SANITÀ. G. GRILLO: PRESIDENTE AIFA? GIUSTO CHE SIA TECNICO, NON POLITICO "ANDRÒ AD ASSEMBLEA FARMINDUSTRIA, MA SU COSTI FARMACI SONO RIGIDA..."

venerdì 21 giugno 2019


ZCZC
DIR1076 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT 

(DIRE) Roma, 21 giu. - "Rispetto la proposta delle Regioni sul
nome indicato come nuovo presidente di Aifa (Antonio Saitta,
ndr), ci mancherebbe. Ma ho sempre detto che, sia per il ruolo di
direttore generale sia per quello di presidente dell'Aifa,
preferisco dei tecnici e non dei politici". Risponde cosi' il
ministro della Salute, Giulia Grillo, interpellata sul tema a
margine oggi a Roma della presentazione del nuovo Codice
deontologico delle Professioni Infermieristiche, messo a punto
dalla Fnopi-Ordini delle professioni infermieristiche.
   "Il Consiglio di amministrazione gia' esprime due componenti
su quattro di estrazione delle Regioni che possono essere dei
politici- ha spiegato- quindi mi sembrava giusto che il nome del
presidente fosse una figura diversa, per questo la trattativa si
e' di molto allungata. Adesso dobbiamo pero' concludere, anche
perche' il Consiglio di amministrazione e' senza numero legale,
quindi mi auguro che a breve ci sia una risoluzione".
   Il prossimo 4 luglio, intanto, ci sara' a Roma l'assemblea
pubblica di Farmindustria. "Se ci andro'? Dovrei...- ha risposto
Grillo a chi glielo chiedeva- sarebbe la prima volta che vado ad
un incontro pubblico con Farmindustria, a dispetto delle numerose
accuse che mi vengono rivolte da 'mondi nostrani' sulla mia
presunta vicinanza, evidentemente illecita, perche' le accuse
hanno tutte questo tenore, con quel mondo. Ma voi che siete del
mestiere- ha detto Grillo ai giornalisti- sapete benissimo che
sul tema dei costi dei farmaci sono molto rigida, cosi' come su
quello dei rapporti istituzionali che si devono tenere con questo
mondo".
  (Cds/Dire)
13:47 21-06-19

NNNN