REGIONE EMILIA-R. BONACCINI PRONTO A AUMENTARE SALARI DIPENDENTI L'ANNUNCIO DURANTE GLI AUGURI AI LAVORATORI: "MA VE LO MERITATE".

martedì 18 dicembre 2018



ZCZC
DIR1310 3 POL  0 RR1 R/EMR / BOL /TXT 

(DIRE) Bologna, 18 dic. - Il presidente dell'Emilia-Romagna
Stefano Bonaccini fa gli auguri ai dipendenti della Regione e
annuncia l'aumento di stipendio. "Siccome abbiamo fatto alcune
scelte importanti- ha detto Bonaccini incontrando i lavoratori
per gli auguri di Natale accanto alla presidente dell'Assemblea
legislativa Simonetta Saliera- ci potremo permettere di ampliare
di alcuni milioni di euro il fondo per la contrattazione
decentrata, come i sindacati hanno chiesto". Quindi "nel prossimo
triennio noi o chi ci sara' al nostro posto" dopo le elezioni di
fine 2019 "potra' fare tutte le progressioni orizzontali che
erano rimaste bloccate negli anni precedenti". Insomma, "per
tutto il personale del comparto potra' avvenire un riconoscimento
economico davvero significativo in busta paga a titolo di
produttivita'".
   Il presidente chiarisce: "Non e' un regalo, ma sara' il
riconoscimento dovuto al nostro lavoro, un risultato che sara'
possibile il solo tre regioni italiane. Spero sia questo il
regalo di Natale che troverete sotto l'albero". La produttivita'
potra' essere sbloccata una volta che verra' rinnovato il
contratto nazionale dei dipendenti degli enti locali, cosa che
dovrebbe avvenire nei prossimi giorni ("Mi viene detto che siamo
sulla buona strada", dice in proposito Bonaccini). Ma il
presidente, ricordando i parametri riconosciuti
all'Emilia-Romagna, sottolinea: "non tutte le pubbliche
amministrazioni in questo paese hanno la stessa qualita' e hanno
ottenuto gli stessi risultati".(SEGUE)
  (Bil/Dire)
15:29 18-12-18

NNNN


ZCZC
DIR1354 3 POL  0 RR1 R/EMR / BOL /TXT 

 -2-


(DIRE) Bologna, 18 dic. - Intanto, con il si' ad una legge in
materia votata oggi in Assemblea legislativa, direttori generali
e delle agenzie regionali con contratto a tempo determinato
entrano a tutti gli effetti nella dotazione organica della
Regione, cosi' come raccondato dalla Corte dei conti. "Abbiamo
attualizzato la legge regionale 43, puntando alla semplificazione
dei processi, eliminando i doppi adempimenti", ha detto
l'assessore al personale Emma Petitti. "Ci siamo allineati con le
procedure dell'assemblea- conclude- e mi pare importante
sottolineare il fatto che abbiamo concordato tutto il percorso
con la Corte dei Conti".
   Critico Giancarlo Tagliaferri di Fratelli D'Italia: "Si e'
aspettato due anni per apportare le modifiche per far in modo che
gli effetti di queste sconfinassero nella prossima legislatura.
Questa norma vuole rendere impossibile a una nuova, possibile,
maggioranza di assumere altri dirigenti fino al 2023, data di
scadenza dell'ultimo contratto dirigenziale a tempo determinato".
  (Bil/ Dire)
15:43 18-12-18

NNNN