FEDERALISMO, C.CONTI: A REGIONI 13 MLD DA IRAP, ADDIZIONALE IRPEF E TASSE AUTO

mercoledì 11 dicembre 2019



PPA0138 1  PEC NG01 1213 ITA0138

 

(Public Policy) - Roma, 11 dic -  "In generale, può dirsi che l'Irap
e l'addizionale regionale all'Irpef (per le quote non destinate alla
sanità), con l'aggiunta delle tasse automobilistiche (il cui peso è
pressoché equivalente a quello delle altre due), rappresentino il
pilastro dell'autonomia impositiva delle Regioni, assicurando,
mediamente, circa 13 miliardi l'anno, meno di un terzo del gettito
tributario 'proprio' accertato (corrispondente, nel 2018, a
complessivi 41,4 miliardi di euro). Poco meno dei restanti due terzi
delle entrate tributarie 'proprie' regionali sono costituiti,
fondamentalmente, dall'Irap e addizionale Irpef destinate alla
sanità, sicché solo sulla parte residua (i c.d. tributi minori), pari
a circa il 6%, le Regioni godono di più ampi margini di autonomia".

Lo si legge nella relazione presentata dalla Corte dei conti per
l'audizione alla Camera, in commissione Finanze, nell'ambito
dell'indagine conoscitiva sui sistemi tributari delle Regioni e degli
enti territoriali nella prospettiva dell'attuazione del federalismo
fiscale e dell'autonomia differenziata.


(Public Policy) @PPolicy_News

 PAM
111618 dic 2019


PPA0139 1  PEC NG01 1550 ITA0139
 -2-

 

(Public Policy) - Roma, 11 dic -  "È da ritenere - si legge ancora -
che le compartecipazioni non costituiscano fondamento di autonomia
impositiva ma, semplicemente, entrate devolute per le quali non vi è
la possibilità per l'ente di variare le aliquote stabilite. Tali
fonti di finanziamento, tuttavia, assicurano alle Regioni un gettito
sicuro e ben programmabile, grazie ai meccanismi di anticipazione che
consentono di realizzare, entro l'anno, circa il 93% delle risorse
spettanti. In quest'ambito, la compartecipazione che registra il più
elevato tasso di realizzazione è quella destinata al Fondo Nazionale
Trasporti, di cui all'art. 16-bis del d.l. n. 95/2012, interamente
riscossa nell'esercizio".

"L'elevata capacità di riscossione delle entrate devolute si
affianca, peraltro, a quella di una parte dei tributi propri, come
l'addizionale Irpef che finanzia la sanità regionale o l'addizionale
regionale sul gas naturale. A livelli di poco inferiori si attesta,
invece, la capacità di riscossione dell'Irap per la quota non
sanitaria (mediamente l'89,1% nell'ultimo triennio) e della tassa
automobilistica (87,5%), mentre l'Irap-sanità registra un più ridotto
livello di realizzazione nell'esercizio di competenza (66,2%). Va
sottolineato, peraltro, che la capacità di riscossione di queste
entrate dipende, principalmente, dalla velocità di erogazione da
parte dello Stato".


(Public Policy) @PPolicy_News

 PAM
111618 dic 2019