FARMACI, ARRIVA DOCUMENTO PROGRAMMAZIONE NUOVA GOVERNANCE FARMACEUTICA

lunedì 10 dicembre 2018



PPA0053 1  PEC NG01 1348 ITA0053

GRILLO: GOVERNARE SISTEMA PER INNOVAZIONE E FUTURO SSN


(Public Policy) - Roma, 10 dic -    Arriva il documento di
programmazione della nuova governance farmaceutica realizzato in
collaborazione con Mise, Mef e Regioni, presentato al ministero della
Salute, dal ministro della Salute, Giulia Grillo, insieme al
direttore generale di Aifa, Luca Li Bassi, alla presidente del
Comitato prezzi e rimborso Aifa, Francesca Tosolini, e a Silvio
Garattini, farmacologo e componente del tavolo tecnico.

Un testo, fa sapere il ministero, "che vuole essere la bussola per le
politiche di riorganizzazione del sistema del farmaco, risultato di
mesi di incontri e riflessioni al tavolo insediato al ministero della
Salute a cui, oltre a un gruppo di esperti indipendenti, hanno preso
parte esponenti del Mef, del Mise e delle Regioni".

"Il documento sarà oggetto di confronto con tutti i protagonisti del
settore, non solo con le aziende, ma anche con i rappresentanti dei
cittadini e delle associazioni dei pazienti - ha detto Grillo -
perché lo spirito di questo lavoro è di costruzione di un nuovo
sistema di regole per restituire ai farmaci la loro missione
centrale: strumento di cura, attraverso cui realizzare i livelli
essenziali di assistenza di cui abbiamo tutti diritto".


(Public Policy) @PPolicy_News FLA
101405 dic 2018


PPA0054 1  PEC NG01 1713 ITA0054
FARMACI, ARRIVA DOCUMENTO PROGRAMMAZIONE NUOVA GOVERNANCE
FARMACEUTICA-2-
GRILLO: GOVERNARE SISTEMA PER INNOVAZIONE E FUTURO SSN


(Public Policy) - Roma, 10 dic -    "Il recente rapporto dell'Ocse
sull'innovazione farmaceutica indica come molti Paesi stanno lottando
per tenere sotto controllo la spesa sanitaria pubblica, cercando di
non intaccare la qualità dei servizi offerti e l'accessibilità alle
cure. Si tratta di un'operazione che, secondo l'Ocse, richiede
interventi coraggiosi di riduzione degli sprechi. Il nostro lavoro,
mi sento di dire, raccoglie pienamente questa sfida. All'orizzonte si
stanno affacciando nuovi trattamenti che se realmente innovativi
devono essere messi a disposizione dei pazienti. Per farlo - ha
aggiunto Grillo - è necessario allocare nel miglior modo possibile le
risorse a nostra disposizione".

"Una delle mie richieste avanzate al Tavolo è stata quella di
incrementare il livello di appropriatezza delle prescrizioni e
aderenza ai trattamenti per rompere la spirale di crescita della
spesa di compartecipazione. Non è più tollerabile - ha detto ancora
il ministro - che complessivamente ogni anno i cittadini mettano mano
al portafoglio per oltre 1 miliardo di euro per compensare la
differenza tra il prezzo di riferimento a carico del Ssn e quello più
alto delle medicine 'branded', ossia di marca. Il documento se ne
occupa e sarà mia cura sostenere l'Aifa affinché si superi la
diffidenza per questo tipo di farmaci che ancora troppo spesso
osserviamo sia tra i cittadini sia tra i prescrittori. In molti altri
Paesi europei la situazione è diversa. Dobbiamo recuperare questo
gap".


(Public Policy) @PPolicy_News FLA
101405 dic 2018


PPA0055 1  PEC NG01 1674 ITA0055
FARMACI, ARRIVA DOCUMENTO PROGRAMMAZIONE NUOVA GOVERNANCE
FARMACEUTICA-3-
GRILLO: GOVERNARE SISTEMA PER INNOVAZIONE E FUTURO SSN


(Public Policy) - Roma, 10 dic -    Lo stesso per i farmaci
biosimilari. "Le attuali conoscenze sono tali da garantire la
sovrapponibilità in termini di efficacia e sicurezza tra i farmaci
originatori e i biosimilari. Il tutto nel pieno rispetto delle norme
che prevedono la libertà di scelta prescrittiva da parte del medico.
Importanti principi attivi in questi mesi hanno visto la scadenza del
brevetto, altri ancora lo perderanno a breve. È necessario che il
sistema colga questa occasione, ne va della sua sostenibilità - ha
sottolineato Grillo - Non possiamo dimenticare il passato, con la sua
pesante eredità in ambito farmaceutico. Il livello di contenzioso sui
ripiani dei tetti di spesa farmaceutica che si trascina dal 2013 e
che alla fine di quest'anno, stime alla mano, supererà i 3,5 miliardi
di euro sta mettendo seriamente a repentaglio i bilanci della sanità
di molte Regioni".

"Occorre il buon senso di tutti perché il sistema non può più reggere
questi numeri. Il nostro documento di governance tra i suoi punti si
occupa anche del funzionamento dei tetti di spesa. Noi stiamo
provando con grande impegno a individuare adeguate soluzioni.
Sembrano concetti difficili, lontani dalla vita delle persone, ma non
è così, perché il sistema riguarda tutti noi: una riorganizzazione
significa far arrivare le cure che servono, anche le più costose e
innovative, a chiunque ne abbia bisogno", ha concluso il ministro
della Salute.


(Public Policy) @PPolicy_News FLA
101405 dic 2018