Vaccini: Umbria, sopra la soglia di sicurezza del 95%

lunedì 12 marzo 2018



ZCZC
AGI0383 3 CRO 0 R01 /

(AGI) - Perugia, 12 mar. - "Nei primi mesi del 2018 in Umbria
si registra un notevole recupero nelle vaccinazioni,
conseguenza del Piano nazionale di prevenzione vaccinale
approvato lo scorso anno". Lo comunica e' l'assessorato
regionale alla Salute guidato da Luca Barberini. Se negli
ultimi anni nella regione e' stato registrato un progressivo
calo delle vaccinazioni, minore del resto d'Italia ma comunque
in linea con il fenomeno, oggi "la copertura vaccinale per i
bambini nati dal 2011 al 2014 ha superato la soglia di
sicurezza del 95%, come raccomandato dall'Organizzazione
mondiale della sanita'". I numeri piu' recenti, elaborati sui
bambini di due anni e aggiornati al 31 dicembre, parlano di un
incremento notevole delle coperture del vaccino Trivalente
(morbillo, parotite e rosolia), che arriva a toccare quota
+6,9% per i nati nel 2013 e di un incremento piu' modesto per
l'Esavalente (Polio, difterite, tetano, pertosse, epatite b,
emofilo). Solo nei prossimi giorni, ultimata l'elaborazione da
parte degli uffici preposti, arriveranno i dati aggiornati al
10 marzo - data di scadenza per l'invio della documentazione
richiesta per i genitori che hanno presentato la dichiarazione
sostitutiva entro il 10 settembre o il 31 ottobre - ma la
situazione non sembra tale da destare preoccupazioni. Per i
nati negli anni 2011, 2012, 2013 e 2014, ad agosto 2017
risultavano essere circa 2.500 i non vaccinati a 24 mesi di
eta' per Trivalente ed Esavalente - comunica l'assessorato - in
quattro mesi, da settembre a dicembre 2017, sono state
somministrate circa 3 mila dosi di vaccino fra Trivalente ed
Esavalente. "Il notevole incremento delle coperture, registrato
negli ultimi mesi, dimostra che l'opera di sensibilizzazione
promossa sta funzionando - ha commentato Barberini - l'Umbria
si conferma, ancora una volta, tra le regioni con le piu' alte
coperture vaccinali e si ricolloca sopra la soglia di sicurezza
del 95 per cento. Continua l'impegno dell'assessorato alla
Sanita' nella promozione delle vaccinazioni infantili,
ritenendole essenziali per la tutela della salute pubblica e
per evitare il ritorno di malattie pericolose debellate in
passato, nonche' la diffusione di nuovi focolai". (AGI)
Pg4/Sol
121614 MAR 18

NNNN