deciso di
intraprendere a sostegno delle emittenti locali e dell''editoria,
chiedendo di "trattare con il governo".
      "Ieri, il presidente Bonaccini, su mandato della Conferenza, ha
chiesto ufficialmente un incontro con il ministro Di Maio e il
sottosegretario Crimi - ha continuato - Sarà l''occasione per
comunicare ai referenti governativi i diversi criteri, da me indicati
e condivisi in Conferenza delle Regioni, che proponiamo per il riparto
delle risorse del Fondo per il pluralismo e l''innovazione
dell''informazione in favore delle emittenti televisive e radiofoniche
locali, riparto che, in forza della nuova normativa, ora avviene in
base al numero dei dipendenti e ai dati di ascolto Auditel". (segue)
      (Rre/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-DIC-18 21:31
NNNN


ZCZC
ADN0880 7 ECO 0 ADN EDI RMO

  (2) =

      (AdnKronos) - "In sede di Conferenza delle Regioni abbiamo convenuto,
invece, che i parametri di valutazione non possono non tener conto del
bacino demografico di riferimento delle emittenti e che, pertanto,
devono essere rapportati al numero di abitanti di ciascuna regione in
cui operano le aziende radio-televisive", ha sottolineato Toma.
      "In merito all''altra questione, quella riguardante la riduzione e la
paventata soppressione dei contributi all''editoria, si dovrà
necessariamente aprire un tavolo di confronto con il governo - ha
concluso - al fine di scongiurare il pericolo che molte testate, in
assenza dell''intervento statale, finiscano sul lastrico e siano
costrette a chiudere".
      (Rre/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-DIC-18 21:31
NNNN