SANITÀ MARCHE. CERISCIOLI: VOLPINI LASCIA PER MOTIVI LAVORATIVI

martedì 9 ottobre 2018



ZCZC
DIR1106 3 SAL  0 RR1 N/WEL / DIR /TXT  


NON POSSO NOMINARE OLTRE 6 ASSESSORI, DELEGO UN NUOVO CONSIGLIERE

(DIRE) Ancona, 9 ott. - "Volpini ha lasciato per motivi di
lavoro. Probabilmente nomineremo un nuovo consigliere delegato
anche perche', per legge, non posso nominare piu' di sei
assessori e quelli attuali hanno gia' un carico di lavoro molto
elevato. Non c'e' la corsa a prendere anche questa delega".
Cosi', a margine della conferenza stampa di presentazione degli
investimenti sull'impiantistica sportiva, il presidente della
Regione Marche, Luca Ceriscioli, ha commentato la decisione del
consigliere regionale, Fabrizio Volpini (Pd), di lasciare
l'incarico di supporto al governatore nella gestione della delega
alla Sanita'.
   "Volpini mi ha aiutato tantissimo- premette Ceriscioli- ma ha
dovuto lasciare perche' non ha trovato un sostituto nello studio
medico. E non riesce piu' a portare avanti l'attivita' lavorativa
e quella politica nei panni di consigliere delegato e presidente
della commissione Sanita'. Ora cercheremo di capire come, in
qualita' di presidente di commissione, potra' continuare a
portare avanti le attivita' finora svolte. Sarebbe gia' un aiuto
prezioso se potesse continuare a seguire la 'partita' del Piano
socio-sanitario. Probabilmente pero' nominero' un nuovo
consigliere delegato". Il governatore infatti non intende
lasciare la delega e neppure puo' allargare la giunta. (SEGUE)
  (Luf/ Dire)
14:09 09-10-18

NNNN
ZCZC
DIR1107 3 SAL  0 RR1 N/WEL / DIR /TXT  

SANITÀ MARCHE. CERISCIOLI: VOLPINI LASCIA PER MOTIVI LAVORATIVI -2-


(DIRE) Ancona, 9 ott. - "La Regione ora deve gestire piu'
funzioni, perche' ha assorbito anche quelle delle Province, con
meno assessori rispetto al passato- continua Ceriscioli-. La
legge e' chiara: piu' di sei assessori non posso nominare. A
inizio legislatura avevo preso la delega alla Sanita' per avviare
la riforma sanitaria e gli investimenti. Impegni rispettati
perche' per il Salesi il bando e' stato pubblicato, per l'Inrca e
l'ospedale di Fermo i cantieri sono attivi mentre il Comitato
nazionale sta valutando la fattibilita' economica del project
financing per il nuovo ospedale Marche Nord. Ero quindi pronto a
lasciare la delega ma mi sono reso conto che gli assessori hanno
gia' una mole di lavoro importante e caricarne uno con la delega
alla Sanita' sarebbe stato eccessivo".
   Ceriscioli, che aggiunge come "nella giunta non ci sia tanto
entusiasmo nel prendersi una delega che da sola e' in grado di
stendere un toro", chiude con un riferimento al Piano
socio-sanitario. "Il Piano sta andando avanti- continua-. Ora le
linee guida andranno in commissione. Poi ci sara' la stesura del
testo e l'approvazione della giunta. Penso entro l'anno. Liste
d'attesa? Su prestazioni brevi, differite e urgenti tutto sommato
il dato e' buono. Il 'massacro' vero e' sulle programmate anche
per alcune scelte che vorrei correggere. A che serve tenere liste
d'attesa di 2 anni se devi darle entro 6 mesi? Presto alcuni
strumenti che abbiamo annunciato diventeranno operativi".
  (Luf/ Dire)
14:09 09-10-18

NNNN