SANITA'': SAITTA (REGIONI), NESSUN TAGLIO CURE FUORI SEDE MA STUDIAMO PALETTI

mercoledì 23 maggio 2018



ZCZC
ADN1168 7 CRO 0 ADN CRO NAZ

    

      Nord e Sud d''accordo a regole su ricorso a privato accreditato
in altre regioni per interventi ordinari
      Roma, 23 mag. (AdnKronos Salute) - "Non c''è nessun provvedimento
mirato a ridimensionare le cure fuori Regione. Abbiamo solo avviato
un''analisi sul fenomeno del ricorso a strutture del privato
accreditato lontano da casa per interventi ordinari. Non si parla,
ovviamente, né di ospedali pubblici né di prestazioni complesse. Le
Regioni del Sud e quelle del Nord sono aperte a ragionare per definire
qualche regola in merito". Lo ha precisato il coordinatore della
Commissione Salute della Conferenza delle Regioni, Antonio Saitta,
riferendosi alle notizie di stampa su una ''stretta'' alla mobilità
sanitaria nel nostro Paese.
      "Stiamo analizzando la mobilità sanitaria tra Regioni, in base ai dati
di ciascuna realtà - ha spiegato Saitta al margine della presentazione
della XVII Giornata nazionale del sollievo, quest''anno organizzata
proprio nella sede, a Roma, della Conferenza delle Regioni - allo
stesso tempo stiamo valutando la dimensione, notevole, della mobilità,
con spostamenti massicci dal Sud verso il Nord, sia verso ospedali
pubblici che verso strutture accreditate. Ma se da un lato abbiamo
legittimi spostamenti per complessità (alta, media o bassa), per la
quale non ci sono problemi, dall''altro ci sono gli interventi
ordinari, su cui stiamo riflettendo. E questo soprattutto su
sollecitazione delle Regioni del Sud che si trovano nella situazione
di dovere da una parte organizzare dei servizi e dall''altra pagare
questi stessi servizi, fruiti nel privato accreditato, ad altre
Regioni".
      Non c''è quindi "alcuna intenzione di mettere in discussione i diritti
di spostamento o di scelta del cittadino", dice Saitta. "Stiamo
discutendo, piuttosto - spiega - per valutare indicazioni di
appropriatezza per interventi ordinari (cataratta per esempio) nel
privato accreditato. Bisogna tener conto che ci sono due esigenze,
quelle delle Regioni del Sud che devono pagare, con un grande esborso
di denaro a piè di lista, e quelle del Nord che ricevono e incassano.
Ora, il lavoro che dobbiamo fare è entrare nel dettaglio per garantire
al paziente la cura migliore e soprattutto evitare anche spostamenti
inutili. E'' un lavoro di appropriatezza". (segue)
      (Ram/AdnKronos Salute)
ISSN 2465 - 1222
23-MAG-18 17:59
NNNN


ZCZC
ADN1445 7 CRO 0 ADN CRO NAZ

      SANITA'': SAITTA (REGIONI), NESSUN TAGLIO CURE FUORI SEDE MA STUDIAMO PALETTI (2) =

      (AdnKronos Salute) - "In passato - ha spiegato Luca Coletto,
presidente Agenas - c''è stata inappropriatezza. Oggi le cose si stanno
riallineando ma è giusto mettere dei limiti. In ogni caso non bisogna
neanche esagerare per non penalizzare i cittadini".
      Coletto ha spiegato che la questione della regolamentazione della
mobilità verso le strutture accreditate di altre Regione "sarà
discussa già dal prossimo incontro tra le Regioni".
      (Ram/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
23-MAG-18 19:45
NNNN