SANITÀ. MARAZZITI: FARE SFORZO PER INCREMENTARE 111,289MLD FONDO

giovedì 15 ottobre 2015



ZCZC
DIR0533 3 SST  0 RR1 / DIR 


"SALUTE COSTA MA NON È COSTO, GARANTIRE UGUAGLIANZA IN TERRITORI"

(DIRE) Roma, 15 ott. - "Alla vigilia della nuova Legge di
stabilita' e' importante rinnovare l'invito al governo, come
d'intesa ieri con la presidente del Senato abbiamo sottolineato,
affinche' si faccia ogni sforzo per incrementare ulteriormente,
oltre i 111,289 miliardi, il Fondo sanitario nazionale, l'8,8 per
cento del prodotto interno lordo, inferiore di due punti rispetto
a Francia e Germania e al disotto, di poco, della percentuale del
Portogallo". Cosi' Mario Marazziti, presidente della Commissione
Affari sociali della Camera.
   "La salute costa- prosegue- ma la salute non e' un costo. Il
patto per la salute ha recepito quello che e' evidente. Il nostro
Servizio sanitario nazionale, che pure e' in difficolta', rimane
tra i migliori del mondo e puo' aiutare il Paese a vivere bene le
grandi transizioni in atto: epidemiologica, sociale e
demografica". Secondo Marazziti, dunque, occorre "garantire piu'
uguaglianza sul territorio nazionale- aggiunge- e il lavoro di
spending review e di riduzione degli sprechi. Se genera risparmi,
infatti, questi sono risparmi che debbono essere tutti
reinvestiti in sanita': ogni euro risparmiato dovra' essere
reinvestito in sanita' e salute".
   Per il  presidente della Commissione Affari sociali della
Camera, si tratta "di un cambiamento di modello, in cui c'e'
integrazione tra sociale e sanitario, medicina di base e
ospedaliera. Dobbiamo aprire un cantiere in cui il Paese possa
contribuire alla buona salute, mentre siamo a un cambiamento
epocale in termini di scoperte scientifiche e di cambiamento
della popolazione e stili di vita". Insomma, bisogna avviarsi
verso "un nuovo modello capace di umanizzare il tempo della non
autosufficienza- ha concluso Marazziti- e contrastare in radice
il rischio di ogni desistenza terapeutica".
  (Cds/Dire)
17:15 15-10-15

NNNN


NNNN