Autonomie: Speranza, Parlamento centrale in nuovo percorso

mercoledì 4 dicembre 2019


ZCZC2043/SXA
XSP77950_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

   (ANSA)- ROMA, 4 DIC - "La prima cosa da fare è sicuramente
definire i livelli essenziali delle prestazioni e in sanità
questo in realtà già esiste perché i Lea, livelli essenziali di
assistenza, già esistono". A dirlo è il ministro della Salute
Roberto Speranza, intervenendo a "Circo Massimo"su Radio Capital
sulla riforma dell'Autonomia.
   Secondo Speranza "l'ambito di cui io mi occupo, la salute, è
già molto regionalizzato. Il ministero, il governo nazionale, dà
l'indirizzo e fa il monitoraggio ma poi la gestione concreta è
in mano alle Regioni attraverso le azienda sanitarie e quelle
ospedaliere. Io penso che la premessa di approvare e definire i
livelli essenziali delle prestazioni sia fondamentale". "Nel
percorso che mi pare si stia avviando - prosegue il ministro -
c'è una centralità del Parlamento, nell'impostazione del Governo
precedente il Parlamento era chiamato a dire sì o no su un
pacchetto chiuso. Oggi mi pare che l'opinione sia quella di
costruire una legge cornice in cui il Parlamento è protagonista
e sulla base di questa su costruiscono le intese con le Regioni.
Un processo secondo me molto più ponderato, capace di con
volgere le forze parlamentari e di aprire un dibattito, una
discussione utile nel Paese". (ANSA).

     Y09-FEL
04-DIC-19 11:11 NNN