Basilicata: De Filippo, con ultime manovre a rischio qualita' sanita'

martedì 14 febbraio 2012



ZCZC
ASC0168 1 REG 0 R01 / LK XX ! 1 X


(ASCA) - Potenza, 14 feb - ''Con le ultime manovre
finanziarie nazionali il prospetto allarmante e' che i tagli
possano raggiungere i 17 miliardi di euro, mettendo a rischio
la sostenibilita' dell'intero sistema sanitario, a partire
dalla qualita' dei servizi, dall'appropriatezza delle
prestazioni e dalla garanzia  di unitarieta'''. Lo ha
dichiarato il presidente della regione Basilicata Vito De
Filippo in consiglio regionale che si e' soffermato sulle
politiche sanitarie e indicando sia la difficolta' del
momento, sia le iniziative messe in campo per sostenere e
potenziare i servizi.
   ''La nostra quota di tagli salirebbe a 170 milioni di
euro'', ha aggiunto, spiegando che ''nonostante tutto, il
tentativo di governance introdotto dal Piano regionale
integrato della Salute, attualmente all'esame del consiglio
regionale, mira ad avere una sanita' organizzata in maniera
coerente che funzioni meglio nella sua offerta avanzata di
servizi di salute e costi soprattutto meno''.
   Restando in tema di servizi, il presidente ha ricordato
come ''la riorganizzazione degli assetti territoriali
regionali, con la definitiva realizzazione delle aree
programma, consentira' di dare efficienza all'erogazione dei
servizi pubblici locali, che saranno gestiti in forma
associata sulla base di bacini territoriali e di utenza
ottimali ed al contempo si evitera' di dover ridurre servizi
pubblici essenziali, sulla base del sostanziale azzeramento
dei trasferimenti dello Stato agli enti locali e
dell'inasprimento dei criteri del patto di stabilita'
interno''.
   Infine, relativamente al tema dell'ambiente il presidente
della regione ha ribadito come la Basilicata abbia messo ''al
centro della sua iniziativa istituzionale lo sviluppo
sostenibile, promuovendo l'alta qualita' ambientale, sociale,
economica''.
res/
141459 FEB 12 

NNNN