SANITÀ. LEA, LORENZIN: PRIORITÀ ATTUARLI CON LEGGE STABILITÀ 2016

venerdì 2 ottobre 2015



ZCZC
DIR0420 3 SST 0 RR1 / DIR


"IL BUDGET NECESSARIO CALCOLATO È DI CIRCA 900 MILIONI"

(DIRE) Roma, 2 ott. - "È una priorita' che i Livelli essenziali
di assistenza, che sono alla Conferenza Stato-Regioni, vengano
attuati con la legge di stabilita' 2016: il budget necessario
calcolato e' di circa 900 milioni ed e' indispensabile che nel
fondo 2016 ci siano questi soldi, per realizzare i Lea e il
nomenclatore delle protesi. Questo e' un obiettivo da portare a
casa". Cosi' Beatrice Lorenzin, ministra della Salute, in
audizione alla XII Commissione Igiene e Sanita' del Senato.
Quanto alle Regioni, Lorenzin ha voluto quindi "spezzare una
lancia per loro, perche' ogni tanto se le meritano: sono state
aperte ad accogliere tutti i suggerimenti che possono venire
nella conferenza. Il punto di caduta, infatti, sara' condiviso da
tutti, insieme agli stakeholder che sono i medici". La ministra
ha poi fatto qualche esempio, come quello delle risonanze
magnetiche: "Oggi si fanno 220mila risonanze magnetiche
inappropriate, prima di aver espletato altri strumenti
diagnostici piu' appropriati. E questa e' una realta' che costa
40 milioni di euro".
Ma, ha precisato ancora Lorenzin, "il medico che fa
prescrizioni inappropriate, inserendosi in una normale attivita'
professionale, non verra' mai chiamato e mai sanzionato. Quindi
qui parliamo in modo chiaro di comportamenti abnormi e reiterati,
comportamenti che sono gia' stati perseguiti con altri
strumenti". Quanto ai cittadini, infine, per loro "non cambia
nulla e le circa 200 prestazioni potranno essere sempre e
comunque erogate. Quello che cambia- ha infine concluso la
ministra- e' il rapporto col medico, che avra' uno strumento in
piu' per erogarle".
(Cds/Dire)
15:56 02-10-15

NNNN


NNNN