+T -T


PUGLIA: TELEMEDICINA POLICLINICO, VENDOLA "BUONA E BELLA EPIDEMIA"

martedì 28 aprile 2015

 


ZCZC IPN 142
POL --/T
PUGLIA: TELEMEDICINA POLICLINICO, VENDOLA "BUONA E BELLA EPIDEMIA"
BARI (ITALPRESS) - Il Policlinico di Bari all'avanguardia nella
telemedicina. Due, infatti i progetti presentati questa mattina,
nel corso di una conferenza stampa, in telecardiologia e
teledialisi realizzati nell'ambito delle attivita' "Living lab
SmartPuglia 2020" e "Smart Health 2.0". Due attivita' diverse che
esprimono il paradigma della telemedicina e la linea di ricerca
originale del Policlinico. Un nuovo modo quindi di fare
telemedicina, che attribuisce un ruolo importante all'informatica,
che supporta i medici nelle decisioni e distingue il flusso delle
informazioni. Il progetto Helis, una piattaforma innovativa di
telecardiologia guidata (driven telemedicine) ha consentito lo
sviluppo di un sistema informatico di telecardiologia in grado di
gestire sia l'attivita' di monitoraggio delle emergenze del
Servizio 118 regionale (250 ambulanze), sia il controllo a
domicilio delle patologie cardiovascolari croniche. In pratica il
progetto "Helis" collega, registra e gestisce i dati clinici del
paziente in base alle "knowledge", per suggerire al medico la
scelta diagnostico -terapeutica piu' appropriata per la migliore
cura del paziente stesso. Un software di intelligenza artificiale,
quindi che domina il percorso clinico, riducendo episodi di
malpractice. Questo progetto, nato in Puglia con Consis, si sta
sperimentando in collaborazione con il Royal Brompton Hospital &
Harefield di Londra. Il progetto "Smart Health 2.0", invece ha
permesso di realizzare le prime innovative esperienze di
teledialisi, creando un modello assistenziale, sulla base delle
esigenze del paziente che viene curato a casa, in modo da ridurre
le visite in ospedale (una volta al mese).
(ITALPRESS) - (SEGUE).
cov/pc/red
28-Apr-15 12:54
NNNN


NNNN

PUGLIA: TELEMEDICINA POLICLINICO, VENDOLA "BUONA E BELLA EPIDEMIA"-2-
ZCZC IPN 143
POL --/T
PUGLIA: TELEMEDICINA POLICLINICO, VENDOLA "BUONA E BELLA EPIDEMIA"-2-
Cinque attualmente i pazienti pugliesi che vengono curati a casa,
che si "autodializzano" a casa, assistiti attraverso video e audio
nella loro attivita' quotidiana dai medici. Un apiattaforma che
non guarda solo alla dialisi, ma che fa prevenzione, grazie al
view point che intercetta in maniera precoce il paziente affetto
da malattia renale cronica. "Abbiamo pensato che di fronte al tema
globale della crisi dovessimo comportarci come coloro che mettono
a valore il mutamento che la crisi comporta - ha detto il
presidente della regione Puglia, Nichi Vendola. Per questo - ha
continuato - all'inizio di una crisi che dura da 8 anni, abbiamo
deciso di reagire frequentando il sentiero dell'innovazione, senza
pensare che fosse retorica o mitologia. L'innovazione e' un
complesso di cambiamenti socio-culturali. Questo e' stato
l'approccio che abbiamo avuto con il sistema delle imprese,
soprattutto con le piccole. Dentro la crisi globale, l'attacco ai
sistemi di welfare e il rischio che la sanita' pubblica uscisse
devastata e' stato ed e' un rischio incombente. Anche qui,
rispetto a un intervento di riduzione drastica dei finanziamenti -
ha spiegato - abbiamo cercato di cogliere l'occasione per
reingegnerizzare il sistema sanitario e iniziare ad aprire una
finestra sul futuro".
(ITALPRESS) - (SEGUE).
cov/pc/red
28-Apr-15 12:54
NNNN


NNNN

PUGLIA: TELEMEDICINA POLICLINICO, VENDOLA "BUONA E BELLA EPIDEMIA"-3-
ZCZC IPN 144
POL --/T
PUGLIA: TELEMEDICINA POLICLINICO, VENDOLA "BUONA E BELLA EPIDEMIA"-3-
"La telemedicina e' quella che ci offre l'orizzonte piu'
suggestivo - ha sottolineato Vendola - perche' si tratta della
possibilita' di rendere sempre piu' tempestiva e puntuale
l'intervento, ci consente di assumere il tema dell'umanizzazione
del rapporto tra medicina e paziente non in chiave retorica. Ho
sempre pensato che il Policlinico avesse le carte in regola per
lanciarsi in questa sfida. E la cosa fondamentale - ha concluso -
e' quella di riuscire a esportare questi modelli a livello
regionale e la clonazione in altre discipline. Quella che
presentiamo oggi e' una buona e bella epidemia che si puo'
diffondere".
(ITALPRESS).
cov/pc/red
28-Apr-15 12:54
NNNN


NNNN