[Varie Agenzie] SANITA': MINISTRO BALDUZZI A INCONTRO SUL PATTO DELLA SALUTE 2012 A NAPOLI

martedì 14 febbraio 2012


[Varie Agenzie] -


ZCZC
ADN0259 5 CRO 0 ADN CRO NAZ RCA

      SANITA': BALDUZZI, SU CRITERI RIPARTIZIONE FONDI NO CAMBI RADICALI MA SI PUO' SPERIMENTARE =

      Napoli, 14 feb. - (Adnkronos) - Sui criteri per il riparto dei
fondi destinati al Servizio sanitario nazionale "non e' bene cambiare
radicalmente le regole, pero' qualche piccola sperimentazione che ci
aiuti a capire come l'indice di deprivazione puo' essere utile per
determinare il riparto delle spese si puo' fare". Lo ha dichiarato il
ministro della Salute Renato Balduzzi al termine dell'incontro sul
Patto della salute 2012 a Napoli, intitolato 'Oltre al rigore,
l'equita''.

      "Si possono tenere rigore ed equita' in un tempo di risorse
limitate, dobbiamo verificare come", ha aggiunto Balduzzi, secondo cui
"possiamo mantenere la garanzia e la qualita' dei servizi solo
riuscendo a organizzarli in modo efficiente, tagliando sprechi,
facendo ciascuno la propria parte e distribuendo i carichi secondo
l'unico criterio possibile in uno Stato costituzionale come il nostro,
cioe' l'equita'".

      (Zca/Col/Adnkronos)
14-FEB-12 11:50

NNNN
ZCZC
ADN0263 5 CRO 0 ADN CRO NAZ RCA

      SANITA': BALDUZZI, SUD NON HA STESSI STANDARD MA HA ANCHE ECCELLENZE =

      Napoli, 14 feb. - (Adnkronos) - "La sanita' meridionale non ha
gli stessi standard del resto del Paese, ma ha comunque momenti di
eccellenza e professionisti validi". Lo ha dichiarato il ministro
della Salute Renato Balduzzi, che ha aggiunto: "Si tratta di
riorganizzare meglio ed eliminare sprechi e inefficienze, che sono
ancora molte. Insomma, ognuno dovrebbe fare la propria parte".

      Balduzzi, a Napoli per l'incontro sul Patto della salute 2012,
ha parlato anche della situazione in Campania, regione che, ha
ricordato, "e' ancora in fase di piano di rientro, il che vuol dire
che ha ancora un pezzo di strada da fare, e la faremo insieme sulla
base di regole condivise". "Ho detto pubblicamente che l'Italia ce la
fara' ad uscire dai suoi problemi, e ci riuscira' anche la Campania",
ha concluso.

      (Zca/Col/Adnkronos)
14-FEB-12 11:52

NNNN
ZCZC1721/SXB
ONA61745
R CRO S0B QBXB
SANITA': BALDUZZI, PORTO INDICI DEPRIVAZIONE A TAVOLO SALUTE
MINISTRO, QUALCHE PICCOLA SPERIMENTAZIONE SI PUO' FARE
   (ANSA) - NAPOLI, 14 FEB - ''Lo proporro' al tavolo del Patto
della Salute'' ha detto il ministro della Salute, Renato
Balduzzi, in merito alla richiesta delle Regioni del Sud di
rivedere i criteri per la distribuzione dei fondi del riparto
sanitario includendo quelli di deprivazione socio-economica.
   ''Qualche piccola sperimentazione che aiuti a capire come
questo criterio puo' essere utilmente per determinare il riparto
della spesa - ha affermato - si puo' fare''.
   ''Questo e' un anno di passaggio da un sistema all'altro e
non Š bene cambiare radicalmente le regole - ha concluso - per•
qualche piccola sperimentazione si'''. (ANSA).

     YW9-CER
14-FEB-12 12:01 NNN
ZCZC2075/SXR
ONA62147
R CRO S44 QBXO
SANITA': BALDUZZI, CE LA FARA' ANCHE LA CAMPANIA

   (ANSA) - NAPOLI, 14 FEB - ''La Campania e' ancora nella fase
del piano di rientro e vuol dire che ha ancora un pezzo di
strada da fare. Lo faremo insieme sulla base di regole
condivise. L'Italia ce la fara' e ce la fara' anche la
Campania''. Lo ha detto il ministro della Salute, Renato
Balduzzi, a margine del convegno 'Patto per la salute, oltre al
rigore la qualita''.
   ''In un tempo di risorse limitate - dice Balduzzi - nel senso
che sono gia' state limitate, dobbiamo verificare come possiamo
mantenere la garanzia e la qualita' dei servizi e
riorganizzandoli in modo efficiente. Ho detto pubblicamente che
l'Italia ce la fara' a uscire dai suoi problemi e ce la fara'
anche la Campania''.(ANSA).

     YBI-CER
14-FEB-12 12:32 NNN


ZCZC
AGI0229 3 CRO 0 R01 /

SANITA': BALDUZZI, SU RIPARTO RISORSE IN 2012 PICCOLI ESPERIMENTI =
(AGI) - Napoli, 14 feb. - Il 2012 e' "un anno di transizione",
quindi "non e' bene cambiare radicalmente le regole", ma "si
puo' pensare a qualche piccola sperimentazione"
nell'assegnazione dei fondi per la Sanita' alle regioni. Il
ministro della Salute, Renato Balduzzi, e' possibilista su una
modifica dei parametri di riparto delle risorse, tenendo conto
anche dell'indice di deprivazione socioeconomica. Gli attuali,
impostati sull'eta' anagrafica e della popolazione, "sono
importanti, ma possono non essere gli unici da considerare",
spiega a Napoli, ribadendo la volonta' di "piccole
sperimentazioni che aiutino a capire come questo criterio possa
essere utile per determinare il riparto della spesa" quando si
discutera' del Patto della salute. Quello valido per il
triennio 2013-2015, sottolinea, "non potra' non tener conto dei
contenuti della manovra estiva" e sara' fondamentale arrivare a
un "Patto che sia di qualita' per essere poi legittimati a
chiedere ulteriori risorse per questo settore". In un periodo
in cui proprio le risorse "sono limitate, il modo migliore per
garantire la qualita' dei servizi e' quello di organizzarli in
modo efficiente, tagliando gli sprechi che ancora ci sono e
seguendo il criterio dell'equita', in base al quale chi piu' ha
piu' deve dare". Quanto alla Campania, "sta ancora
attraversando la fase di uscita dal Piano di rientro", ma per
Balduzzi" il pezzo di strada che manca sara' percorso insieme,
sulla base delle regole condivise". "L'Italia e la Campania ce
la faranno a uscire da questo momento delicato", conclude.
(AGI)
Na4/Lil
141237 FEB 12

NNNN


ZCZC2109/SXB
ONA62207
R CRO S0B QBXB
SANITA': BALDUZZI, AL SUD ANCHE MOMENTI DI ECCELLENZA
MINISTRO, NON HA STANDARD DI ALTRE PARTI, MA PROFESSIONISTI OK
   (ANSA) - NAPOLI, 14 FEB - ''La sanita' meridionale non ha gli
stessi standard delle altre parti del Paese, pero' presenta
comunque momenti di eccellenza, professionisti validi''. Lo ha
detto il ministro della Salute, Renato Balduzzi, a margine del
convegno 'Patto per la salute, oltre al rigore la qualita'' al
quale ha partecipato, oggi a Napoli, assieme ad alcuni assessori
regionali alla Sanita' di Nord e Sud Italia.
   ''Si tratta - dice Balduzzi - di riorganizzare meglio i
servizi, di eliminare gli sprechi e le inefficienze che sono
ancora molte. Ognuno dovrebbe fare la propria parte''. (ANSA).

     YBI-CER
14-FEB-12 12:35 NNN


ZCZC3338/SXR
ONA63530
R CRO S44 QBXO
SANITA':BALDUZZI, PATTO PER QUALITA' PER AVERE NUOVE RISORSE
'STATO E REGIONI LAVORINO INSIEME'
   (ANSA) - NAPOLI, 14 FEB - Un Patto della Salute di qualita'
come base per essere legittimati a chiedere nuove risorse per il
settore. Con questo auspicio il ministro della Salute, Renato
Balduzzi, conclude il suo discorso tenuto oggi a Napoli in
occasione di un convegno dedicato proprio al Patto della salute.
''Il patto per il 2013-2015 e l'attuazione della manovra estiva
- dice il ministro - hanno due prospettive che vanno assieme''.
Occorre che ''Stato e Regioni lavorino assieme'' e per quanto
riguarda i fondi ''ci sono risorse da sbloccare e forse qualche
scelta eccezionale''.
   Sui criteri del riparto dei fondi, ha detto il ministro,
''non sara' mia intenzione modificare le regole nell'ultimo
anno''. Ha poi aggiunto: ''Eta' e popolazione sono criteri
importanti, ma che possono non essere gli unici''. E a tal
proposito auspica una riflessione e immagina delle
sperimentazioni nel piccolo. Il 2012, dice il ministro, sara' un
anno di transizione per tante Regioni mentre il 2013 sara'
l'anno zero con nuove modalita' di impostare le problematiche.
''Tagliando sprechi - dice Balduzzi - facendo ciascuno la
propria parte e distribuendo i carichi secondo l'unico criterio
possibile in uno Stato costituzionale, cioe' l'equita'. Chi piu'
ha piu' deve dare secondo il criterio della nostra
Costituzione''.
   Il ministro ha sottolineato anche l'importanza dello snodo
della sanita' territoriale e delle cure primarie, sfide per la
''Regioni con difficolta' e anche per quelle virtuose''. A
proposito delle Regioni, il ministro ha detto che e' possibile
migliorare gli strumenti di collaborazione tra Stato e Regioni e
che ''i piani di rientro non sono pensabili come uno strumento
che obbliga a mettere solo i conti a posto'' ma devono andare di
pari passo con ''riqualificazione e riorganizzazione dei servizi
che poi porteranno al vero risparmio'' conclude Balduzzi.(ANSA).

     YBI-CER
14-FEB-12 14:17 NNN