+T -T


Salute: nel 2016 piu' obesi ma leggero aumento di chi fa sport

giovedì 19 aprile 2018


ZCZC
AGI0132 3 CRO 0 R01 /


(AGI) - Roma, 19 apr. - In Italia continuano ad aumentare gli obesi:
nel 2016, rispetto al 2015, vi e' stato un aumento di un punto
percentuale di persone obese e una diminuzione di 1,4 punti
percentuali delle persone in sovrappeso. Lo sottolinea il rapporto
Osservasalute 2017, presentato oggi a Roma al Policlinico
universitario Agostino Gemelli. Il documento precisa che nel 2016
piu' di un terzo della popolazione adulta (35,5%) era in sovrappeso,
mentre poco piu' di una persona su dieci era obesa (10,4%);
complessivamente, il 45,9% dei soggetti di eta' superiore o uguale a
18 anni era in eccesso ponderale. Nel periodo 2001-2016, e' aumentata
la percentuale delle persone in sovrappeso (33,9% vs 36,2%),
soprattutto e' aumentata la quota degli obesi (8,5% vs 10,4%). Le
differenze rilevate sul territorio - evidenzia il rapporto - sono
considerevoli e si conferma il gradiente Nord-Sud e Isole: come per
il 2015, le regioni meridionali presentano la prevalenza piu' alta di
persone di eta' 18 anni e oltre obese (Abruzzo 14,2%, Puglia 13,1% e
Molise 12,4%) e in sovrappeso (Basilicata 40,6%, Calabria 40,4% e
Molise 39,8%) rispetto alle regioni settentrionali, che mostrano i
dati piu' bassi di prevalenza (obesita': PA di Bolzano 8,1%, PA di
Trento 8,3% e Lazio 8,6%; sovrappeso: PA di Bolzano 30,7%, PA di
Trento 31,6% e Valle d'Aosta 31,7%).
(AGI)Rma (Segue)
191101 APR 18

NNNN

Salute: nel 2016 piu' obesi ma leggero aumento di chi fa sport (2)
ZCZC
AGI0133 3 CRO 0 R01 /

Salute: nel 2016 piu' obesi ma leggero aumento di chi fa sport (2) =
(AGI) - Roma, 19 apr. - Nel 2016, il Lazio entra a far parte delle
regioni piu' virtuose in termini di prevalenza di persone obese. I
bambini e gli adolescenti di 6-17 anni in sovrappeso o obesi sono il
24,7% (media 2015-16). Emergono inoltre forti differenze di genere:
il fenomeno e piu' diffuso tra i maschi (28,6% vs 20,5% femmine).
Tali differenze non sussistono tra i bambini di 6-10 anni, mentre si
osservano in tutte le altre classi di eta' e sono piu' marcate tra
gli adolescenti (14-17 anni). L'eccesso di peso raggiunge la
prevalenza piu' elevata tra i bambini di 6-10 anni dove raggiunge il
34,2%. Al crescere dell'eta' il sovrappeso e l'obesita' vanno
diminuendo, fino a raggiungere il valore minimo tra i ragazzi di
14-17 anni. Il rapporto aggiunge che gli italiani cominciano
timidamente a occuparsi in maniera piu' proattiva della propria
salute, facendo piu' sport. Nel 2016 il 34,8% della popolazione, pari
a circa 20 milioni e 485 mila persone, praticava attivita' sportive,
nel 2015 era il 33,3%, pari a circa 19 milioni e 600 mila persone. Il
25,1% si dedica allo sport in modo continuativo (distribuiti in
maggioranza nelle regioni settentrionali, in particolare la PA di
Bolzano, la PA di Trento, l'Emilia-Romagna, la Lombardia e il
Veneto), mentre il 9,7% in modo saltuario. Coloro che, pur non
praticando uno sport, svolgono una attivita' fisica sono il 25,7%
della popolazione, mentre i sedentari sono circa 23 milioni e 85
mila, pari al 39,2%. Le regioni che registrano la piu' bassa quota di
praticanti sportivi sono la Campania (20,0%), la Sicilia (24,0%), la
Calabria (24,2%), il Molise (25,1%) e la Basilicata (26,1%). Nella
maggior parte delle regioni meridionali, piu' della meta' della
popolazione non pratica sport ne' attivita' fisica, in particolare in
Sicilia (58,4%), Campania (56,9), Calabria (53,4%) e Molise (52,5%),
dove ben oltre la meta' delle persone di eta' di 3 anni e oltre e'
sedentaria.
(AGI)Rma
191101 APR 18

NNNN