Vitalizi: Sardegna, approvata legge su tagli a 309 ex consiglieri

mercoledì 10 luglio 2019


ZCZC
AGI0765 3 POL 0 R01 /


(AGI) - Cagliari, 10 lug. - Approvata dal Consiglio regionale
la legge sullo 'status' dei consiglieri regionali che prevede
tagli ai vitalizi di 309 ex onorevoli eletti prima del 2014. Su
53 presenti, 50 hanno espresso voto favorevole e tre si sono
astenuti. La nuova legge consentira' un risparmio di oltre 2 mi
milioni di euro all'anno per le casse del Consiglio regionale.
Il provvedimento, che aveva avuto il via libera giovedi' scorso
da parte della prima Prima commissione (Autonomia e ordinamento
regionale), prevede la revisione del meccanismo dei vitalizi,
concordata lo scorso aprile in sede di Conferenze
Stato-Regione: agli ex onorevoli che ancora li percepiscono,
per un costo di circa 17 milioni di euro l'anno a pesare sul
bilancio interno dell'Assemblea sarda, sara' applicato il
sistema contributivo al posto di quello retributivo che finora
ha consentito di elargire importi fino a circa 5 mila euro
netti.
    La legge e' stata approvata dopo un vivace dibattito in
aula dove sono risuonate le polemiche del giugno scorso, in
occasione della campagna elettorale per le comunali,
sull'ipotesi di introdurre un nuovo sistema 'pensionistico' per
gli attuali consiglieri regionali, tramite le cosiddette
'indennita' differite'. Il testo di questa seconda parte della
proposta di legge era stato stralciato: se approvato avrebbe
introdotto un assegno mensile che i consiglieri regionali
avrebbero potuto riscuotere al compimento dei 65 anni se
rimasti in carica per un solo quinquennio. La spesa prevista
era di 1 milione 149.984 euro l'anno e quindi di 5 milioni
749.920 per l'intera legislatura. (AGI)


Sol
101759 LUG 19

NNNN